Porsche e BMW e le reti 3G in dismissione: alcuni sistemi di emergenza non funzionano più

Porsche e BMW e le reti 3G in dismissione: alcuni sistemi di emergenza non funzionano più
Pubblicità
Simone Lelli
  • di Simone Lelli
Problemi in vista a causa della rete 3G
  • Simone Lelli
  • di Simone Lelli
2 novembre 2022

Problemi in vista per alcune auto, e sembra che la causa sia la dismissione del 3G. Stando a quanto detto già con le indicazioni fortnite all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, TIM ha definitivamente chiuso la rete 3G il 15 ottobre, dopo una dismissione progressiva partita il 13 giugno di quest'anno. Stando a quanto detto da TIM, la chiusura della rete 3G consente a TIM di concentrare gli investimenti sulle tecnologie più efficienti dal punto di vista energetico e più performanti in termini di qualità dei servizi offerti ai propri clienti. Questa cosa è successa ancor prima in America, e tutto questo si è trasformato in un grande trambusto che potrebbe causare danni ad alcune aziende.

Il problema riguarda quelle auto come Porsche e BMW, che rischiano una class action a causa di questa scelta. Le funzionalità Porsche Connect e BMW assist, in modelli usciti fino a qualche anno fa si basavano proprio su quella banda e, per non aver descritto i propri sistemi come destinati all'obsolescenza, ora stanno subendo una class action molto pericolosa, soprattutto considerato che chi l'ha aperta possiede una Porsche Panamera del 2018 e una BMW coupé del 2014, entrambe con questo problema.

Stando al comunicato di TIM, non sarà dismessa la connettività totale di questi dispositivi, ma ci saranno rallentamenti evidenti: "I clienti ancora in possesso di dispositivi in tecnologia 3G (ad esempio smartphone, tablet, router, chiavette, sistemi di allarme/domotica, etc.) possono continuare ad effettuare chiamate e inviare SMS, sfruttando la rete 2G, riscontrando però forti rallentamenti nella navigazione Internet.

Argomenti

Ultime da News

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...