trasporto intelligente

Nissan ITS

-

Iniziano i collaudi di un sistema di trasporto intelligente.

Nissan ITS

Nissan Motor Company ha annunciato l’inizio della prossima fase di collaudo prevista dal suo progetto sul sistema di trasporto intelligente (ITS), basato su un tipo di comunicazione veicoloinfrastruttura che consente la comunicazione sincronizzata tra i veicoli e i semafori. Nissan installerà un’avanzata infrastruttura di segnali stradali all’interno dell’area del Nissan Technical Center, nella prefettura di Kanagawa, per raccogliere dati reali relativi ai veicoli di diverse centinaia di dipendenti che partecipano al progetto.
Il nuovo e sofisticato sistema stradale consentirà di ridurre gli incidenti nonché di decongestionare il traffico, specialmente in corrispondenza degli incroci dotati di semafori, portando a un miglior consumo del carburante sulla strada. A tal fine, a partire da ottobre 2006 Nissan ha condotto vari esperimenti a Kanagawa nell’ambito del progetto ITS.

La fase di collaudo condotta all’interno dell’area Nissan è rappresentativa delle condizioni reali di traffico e consente di raccogliere dai veicoli i dati di interesse e di analizzarli in un ambiente strettamente monitorato. L’input dei dati relativi al veicolo e il corrispondente output dei segnali stradali proveniente dagli incroci vengono calcolati da un avanzato sistema di semafori appositamente installati per il programma.
I parametri di base della sperimentazione ITS sono forniti da due strade principali che si intersecano fra di loro: una si estende da est a ovest per due chilometri e l’altra da nord a sud per un chilometro; entrambe sono state dotate di diversi incroci e attraversamenti pedonali. Lungo queste due strade di prova, Nissan ha installato semafori standard e sistemi ottici di rilevamento per l’attraversamento stradale. Nonostante sia possibile raccogliere dati dalle auto dei dipendenti e dai bus-navetta senza apportare alcuna modifica all’equipaggiamento di bordo dei veicoli, diverse centinaia di automobili di dipendenti verranno dotate del Sistema di Informazioni e Comunicazione Veicoli al fine di raccogliere dati specifici utili allo sviluppo del programma di navigazione che si sta testando.

1) Riduzione del numero di incidenti che coinvolgono pedoni: priorità dei segnali stradali ai pedoni che attraversano la strada.
In base alle condizioni di volume del traffico, il sistema effettuerà dei calcoli per ottimizzare il lasso di tempo tra l’atto di attraversamento da parte dei pedoni e il cambiamento nel segnale stradale. A volte i pedoni, quando non scorgono veicoli in arrivo, tendono a ignorare il divieto di attraversamento imposto dal semaforo rosso, e questa è tra le principali cause di incidenti.
L’attuale programma di test darà il proprio contributo ai risultati della ricerca condotta da Nissan sui modi per evitare simili incidenti.
In linea di principio, nei momenti di traffico meno intenso nel corso della giornata, il segnale per i pedoni rimane sul verde mentre quello per i conducenti di veicoli si mantiene sul rosso. Nel momento in cui un veicolo si avvicina e si ferma all’altezza del semaforo, il sistema-veicolo comunica con il rilevatore ottico del semaforo consentendo il passaggio del segnale da rosso a verde. Questo sistema dà priorità alla sicurezza dei pedoni assicurando che abbiano sempre il diritto di precedenza.

 

Quando un automobilista rallenta in prossimità di un incrocio, il sistema sincronizza nuovamente i tempi del segnale verde con il veicolo in avvicinamento per ridurre al minimo le continue fermate e successive accelerazioni, migliorando in questo modo il consumo di carburante nelle condizioni di guida tipicamente urbane. Il programma prevede anche una zona scolastica virtuale che apparirà ai veicoli in eccesso di velocità sul display di navigazione di bordo sotto forma di segnale di avvertimento.

2) Riduzione delle collisioni dovute all’inosservanza involontaria dei segnali stradali: segnalazioni a bordo dei veicoli.
La segnalazione appare automaticamente sul display di navigazione quando un veicolo in avvicinamento a un semaforo raggiunge una determinata distanza da quest’ultimo. Sulle strade pubbliche di Kanagawa questo sistema di segnalazione è attualmente già sottoposto ai test previsti dal progetto ITS. La fase di collaudo avanzata presso il Nissan Technical Center analizzerà ulteriormente l’efficacia di questo sistema relativamente a fattori specifici come l’interfaccia uomomacchina (Human-Machine Interface, HMI). Per ridurre al minimo gli incidenti dovuti all’inosservanza involontaria dei segnali stradali, Nissan sta valutando la possibilità di fornire un maggior numero di avvertimenti, controlli e persino di interventi quando un automobilista non risponde all’allarme relativo al segnale stradale.

3) Riduzione della congestione causata dai semafori rossi e dalle code per la svolta a destra (in Giappone si circola a sinistra, n.d.r.).
La congestione del traffico è spesso causata dai semafori rossi e dai veicoli in coda per svoltare a destra sulle strade a corsia singola. Nissan sta sviluppando il proprio sistema ITS per ottimizzare gli intervalli di tempo tra i cambiamenti dei segnali stradali in modo che corrispondano al volume e al flusso di traffico reali in modo da decongestionare il traffico. Questo avanzato sistema è in grado di individuare i veicoli che stanno per svoltare a destra e di intervenire di conseguenza, riducendo il tempo di attesa in coda e migliorando il flusso del traffico agli incroci. Si stanno inoltre studiando metodi per sincronizzare gruppi di segnali stradali allo scopo di rendere scorrevole il traffico in una più vasta gamma di situazioni.
La prossima fase della ricerca ITS di Nissan mira ad ottimizzare la comunicazione tra veicoli e segnali stradali per creare un sistema avanzato dove i segnali funzionano di pari passo con i dati provenienti dai veicoli in base al variare delle condizioni del traffico. Nissan si augura in questo modo
di contribuire alla riduzione degli incidenti stradali e alla decongestione del traffico, collaborando anche in futuro con le autorità competenti per portare l’attuale sperimentazione sulle strade pubbliche nell’ambito del progetto ITS già in atto a Kanagawa.

Con il programma Nissan Green Program 2010, annunciato a dicembre 2006, Nissan sta lavorando allo sviluppo di nuove tecnologie volte a ridurre le emissioni di biossido di carbonio prodotte dai suoi veicoli e dagli stabilimenti produttivi Nissan in tutto il mondo. Il progetto ITS di Kanagawa contribuisce agli obiettivi del programma NGP 2010 riducendo la congestione del traffico e le emissioni di CO2 dei veicoli attraverso un migliore consumo di carburante.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Nissan