Ferrari 250 LM: All’asta a Monterey la più classica tra le classiche

Ferrari 250 LM: All’asta a Monterey la più classica tra le classiche
Pubblicità
Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
Valutata tra i 18 e i 20 milioni di dollari, ha corso a Le Mans, a Daytona ed è stata completamente restaurata per tornare ai vecchi fasti
  • Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
24 luglio 2023

Alla Monterey Car Week verrà messa all’incanto una magnifica Ferrari 250 LM. Occasioni del genere capitano una volta nella vita e per gli appassionati – che hanno una discreta, se non smisurata, disponibilità economica – l’asta di metà agosto potrebbe rivelarsi un ottimo investimento.

Presentata al Salone di Parigi del 1963 e realizzata in soli 32 esemplari, la 250 LM è a tutti gli effetti uno dei tre modelli storici più ambiti del Cavallino assieme alla 250 GTO e alla 250 Testa Rossa.

A rendere ancor più importante questa specifica auto è il proprio pedigree sportivo, che spazia dalla partecipazione alla 24 Ore di Daytona fino all’edizione del 1968 della 24 Ore di Le Mans, anche se non è quella guidata da Masten Gregory e Jochen Rindt che vinse l’edizione del ’65 di Le Mans.

C’è chi dice che la 250 LM sia la Ferrari più iconica di tutti i tempi e, anche se non lo fosse, poco ci manca anche se, ultimamente, siamo più abituati a valorizzare vetture maggiormente fruibili e recenti come, ad esempio, la mitica F40.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

RM Sotheby’s, che si occupa della vendita, all’interno della descrizione, ha spiegato che questa 250 LM, che dopo il ritiro dalla carriera agonistica è passata di mano in mano diverse volte, è una delle poche a non aver mai subito incidenti significativi, tanto che il numero di telaio e quello della carrozzeria corrispondono e sia il cambio che il motore sono quelli che sono stati impiegati nella 24 Ore di Le Mans del 1968. Insomma, trovarne una più originale è difficile.

A oggi, la 250 LM, grazie a un lungo restauro condotto da Ferrari Classiche nel 2021, risulta pressoché immacolata con i suoi carburatori Weber 38 DCN, i cerchi a raggi Borrani e la verniciatura Rosso Cina abbinata a degli interni che abbinano il colore blu dei sedili al panna del resto rell'abitacolo.

Tra le dozzine di splendide auto che si presenteranno a Monterey, ci sarà anche la Lost & Found Collection: una flotta di 20 Ferrari d'epoca "perdute", alcune quasi distrutte, altre splendidamente rifinite, che sono state salvate quando il fienile in cui erano conservate è crollato durante un uragano. Tra i reperti c'è la 250 GT Coupe Speciale del 1956, che fu di proprietà del re Mohamed V del Marocco.

Se siete appassionati di auto, non potete non seguire la prossima edizione della Monterey Car Week anche se, preparatevi, per la 250 LM è stato stimato un prezzo di vendita compreso tra i 18 e i 20 milioni di dollari.

Pubblicità