prova

Porsche Panamera Sport Turismo E-Hybrid, equilibrio tra prestazioni e famiglia [Video]

-

Con la sport Turismo Porsche amplia la gamma della berlina che dal 2009 ha venduto più di 150.000 unità. Spazio e prestazioni per gli sportivi e per chi ha voglia di girare il mondo

Con la Panamera Sport Turismo Porsche entra di diritto nel mondo delle station wagon prestazionali, o meglio shooting brake, nome che viene solitamente usato per le familiari sportive di lusso

La versione station wagon dell'ammiraglia tedesca è disponibile in configurazione 4+1 ed è adatta ad ospitare cinque passeggeri. Volendo si può optare anche per la configurazione 2+2. La capacità di carico è superiore alla berlina, grazie al baule che misura 520 litri e che può arrivare a 1390 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori.

L'accoppiamento con le motorizzazioni già presenti sulla gamma Panamera garantisce prestazioni elevate, che pongono quest'auto come la rivale più accreditata dell'Audi RS6. La Sport Turismo sarà disponibile da ottobre in cinque differenti motorizzazioni: Panamera 4 da 330 CV, Panamera 4S da 440 CV, Panamera 4S Diesel da 422 CV, Panamera 4 E-Hybrid da 462 CV e Panamera Turbo da 550 CV. A seguire dovrebbero arrivare i 680 CV della Turbo E-hybrid. 

Dal vivo: com'è fuori

Si distingue dalla normale Panamera per le linee meno spioventi e per un raccordo della parte posteriore più angolato, visto il tetto più alto. Queste linee danno più eleganza anche alla parte posteriore, a beneficio del montante C che adesso integra più materiale e da una sensazione di maggior solidità. Manca l'alettone in stile "Transformers" presente sulla berlina, ma il lavoro ereodinamico svolto sull'appendice alla fine del tetto è molto raffinato. È stato progettato uno spoiler sul bordo del tetto capace di modificare la propria inclinazione su tre livelli in base alla velocità e alle modalità di guida: fino a 170 km/h rimane nella posizione a -7° per favorire l'efficienza, oltre questa velocità raggiunge +1 grado per offrire maggiore stabilità, anche se nelle modalità Sport e Sport Plus questa posizione è ottenuta già a 90 km/h. Oltre questo limite, se viene aperto il tetto panoramico opzionale, l'alettone è in grado di posizionarsi a 26 gradi di inclinazione per ridurre i rumori del vento.

Dal vivo: com'è dentro 

Si sentono tutti i 7 cm in più di spazio per la testa, nella parte posteriore l'abitacolo riesce ad accogliere anche i passeggeri più alti (1,80 si sta benissimo). Anche i sedili sono molto accoglienti, un ottimo compromesso tra comodo e contenitivo che si fa apprezzare nei lunghi viaggi e nei tratti in cui si vuole spingere sull'acceleratore. A disposizione per i passeggeri posteriori c'è una tab con tasti fisici e funzionalità touch per regolare tutti i parametri relativi al condizionamento. La parte anteriore non subisce variazioni rispetto alla classica Panamera dove non manca un'attenzione ai materiali e al design complessivo di plancia e strumentazione. 

Dal vivo: come si guida

Se pensate che le dimensioni e i volumi maggiorati, con conseguente aumento del peso, vadano ad inficiare con il piacere di guida e le prestazioni vi sbagliate di brutto. Grazie soprattutto alle quattro ruote sterzanti la dinamica di guida, una volta capito come gestire il peso, diventa coinvolgente e efficace anche quando si affonda il piede sull'acceleratore. C'è un'ottima connessione generale data dal volante che risponde diversamente a seconda della modalità di guida e che permette di essere sempre precisi soprattutto in inserimento, dove l'auto da il meglio. Tanta sicurezza arriva anche dai freni che dimostrano un'ottima efficienza a patto di familiarizzare con il feedback al pedale datovi dall'ibrido. Il PDK non delude anche su questa Panamera con innesti fulminei in modalità manuale, oltre a un'eccellente fluidità nella marcia in automatico nelle situazioni cittadine. Nel caso della E-Hybrid i consumi sono dichiarati intorno ai 2,6 L per 100 Km, dato che ci sembra forse troppo ottimista ma che, se di poco supperiore, sarebbe sempre un valore veramente notevole. Per i più sportivi ci sono i 550 della Turbo, mentre i malati dovranno aspettare perchè Porsche Porterà anche sulla Sport Turismo i 680 CV della Turbo S E-Hybrid che ci hanno sconvolto in versione tradizionale. 

In conclusione: 

Prezzo a partire da 101.500 euro, in vendita dal 7 ottobre. Sono già stati comunicati i prezzi base di listino per il mercato italiano: 101.500 euro per la Panamera 4, 116.150 euro per la E-Hybrid, 124.560 euro per la 4S, 128.580 euro per la 4S Diesel e 164.000 euro per la Turbo. I valori relativi a consumi ed emissioni sono molto simili a quelli della berlina, con dati compresi tra i 2,5 l/100 km e 59 g/km della Sport Turismo E-Hybrid e i 9,4 l/100 km e 215 g/km della Turbo. Un'auto che sicuramente va a scontrarsi con dei mostri che popolano un segmento molto ristretto, ma che ha tutte le carte in regola per giocarsi il titolo di regina.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche Panamera
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche