borsa

Ferrari: via libera per la quotazione alla Borsa Italiana

-

Debutto confermato per il 4 gennaio 2016. Tra il 31 dicembre e il 3 gennaio si completerà lo scorporo del Cavallino da Fiat-Chrysler

Ferrari: via libera per la quotazione alla Borsa Italiana

C'è il via libera di Borsa Italiana Spa alla quotazione di Ferrari a Piazza Affari: debutto previsto il 4 gennaio 2016, quando verrà completata l'operazione di separazione da FCA che, secondo una nota della Casa di Maranello, avverrà insieme all'assegnazione di una azione ordinaria Ferrari per ogni dieci azioni FCA.

 

Nella stessa nota, il Gruppo guidato da Sergio Marchionne precisa che FCA consegnerà 0,77369 azioni Ferrari ordinarie per ogni 100 dollari USA di obbligazioni a conversione obbligatoria in circolazione: «FCA consegnerà quindi un totale di 22.243.588 azioni Ferrari ordinarie in relazione ai $2.875.000.000 complessivi di obbligazioni a conversione obbligatoria in circolazione», si precisa. 

 

La quotazione di Ferrari a Milano, come è ormai noto, metterà la Casa di Maranello sotto il controllo della Exor, la holding della famiglia Agnelli, che deterrà il 24% della Ferrari, ma grazie al meccanismo del voto multiplo previsto dalla normativa olandese, dove Ferrari N.V ha sede, avrà più diritti di voto in assemblea. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Ferrari