tecnologia

Tassista imbroglione? Ci pensa Google Maps

-

Una nuova funzione della app avverte se l’autista sta facendo un percorso più lungo o devia da quello usuale

Tassista imbroglione? Ci pensa Google Maps

Contro i tassisti furbetti del tassametro, quelli che si approfittano del turista appena arrivato per fare il percorso più lungo e presentare un conto più salato, arriva in Google Maps la funzione “Stay Safer”.

Per il momento si tratta di una funzione della app di Google, di recente arricchitasi delle segnalazioni su autovelox e limiti di velocità, riservata agli utenti indiani, ma che presto arriverà sulle versioni di tutto il mondo, che avverte con una notifica se il taxi ha effettuato una deviazione ingiustificata da quello che è il percorso più breve per arrivare a destinazione. Le notifiche avvisano se c'è una deviazione del percorso di almeno 500 metri.

La funzione “Stay Safer” di Google Maps ha però uno scopo più importante: è quello di consentire di condividere con i propri cari la posizione in cui ci si trova durante un tragitto, al fine di evitare ad autisti malintenzionati, di taxi ma anche di servizi di ride hailing come Uber o Lyft, di approfittare del passeggero per rapine, stupri o rapimenti in zone a rischio.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento