La sperimentazione di sostenibilità unisce architettura e auto elettriche, a Milano: Volvo recharge Portanuova

La sperimentazione di sostenibilità unisce architettura e auto elettriche, a Milano: Volvo recharge Portanuova

Inaugurata la prima stazione Ultrafast in zona centrale a Milano, grazie a Volvo che mette a disposizione per tutti 2 punti da 150 kW (prezzo 0,35 euro/kWh caffè incluso) e una flotta di BEV premium a nolo, per chi vive o lavora in zona P.ta Nuova

9 novembre 2021

Da oggi a Milano chi passa in zona Porta Nuova noterà una “stazione” particolare, con una colonnina ricarica auto elettriche, vicino al Volvo Studio. È la parte più visibile degli ultimi due passi che Volvo Italia ha fatto, sul fronte della sostenibilità partendo proprio da Milano. Arrivano in realtà oggi due annunci di valore per il marchio Volvo da noi, che sensibilizza (o almeno ci prova, più di altri) le persone non solo con proclami, bei progetti o prodotti premium. Ora si parte in zona Porta Nuova con questa stazione Ultrafast, denominata Portanuova Recharge.

La prima del genere in zona centrale a Milano (2 punti 150 kW DC) e ovviamente per ogni auto che si possa collegare, non esclusivamente di marchio Volvo. È l'inizio del piano colonnine Volvo Italia presso i propri concessionari e poi in vari punti vicino alle autostrade, di cui avevamo già scritto su automoto.it (Highways) e che prenderà forma nel corso del 2022 (soprattutto i concessionari, coinvolti sostanzialmente tutti durante l’anno).

Electricity

Giustamente, aggiungiamo noi. È dovuto in questo momento che chi punta a vendere o noleggiare auto premium, elettriche, ne supporti il funzionamento anche con le necessarie colonnine pubbliche a suo onere, parziale. Eh già, servizi, costi e guadagni. Non facile giudicare entrando a fondo nel merito. Ma qui, nella zona rinata di Milano che è riferimento anche fuori Italia, per come si evolve l’architettura sostenibile (vedi biblioteca degli alberi e bosco verticale, ma non solo) arriva la seconda novità Volvo Italia.

Poco fantasiosa nel nome, ma rende l’idea: Electri-city. Un car-sharing Volvo per chi vive (in tutti i sensi, domicilio o anche solo lavoro) il quartiere Porta nuova. Saranno ben 15 i BEV della Casa disponibili da usare (XC40 Recharge) noleggiandoli, per poche ore o anche fino a 3 giorni. Tariffe basse dicono, ma tanto non riguarda chi non è gravitante di P.ta Nuova e quindi non li sappiamo dare, al momento.

Non è un’attività con ritorno economico serio, per la Casa, questo piccolo noleggio come la colonnina, al momento. Ma si segna un passo verso quel servizio a residenti e lavoratori, in termini di BEV, che potremmo vedere anche altrove un domani. Qui tutto corre veloce, cambia e pure in fretta con qualche costo però… E tutto gradevole, esteticamente come a livello ambiente, naturale. Per via della sostenibilità, di materiali e fonte, certificate.

Le vetture saranno pronte uso, anche per aziende della zona che sono obbligate a ridurre CO2 negli spostamenti dei propri lavoratori. Certo, “è roba premium” di una zona milanese, ma è un passo concreto di un marchio, che premium lo è e lo rimarrà. Dove il noleggio BEV dedicato e le colonnine con design eco-sostenibile (platano in piena terra e soffitto erboso inclusi) ci stanno eccome.

Porta Nuova è dinamica, mai ferma con oggi circa 15mila residenti poi in futuro anche 30mila, pare. Un progetto apripista dicono, per la zona di Porta Romana e la Milano verso le Olimpiadi. Chissà come saranno le grandi città del futuro, certo la mobilità resterà fondamentale e per chi resterà a certi livelli, Volvo si affianca. Agli architetti e agli immobiliaristi, perché la Casa svedese, ricordano, non è inquilino della zona con il proprio Volvo Studio (dove vi offrono il caffè mentre ricaricate l’auto, almeno il primo mese di apertura). Insieme a chi realizza infrastrutture, palazzi sostenibili e opere (ovvero COIMA) si sperimenta quanto serve per avere tra pochi anni un 50% di vendite auto fatto da sole elettriche a popolare le strade.

Per gli utilizzatori della colonnina, con la App giusta tra tutte quelle compatibili, si spendono 0,35 euro a kWh ricaricando al Portanuova Volvo recharge che usa energia certificata rinnovabile per oltre il 90% .

“Le iniziative di oggi dimostrano quanto Volvo creda nella sua strategia legata all’elettrificazione finalizzata all’abbattimento delle emissioni di CO2 e come intenda partecipare attivamente alla definizione di un futuro sostenibile per Milano e il nostro Paese - afferma Michele Crisci, Presidente Volvo Car Italia - Investendo sulla Sostenibilità manteniamo le promesse. Abbiamo lanciato il Volvo Studio Milano come luogo nel quale i nostri clienti potevano scoprire e vivere con noi il viaggio verso un futuro di mobilità accessibile e sostenibile; così, dopo le nostre auto elettriche XC40 e C40, adesso è la volta della prima stazione di ricarica ultrafast della città e del primo sevizio di mobilità elettrica premium in Italia. Crediamo sia un passo deciso verso l’elettrificazione a testimonianza dell’impegno per una Sostenibilità globale. Mobilità ma non solo. Chi vive a Portanuova è un pubblico sensibile ai temi della Sostenibilità e crediamo che saprà apprezzare le iniziative che lanciamo.”

Da Moto.it