aziende

Gruppo FCA: bye-bye Magneti Marelli, welcome Dividendo extra

-

Il colosso dell’auto Fiat Chrysler pronto a cedere definitivamente quello che era rimasto del mondo Magneti Marelli ai giapponesi: in arrivo dividendo straordinario per gli azionisti, posti lavoro confermati per tutti

Gruppo FCA: bye-bye Magneti Marelli, welcome Dividendo extra

Un pezzo di storia dell’industria auto tricolore lo rimarrà ora solo nel nome. Ve ne avevamo già raccontato, ora si avvia la conclusione della vicenda. È quella della vendita di Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic Kansei da parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Questione di poche settimane, secondo le indiscrezioni e lo stesso Mike Manley spiega ai suoi con anticipo che firmerà entro il primo trimestre 2019 la cessione di Marelli ai giapponesi, definitivamente.

La Commissione europea approva, Calsonic Kansei acquisice, FCA incassa: il controvalore dell'operazione è circa 6 miliardi di euro e permetterà un dividendo straordinario di 2 miliardi. Ma l’azienda in Italia, con stabilimenti e dipendenti tricolori? Nei corridoi di Corbetta se ne parla eccome, organizzazioni sindacali incluse.

Se da un lato questa fusione genera uno dei maggiori attori nel settore, globalmente, dall’altro ci sono anche incertezze e timori, locali. A voce quello che si sente dire è che le attività italiane non saranno ridimensionate, anzi, la sede principale resta proprio a Corbetta e l’occupazione italiana è garantita, per gli oltre 8500 dipendenti, secondo l’ultimo contratto approvato, con dei benefici economici.

All'uomo di strada che associava e in parte associa ancor oggi il nome Magneti Marelli alle batterie e alla pura parte elettrica delle automobili, viene da dire "Ma se noi facevamo queste cose da sempre, per darle anche ai tedeschi e ora, le auto sono sempre più elettrificate... Come mai si cede ai giapponesi?".  L'uomo di strada deve prima leggersi un bigino di Strategia Aziendale e soprattutto ripassarsi la storia recente della moderna Marelli, per darsi una logica ragione; ma basti sapere che alla vicenda ci aveva pensato anche Marchionne, tracciando un persorso di questo tipo.

 

OMF

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento