biposto

Mini Coupè Concept

-

Due posti secchi e look coupè per la Mini del 50esimo

Mini Coupè Concept
La nuova Mini Coupé Concept scrive un capitolo nuovo nella storia di evoluzione del marchio. Lo studio riprende i principali elementi che hanno reso famosa la Mini e conferisce loro un look nuovo. La Mini Coupé Concept, dunque, non dovrebbe essere un modello fine a sé stesso, ma illustra come l’attuale gamma di modelli potrebbe essere completata da una personalità nuova.

 L’affinità alla famiglia Mini è evidente nelle forme del volume anteriore e di quello posteriore, mentre vista di profilo la nuova creatura anglo-tedesca rivela il suo essere sportivo, con una capote molto bassa e filante...che rinuncia alla classica ed accetuata inclinazione "verticale" dei montanti anteriori per dare spazio a linee più slanciate. La due posti misura 3.714 millimetri in lunghezza e 1.683 millimetri in larghezza. L’altezza della vettura è di 1.356 millimetri.

La configurazione del cockpit, della plancia portastrumenti e della consolle centrale si orienta al tipico stile Mini di allestimento interno. Le linee orizzontali e le bocchette di aerazione montate alle estremità accentuano la larghezza della plancia e, contemporaneamente, la spaziosità degli interni. La snella consolle centrale assicura al guidatore e al passeggero un ampio spazio per le gambe. La tipica struttura dei pannelli interni del porte è stata interpretata in una chiave nuova: adesso l’elemento centrale ellittico è completamente chiuso.

Anche nella Mini Coupé Concept il contagiri è montato direttamente dietro il volante, mentre l’indicatore di velocità è stato integrato nello strumento centrale nella zona superiore della consolle centrale. Lo strumento circolare, noto come Center Speedo, riunisce l’impianto audio e le funzioni opzionali di entertainment e di navigazione. Due orologi Chronoswiss incastonati a destra e a sinistra del contagiri creano un legame con le Concept Car precedenti del marchio Mini e gettano un ponte tra l’era analogica della Mini classica e l’era digitale della Mini. Uno dei due orologi è stato realizzato come cronometro che misura i tempi dei giri, mentre il secondo indica l’ora nello stile classico.

Un eccellente modo di festeggiare 50 anni di storia. Esattamente 50 anni fa, il 26 agosto 1959 la Mini classica debuttò davanti al pubblico.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top MINI