Auto calciatori

Diego Armando Maradona e Karl-Heinz Rummenigge, Porsche: il 3 a 2 diventa 4 a 6 [cilindri Audi Vs puro Flat-Six]

-

I due assi simbolo del confronto Germania Argentina ai Mondiali di calcio, hanno condiviso un’auto dello stesso marchio ma di modello molto diverso. Il Pibe de Oro umiliò la Germania, vincendo la Coppa del Mondo (3-2), ma guidava la meno pura delle Porsche con un 4 cilindri Audi

911 Carrera 4 cabriolet nera, ritirata da Stoccarda nel 1990. È questa la vettura Porsche nota che un giocatore simbolo della nazionale tedesca anni Ottanta, poi anche dell’Inter, ha posseduto all’apice della sua carriera. Un’auto che lo stesso Karl-Heinz Rummenigge ha rivisto pochi anni orsono da chi gliela ha fatta ritrovare come sorpresa ad una festa. Sul modello di 911, serie 964, nulla da dire: non la migliore delle Porsche 911 ma icona in quel momento, versione apribile, con pure la trazione integrale.

Correva l’anno 1986 quando in Messico alla finale del Mondiali di calcio si affrontavano la squadra di Rumenigge e quella del Pibe de Oro, deceduto ieri. L’argentina di Maradona vinse il Mondiale contro la Germania dell’Ovest: 3 a 2. Proprio da quella Germania, da Stoccarda, arriva non senza il pesante esborso di esportazione passando per gli USA la Porsche che Diego volle per lui. Non una 911 però. I gusti dei due grandi calciatori sono diversi, pur sotto lo steso scudo nei colori della regione di Stoccarda.

Invero la prima Porsche di Maradona arriva quando Diego era un ragazzino, fortunato promesso campione ma se vogliamo dirla tutta, rapito da una Porsche che fa effetto al tempo e rimane nella storia, però non delle più pure e significative, anche tecnicamente. 

Infatti la sportiva europea dell’argentino è del 1980, periodo non dorato per la Casa che trovò in VW un supporto per il rilancio. Mentre la Porsche di Karl-Heinz è un classico, forse non il top assoluto della gamma per un re del pallone, ma tipicamente 911, quella di Diego è una Porsche anomala. La 924 color grigio metallizzato con interni in pelle marrone, usa meccanica e motorizzazione “ibride”.

Avvenne anche per questioni economiche e aziendali, con un motore quattro cilindri di origine Volkswagen posizionato sotto il lungo cofano, davanti. Relativamente pochi i 125 CV comuni a delle Audi del tempo, per quella versione di prima auto da sogno di chi i sogni di coppa del mondo li ha però tolti lui, ai tedeschi di Rumenigge.

Almeno facendo il conto dei cilindri, delle raffinatezza e persino dell'affidabilità di vettura (vedi iniezione K dell'Audi da sistemare ogni tanto..) almeno i tifosi tedeschi si possono consolare, la 964 batte 6 a 4 la 924.

La Porsche di Maradona non era 911
La Porsche di Maradona non era 911

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 924 Coupé
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche