Formula E

Formula E, le novità della stagione 2019/2020

-

Team, piloti, calendario, monoposto: ecco tutte le novità della stagione 2019/2020 di Formula E

Formula E, le novità della stagione 2019/2020

Il 22 novembre prenderà il via la stagione 2019/2020 di Formula E con la prima delle due gare della categoria 100% elettrica a Riyad, in Arabia Saudita. Dal punto di vista tecnico, le monoposto che scenderanno in pista in questo campionato saranno invariate rispetto al precedente. La scocca è prodotta da Spark, la centralina da McLaren Applied Technology e freni realizzati da Brembo; le vetture calzano pneumatici Michelin. Il powertrain, invece, è sviluppato dalle scuderie.

L'unica novità del regolamento per la stagione 2019/2020 è il divieto di usare in gara l'MGU per il recupero dell'energia cinetica persa in frenata. Sarà invece ancora possibile sfruttare l'Extra Boost, un'iniezione di potenza di 25 kW azionabili tramite l'apposito pulsante sul volante solo quando il pilota si porta nella zona di attivazione, fuori dalla traiettoria di pista ideale. Confermato poi il FanBoost, altra potenza extra utilizzabile per cinque secondi nella seconda parte della corsa e assegnata ai cinque alfieri in lizza più votati dagli appassionati. 

Sono diverse, invece, le novità per quanto riguarda team e piloti: la principale è l'ingresso di Porsche e Mercedes in Formula E come costruttori ufficiali. I piloti schierati da Mercedes sono l'ex F1, Stoffel Vandoorne, e l'olandese Nyck De Vries, recentemente attivo in Formula 2. Porsche, invece, ha scelto il factory driver Neel Jani, già parte dell'avventura della casa di Zuffenhausen nel WEC, e un'altra vecchia conoscenza, André Lotterer, in arrivo dalla DS Techeetah.

Il campione del mondo in carica di Formula E, Jean-Eric Vergne
Il campione del mondo in carica di Formula E, Jean-Eric Vergne

DS Teechetah, che, dal canto suo, ha optato per Antonio Felix Da Costa, ex BMW, per affiancare il due volte campione del mondo di Formula E, Jean-Eric Vergne, che quest'anno punterà alla tripletta consecutiva. Vergne si candida come l'uomo da battere, ma la concorrenza potrebbe farsi serrata: da tenere d'occhio sono anche gli altri campioni del mondo di Formula E attivi nella categoria, Sébastien Buemi, confermato come Oliver Rowland alla Nissan e.dams, e Lucas Di Grassi, che correrà ancora per Audi al fianco del tedesco Daniel Abt.

Tra i rookie della stagione ci sono l'ex F1 Brendon Hartley, che difendera i colori della Geox Dragon con Nico Muller, e James Calado. Il trentenne britannico, compagno di squadra di Mitch Evans alla Jaguar Racing, alternerà la Formula E con il WEC, campionato che lo vede impegnato con la Ferrari 488 GTE Evo preparata da AF Corse nella classe LMGTE Pro. Complessivamente sono 12 i team impegnati nella categoria 100% elettrica e 24 i piloti in lizza. 

Il calendario della stagione 2019/2020 di Formula E consta di 14 gare in 12 città differenti: si comincia, come specificato in precedenza, il 22/23 novembre con le prime due gare a Riyad e si termina il 25/26 luglio del 2020 con i due appuntamenti a Londra, che ritorna dopo un'assenza di tre anni. Le new entry sono Seoul (3 maggio) e Jakarta (6 giugno); confermatissimo è invece il round di Roma. Le monoposto 100% elettriche torneranno all'Eur il 4 aprile 2020; i biglietti sono già acquistabili, con prezzi dai 20 ai 99 euro. A trasmettere le gare in Italia saranno Mediaset e Eurosport.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento