KZR Championship 2024, ecco come è andata la prima gara stagionale a Latina

KZR Championship 2024, ecco come è andata la prima gara stagionale a Latina
Pubblicità
Ecco come è andata la prima prova stagionale del KZR Championship, al Circuito Internazionale del Sagittario di Latina
27 febbraio 2024

Primo weekend di gare per i piloti del KZR Championship 2024, che si sono ritrovati in uno dei circuiti storici per il campionato: Il circuito internazionale del Sagittario di Latina. Tre le categorie a scendere in pista per questo primo appuntamento: La Rotax Next Generation con i piloti più piccoli del paddock, la categoria Rotax Junior con i piloti fino ai diciotto anni di età e la categoria Rotax 18+ che vede inglobate le classi Sport, Gp e Gentleman.

Tante le new entry, con nuovi visi che hanno affollato il Paddock del circuito e hanno sfidato anche il meteo incerto che preannunciava pioggia; ma che ha stupito tutti con uno splendido sole sia nella giornata di prove libere del sabato sia nella domenica di gare.

Primi a scendere in pista i piloti della Rotax 18+ con ben ventidue piloti a darsi battaglia. Dopo i due turni di prove cronometrate i piloti sono stati divisi in quattro gruppi, per consentire a tutti di competere in tre round e di sfidare tutti i piloti della categoria, mantenendo comunque a fine giornata una classifica a parte per le tre classi di appartenenza. Il più veloce in assoluto è risultato Matteo Smaldone campione uscente della categoria Rotax Sport che si impone con il suo 51”.322” in prima posizione. Per la categoria Gp invece il più veloce è stato Mirko Ricchi che con il suo 51”.633”’ fa segnare il quarto posto in griglia. Giuliano Ghidini invece conquista la terza posizione assoluta con il tempo di 51”.564”’ che si prende anche la leadership della categoria Gentleman.

Il primo Round vede scendere in pista i piloti del gruppo A e C, dove si assiste ad un ottima partenza per il pole Smaldone, ma è Vincenzo Califano che complice anche l’esperienza, si impone prima di curva 1 in terza posizione. Francesco Marziale si porta all’inseguimento dei primi tre ma un errore in curva 3 lo porta a perdere molte posizioni. Errore anche per Califano che lo costringe a ripartire dal fondo del gruppo. Nel frattempo Ghidini passa Smaldone e si instaura leader della gara. Doppia bagarre nelle prime fasi di gara: anche Aldo Nappa e Michele Ricchi infatti rimangono tutta la gara in bagarre per il terzo gradino del podio assoluto. Smaldone si riprende la posizione proprio nel corso dell’ultimo giro, prima posizione assoluta che a causa di una penalità di 5” per musetto a terra dovrà cedere a Ghidini. Grande recupero per Marziale che arriva quinto al traguardo con 2” e mezzo dalla coppia in lotta e con molto rammarico per l’errore.

RISULTATI: 1. Ghidini Gent 2. Smaldone Sport 3. Nappa Sport 4. Ricchi Michele Gp 5. Marziale Gent 6. Corbetta Gp 7. Riccio Gp 8. Cantile Gp 9. De Belardini Sport 10. Califano Gp 11. Longo Sport

Il secondo Round vede in pista i piloti dei gruppi B-D. Una partenza molto ordinata, con il primo grande colpo di scena per Mirko Ricchi che probabilmente preso dalla troppa foga sbaglia proprio nell’ultima curva del tracciato lasciando solo ed indisturbato Valerio Silvestri che scattava dalla prima posizione. Maria Roberto e Carlo Mastrogiacomo danno vita ad una splendida bagarre, Mastrogiacomo girando un filo più veloce riesce nel corso dell’ottavo giro a prendere la seconda posizione. Una volta portato a casa il sorpasso Mastrogiacomo prende un ottimo margine e mette al sicuro la sua seconda posizione. Ricchi recupera fino alla quinta posizione, mentre le altre posizioni si congelano fino alla bandiera a scacchi.

RISULTATI 1. Silvestri Sport 2. Mastrogiacomo Gp 3. Maria Sport 4. Carpenedo Gent 5. Ricchi Mirko Gp 6. Albiero Gent 7. Paganin Gent 8. Mauthe Gent 9. Perrinello Gent 10. Caiola Gp RIT .Cannata Sport

Nel terzo round protagonisti i piloti dei gruppi A-D, ancora Smaldone davanti a tutti, ma in partenza è decisamente ottimo lo spunto di Nappa che nel corso del primo giro prende subito la testa della gara, scintille tra Smaldone e Mirko Ricchi che completano il podio ma che si devono guardare le spalle da Marziale. Nel corso del secondo giro però Smaldone si rimette in testa, nel frattempo invece Marziale si riprende la terza posizione assoluta. Podio assoluto che vede di fatto tre piloti appartenenti a tre classi diverse. Una volta stabilizzati in queste posizioni i piloti guadagnano un secondo sul rispettivo inseguitore e così arriveranno al traguardo.

RISULTATI 1. Smaldone Sport 2. Ricchi Mirko Gp 3. Marziale Gent 4. Nappa Sport 5. Mastrogiacomo Gent 6. Cantile Gp 7. Longo Sport 8. Albiero Gent 9. Carpenedo Gent 10. De Belardini Sport 11. Parrinello Gent

Quarto round per i piloti dei gruppi B-C, lo spunto migliore lo ha Ghidini che con una finta in partenza beffa Silvestri e si prende la leadership della gara. Califano invece aspetta il secondo giro per tentare un sorpasso in tranquillità e si prende il podio assoluto. Recupera posizioni Mattia Corbetta che dalla quarta posizione è anche il primo a scendere in 51”. A tre giri dalla fine iniziano a scaldarsi e in pochi giri succede di tutto. Silvestri si prende la testa della gara, Ghidini lascia improvvisamente passare Califano e Corbetta, Corbetta prende la seconda posizione ed un arrivo al fotofinish per Califano e Ghidini dove ad avere la meglio è proprio il campano Califano per soli 00”.073”’. Una gara davvero sensazionale e ricca di battaglie mozzafiato.

RISULTATI 1. Silvestri Sport 2. Corbetta Gp 3. Califano Gp 4. Ghidini Gent 5. Mauthe Gent 6. Maria Sport 7. Paganin Gent 8. Riccio Gp 9. Cannata Sport 10. Ricchi Michele Gp 11. Caiola Gp

Il quinto round vede in pista i piloti dei gruppi C-D. Ghidini guadagna tantissimi metri prima del via, con Ricchi Mirko alle sue spalle molto indeciso in fase di partenza. Califano rimane invece molto vicino a Ricchi e già nel secondo giro lo passa e si prende il secondo posto assoluto. Ottimo il recupero di Mastrogiacomo sul terzo posto di Ricchi, che proprio mentre sentiva il fiato sul collo dell’avversario compie un errore fondamentale che consegna la posizione a Mastrogiacomo. Da metà gara i piloti si stabilizzano nelle posizioni e così rimarranno fino alla bandiera a scacchi.

RISULTATI 1. Ghidini Gent 2. Califano Gp 3. Mastrogiacomo Gent 4. Ricchi Michele Gp 5. Ricchi Mirko Gp 6. Riccio Gp 7. Albiero Gent RIT Carpenedo Gent RIT Corbetta Gp DNS Parrinello Gent

Sesto ed ultimo round con i piloti dei gruppi A – B. Sorpasso da manuale per Silvestri su Smaldone, che si prende così la prima posizione in curva 1, sorprendendo l’avversario. Marziale recupera subito la quarta posizione e si mette molto vicino a Nappa pronto a soffiare la terza posizione assoluta. I tempi dei piloti però sono davvero vicinissimi e questo non permette a nessuno di prendere il giusto vantaggio per tentare il sorpasso. Arriveranno così infatti al traguardo.

RISULTATI 1. Silvestri Sport 2. Smaldone Sport 3. Nappa Sport 4. Marziale Gent 5. Maria Sport 6. Mauthe Gent 7. Longo Sport 8. Paganin Gnet 9. Cantile Gp 10. De Belardini Sport 11. Cannata Sport 12. Caiola Gp

Mentre nella categoria Rotax 18+ i volti già noti hanno fatto da padrone nelle qualifiche, nella Junior a strappare il miglior tempo è stato Pietro Cargnel che fa segnare il tempo di 50”.787”’ e conquista la sua prima pole e prima pole stagionale. Anche qui piloti divisi in gruppi e a scendere in pista per primi sono i gruppi B-C. Spunto fulmineo per Andrea Cerbone che prova ad uscire in partenza alla sinistra di Filippo Massa Micon, ma le posizioni rimangono invariate. Mirko Graziani, Marcon Giulio e Massa Micon volano lontano dal resto del gruppo. Mentre i primi tre sono distanti la quarta posizione è in ballo fra quattro piloti Alfredo Celentano, Cerbone, Mattia Lo Bianco e Lorenzo Bruni. Nel corso dell’ottavo giro Lo Bianco passa e si mette in testa al gruppetto tentando anche di recuperare sui piloti a podio. Marcon a tre giri dalla fine si incolla a Graziani che deve difendere fino alla fine la sua prima posizione, chiudendo con appena 0”.233”’ di vantaggio. Lo Bianco invece, complici ottimi tempi, stacca il gruppetto e riesce a girare con il secondo miglior tempo di gara dietro il leader Graziani.

RISULTATI 1. Graziani 2. Marcon 3. Massa Micon 4. Bruni 5. Cerbone 6. Lo Bianco 7. Celentano 8. De Gaetano 9. Barone 10. Sabatino Leone RIT Sabatino Nicolas

Il secondo round vede protagonisti i piloti del gruppo A – C. Una partenza mozzafiato di Mauro Palermo, che compie un sorpasso da vero professionista bruciando letteralmente i suoi due avversari. Cargnel probabilmente non si aspettava uno spunto così deciso di Palermo, ma si rimette a testa bessa e nel terzo giro tenta il sorpasso decisivo per riprendersi la leadership. Due giri letteralmente infuocati dove succede di tutto. Palermo scivola fino alla sesta posizione, stessa sorte anche per Cargnel poco dopo, Marcon si trova così primo seguito da Cerbone. Cargnel fa segnare il miglior giro in gara in 50”997 rimanendo l’unico a scendere sotto il muro del 51”. Si accoda al gruppo anche Lo Bianco per poi chiudere in sei in appena tre secondi fino alla bandiera a scacchi. Marcon porta così a casa la vittoria senza lasciarsi impensierire dai suoi avversari.

RISULTATI 1. Marcon 2. Cerbone 3. Cargnel 4. Lo Bianco 5. Ricca 6. Varini 7. Palermo 8. Barone 9. De Gaetano 10. Ghidorzi RIT Mastellari

Terza gara con il gruppo A-B vede una partenza molto ordinata con le posizioni che rimangono invariate. L’unica bagarre che sembra accendersi è fra Graziani e Palermo che rimangono anche i più veloci in pista. A due giri dalla fine ci prova Palermo su Cargnel, che riesce a rimanere davanti ma al giro successivo il nuovo tentativo di Palermo va a segno. Cargnel però finito il rettilineo si riporta davanti e da lo strappo decisivo proprio nel corso dell’ultimo giro conquistando la vittoria con oltre un secondo di vantaggio.

RISULTATI 1. Cargnel 2. Palermo 3. Graziani 4. Massa Micon 5. Varini 6. Celentano 7. Ricca 8. Bruni 9. Mastellari 10. Ghidorzi 11. Sabatino Leone 12. Sabatino Nicolas

Griglia unica invece per la Next Generation con Francesco Contaldo Leader del gruppo con il tempo di 54”590. Parte bene Contaldo ma Mario Zampa già nelle prime curve si porta in testa al gruppo. Bagarre per la terza posizione fra Andrea Tancredi e Alessandro Tersigni che intorno alla metà gara si scambiano più volte la posizione e fino alla fine tengono accesa la lotta. I due arriveranno al traguardo in meno di mezzo secondo, ma a spuntarla sarà Tancredi. Ultimo giro infuocato con Contaldo che tenta il sorpasso ma con decisione riesce a rispondere e ad avere la meglio Zampa.

RISULTATI 1. Zampa 2. Contaldo 3. Tancredi 4. Tersigni 5. Cimino

In Gara2 tutti molto ordinati al via, con Zampa che mantiene la testa della gara. Contaldo questa volta però non ci sta si prende la testa della gara. Intorno a metà gara i due in testa danno lo strappo decisivo per staccare Tancredi e Tersigni. Intanto per la terza posizione c’è bagarre tra i due che si studiano e si infastidiscono. Proprio nel corso dell’ultimo giro un entrata all’interno di Contaldo provoca un contatto che gli costerà una penalità di 10’’ per manovra scorretta e costringerà al ritiro Zampa. A conquistare la vittoria sarà Tersigni che conquista così anche la vittoria di giornata di categoria!

RISULTATI 1. Tersigni 2. Tancredi 3. Contaldo 4. Cimino 5. Zampa

Per la classifica team invece la prima vittoria stagionale finisce nelle mani del Idromec RKS di Marziale Francesco, Ghidorzi Leonardo e Ghidini Giuliano. Secondo gradino del podio per il Ricchi’s Course Team con Palermo Mauro, Cargnel Pietro, Ricchi Mirko e Ricchi Michele; secondi per appena un punto di distacco! Chiude il podio l’Academy Ricchi’s con Marcon Giulio, Bruni Lorenzo, Contaldo Francesco e Tancredi Andrea.

Il KZR vi aspetta numerosi per la prossima tappa stagionale il 23 e 24 Marzo presso la pista Arcobaleno di Trevi.

Alessandra Guidi

Pubblicità
Caricamento commenti...

Hot now