Iveco S-Way TurboStar Special Edition: nuova versione sportiva per un’icona degli anni Ottanta

Iveco S-Way TurboStar Special Edition: nuova versione sportiva per un’icona degli anni Ottanta
Iveco ha approfittato del Grand Prix Truck 2021 d’Italia, svoltosi lo scorso weekend a Misano, per presentare l’S-Way Turbo Star Special Edition, omaggio ad uno dei camion più iconici mai visti sulle nostre strade
25 ottobre 2021

Il Grand Prix Truck 2021 d’Italia al Marco Simoncelli World Circuit di Misano è stata un’occasione d’oro per la celebre azienda torinese, la quale ha presentato il nuovo Iveco S-Way TurboStar Special Edition: un nome iconico che, per tutti gli appassionati, rievoca dolci ricordi di un mestiere cambiato moltissimo in quarant’anni.

Il Turbo Star nasce nel 1982, quando i primi prototipi vennero sviluppare sul circuito Iveco di Markbronn in Germania, in Finlandia a Ivalo e sulla pista di Nardò. Presentato due anni più tardi, nel 1984, riscosse subito grande successo grazie ad una particolare attenzione al comfort e all’estetica, a cominciare dalla griglia in plastica grigia a coprire il finestrino laterale del retrocucina e continuando coi due deflettori laterali, oltre alle tre strisce decorative a renderlo decisamente distintivo. A distanza di oltre 50.000 esemplari prodotti - che rendono il TurboStar uno degli Iveco più venduti in Italia - ecco che ne arriva il successore.

Alessandro Oitana, Manager Iveco, ha dichiarato che: “L'edizione speciale dell’Iveco S-Way dedicata a un'icona del passato, il TurboStar, e a una del presente, l’Iveco S-Way, unisce da un lato un'eredità importante di Iveco, dall'altro tutta la sua capacità di innovazione, e rappresenta idealmente il lavoro di squadra che da sempre ci contraddistingue”.

Come è fatto il nuovo S-Way TurboStar Special Edition

Equipaggiato da un motore Cursor 13 da 570 CV, l’S-Way TurboStar presenta un cambio automatico Hi-Tronix a 12 rapporti, telaio completamente rivisto e una progettazione mirata alla robustezza e alla versatilità. Stilisticamente invece, tutto riporta agli Iveco anni Ottanta anche se chiaramente rivisti in chiave moderna. In cabina quindi sono stati ripresi i sedili in velluto rossi con cuciture a contrasto in grigio chiaro, mentre sulla plancia spicca una rivisitazione del logo ricamato anche su materassino, cuscini, sedili e, in cromo satinato, sui vano portaoggetti. Agli esterni poi spicca la livrea con i colori giallo, rosso e blu tipica dell’epoca, oltre a finiture cromate ad impreziosire il tutto. Tecnicamente, il mezzo è stato arricchito con fari Full LED; Driving Stile Evaluation e Driver Attention Support, oltre al TMPS, al climatizzatore automatico ed il Parking Cooler. Tanta anche la connettività, a cominciare dall’infotainment con navigatore integrato, la Connectivity box 4G, il sistema di guida predittivo Iveco Hi-Cruise e l’Iveco Driver Pal.