Politica USA in aiuto all'industria: maxi investimenti per la produzione di chip

Politica USA in aiuto all'industria: maxi investimenti per la produzione di chip
Pubblicità
52 miliardi di dollari in 10 anni, per incentivare la produzione di semiconduttori in America. Il Presidente Joe Biden è fiducioso nel proprio settore manifatturiero americano: "Siamo più avanti degli altri"
10 agosto 2022

Un enorme investimento è in arrivo in America, per stabilizzare la situazione sui semiconduttori "una volta per tutte" Oltreoceano. Con il Chips and Science Act, il Presidente Joe Biden - fra l'altro ancora "reduce" dal Covid - ha firmato un decreto che porterà a stanziare 52 miliardi di dollari spalmati su 10 anni, tutti volti alla tecnologia scientifica e in particolar modo alla produzione interna di microchip.

Secondo il Presidente è anche un modo per rilanciare il settore manifatturiero americano, "vera spina dorsale del Paese" a detta di Biden, a cui vanno poi aggiunti oltre 80 miliardi di dollari per la National Science Foundation a sostegno di ricerca e sviluppo di innovazioni tecnologiche.

Il Presidente Joe Biden in occasione della firma del Chips and Science Act
Il Presidente Joe Biden in occasione della firma del Chips and Science Act Saul Loeb | AFP

"Abbiamo fatto ciò che dovevamo"

Risultato positivo al Covid-19 due volte nel corso dell'ultimo mese, Biden si porta dietro qualche problema di tosse durante il discorso, tanto da doversi fermare a un certo punto - chiedendo scusa - per bere un bicchiere d'acqua. Lo sforzo nel proseguire nonostante la tosse ha portato comunque la folla ad applaudire "per lui", oltre che per l'Act a sé.

Il Presidente degli Stati Uniti d'America sente di aver tenuto fede a una promessa, per garantire al proprio paese una posizione di rilievo nel settore manufatturiero di chp e tecnologia anche per il futuro:

"Oggi è il giorno dei Costruttori. Oggi è il giorno in cui l'America mantiene le promesse. E credo che tra cinquanta, settantacinque, cento anni la gente ripenserà a questa settimana e saprà che abbiamo fatto la cosa giusta. Abbiamo fatto ciò che dovevamo fare."

La nuova legge è frutto di una lunga negoziazione durata più di un anno, fino all'approvazione del Congresso avvenuta a luglio. Subito dopo il Presidente Biden si rivolge "direttamente" agli ospiti presenti alla Casa Bianca in occasione della firma, fra cui figuravano esponenti e dirigenti di grandi attività americane quali Intel, Micron e Lockheed Martin:

"Siamo in una posizione migliore e più avanzata rispetto a tutti gli altri Paesi, per vincere questa competizione economica del XXI secolo. E voi siete la ragione per cui sono ottimista riguardo al futuro dell'America."

Argomenti

Ultime da News

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...