News

Corsa clandestina sul circuito di Roma della Formula E

-

Terminato l’ePrix di Roma, due giovani si sono intrufolati nel circuito con le loro auto e si sono divertiti… fino a quando la corsa non è stata interrotta dalla polizia. Multa salata e sequestro della patente

Corsa clandestina sul circuito di Roma della Formula E

Pochi giorni fa, Roma ha ospitato il terzo round del Campionato mondiale di Formula E, i piloti hanno dato grande spettacolo e sono stati numerosi gli appassionati che si sono seduti sugli spalti del circuito cittadino appositamente allestito per l’occasione. Quando capita di avere una vera pista tra i palazzi della propria città? Una bella tentazione a cui due ragazzi romani non riusciti a resistere.

La notte dopo la gara dell’ePrix, i giovani a bordo delle loro vetture elaborate hanno trovato un varco non controllato e hanno dato “full gas” per sfruttare al massimo l’occasione. Il 23enne e il 27enne, però, non hanno considerato che erano presenti delle pattuglie dei vigili disposte per controllare la viabilità e garantire la sicurezza agli operai durante lo smontaggio delle attrezzature. Arrivati al Colosseo, la bandiera a scacchi è stata sostituita dalla paletta rossa e i lampeggianti: la Toyota Celica e la Nissan GT-R in corsa hanno dovuto fermare la corsa e i piloti fare i conti con le autorità. Una multa salata di 4.800 euro, ritiro della patente per un anno e sequestro di una delle due vetture perché la misura degli pneumatici non era in regola.

I due ragazzi l’hanno pagata cara, per sfogare la voglia di pista la prossima volta gli conviene puntare l’autodromo di Vallelunga e divertirsi senza pensieri.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento