Sciopero nazionale taxi: auto ferme in tutta Italia dalle 8 alle 22

Sciopero nazionale taxi: auto ferme in tutta Italia dalle 8 alle 22

Sciopero nazionale dei taxi contro il ddl Concorrenza: disagi dalle 8 alle 22 in tutto il paese

24 novembre 2021

Il servizio dei taxi è fermo in tutta Italia a causa dello sciopero nazionale indetto da tutte le sigle sindacali dalle 8 alle 22 di oggi, 24 novembre: lo riferiscono i sindacati delle auto bianche. L'agitazione, che culminerà con un corteo a Roma, si incentra sul ddl Concorrenza, che, secondo i tassisti, porterà a un'ulteriore deregolamentazione del settore. “Il comparto taxi già vittima da anni del perpetuarsi del fenomeno dell’abusivismo, vede prospettarsi una nuova richiesta di riforma del settore, passante per il Ddl Concorrenza 2021, non ancora scritta ma con l’evidente finalità di regalare il settore a colossi multinazionali stranieri”, si legge nel comunicato diramato da Fita-Cna, Ascom taxi, Uiltrasporti, Unica-Cgil e Uritaxi. Il nodo, per i tassisti, riguarda il provvedimento che, in riferimento al trasporto pubblico non di linea (taxi e NCC), adegua l'offerta “alle nuove forme di mobilità esistenti che utilizzano app e piattaforme tecnologiche”, come, ad esempio, Uber e Free Now. Nonostante lo sciopero - ricordano da Taxiblu 02.4040, il più grande Radiotaxi di Milano - "il servizio Taxi sarà accessibile a tutte le fasce deboli, anziani, donne in gravidanza e a quanti diretti verso gli ospedali".

Da Moto.it

Argomenti