mostra aiuto
Accedi o registrati
WEC

WEC 2015: Porsche vince in Bahrain e conquista il Titolo Piloti

-

Porsche vince anche l’ultima sfida del WEC ma soprattutto conquista il Titolo Piloti con Webber, Bernhard e Hartley. G-Drive Racing si aggiudicano il Campionato tra le LMP2 | N.Villani

WEC 2015: Porsche vince in Bahrain e conquista il Titolo Piloti

Mark Webber, Timo Bernhard e Brendon Hartley hanno vinto il Mondiale Endurance 2015: dopo il Titolo Costruttori arriva anche questo successo per la Casa di Stoccarda, che ha dominato questa stagione e ha ottenuto anche la sesta vittoria nella 6 Ore del Bahrain grazie a Neel Jani, Romain Dumas e Marc Lieb.

 

Webber ha conquistato il Titolo Piloti portando al traguardo la sua 919 Hybrid n°17 al quinto posto assoluto, dopo una gara sofferta, con due soste impreviste per problemi all’attuatore del motore e al sistema ibrido: sono partiti dalla pole e sono stati costretti a una gara tutta in salita ma che vale una carriera per l’australiano e i suoi compagni di squadra.

 

La gara è stata invece vinta dall’equipaggio della 919 Hybrid n°18, dopo una battaglia fantastica con Andre Lotterer, Marcel Fassler e Benoit Treluyer sull’Audi R18 e-tron quattro n°7: indimenticabile soprattutto il duello tra Lieb e Treluyer.

 

I tre portacolori della Casa degli Anelli hanno sperato di poter riconquistare il titolo iridato ma, alla quarta ora di gara, un problema ai freni ha costretto il team a un lungo intervento per sostituire la sospensione anteriore sinistra sulla vettura n°8 di Loic Duval, che è finito così alle spalle dei loro avversari sulla Porsche n°17.

WEC 2015 Bahrain ven (23)
Brendon Hartley, Mark Webber e Timo Bernhard, campioni del mondo piloti WEC 2015

 

Al terzo posto la Toyota con la TS040 Hybrid n°2 di Mike Conway, Kazuki Nakajima e Alex Wurz, che chiude la sua splendida carriera con l’ennesimo podio, il secondo della stagione per il Costruttore giapponese.

 

Tra le LMP1 Private il successo è del team Rebellion Racing con la R-One n°13 di Alexandre Imperatori, Dominik Kraihamer e Matheo Tuscher, 11° assoluti al traguardo.

 

In LMP2 G-Drive Racing si aggiudica il Campionato grazie alla vittoria di Sam Bird, Roman Rusinov e Julien Canal, la quarta affermazione della stagione per l’equipaggio della Ligier JS P2-Nissan n°26.

 

Quest’anno Porsche sbanca tutto e vince anche il Titolo Costruttori tra le GT, con Richard Lietz che si aggiudica quello riservato ai Piloti.

 

Tra le LMGTE Pro la gara è stata vinta da Makowiecki e Pilet sulla 911 RSR n°92, con  oltre 39” di vantaggio sui campioni uscenti “Gimmi” Bruni e Toni Vilander con la Ferrari 458 Italia n°51 di AF Corse. Il Costruttore di Maranello ha perso ogni opportunità iridata dopo la sosta forzata di Davide Rigon alla quarta ora, dopo aver perso una ruota sulla “Rossa” n°71. A Lietz, in coppia con Michael Christensen, è bastato un quinto posto per aggiudicarsi matematicamente il Titolo mondiale.

 

Note positive per la Ferrari nella classe LMGTE Am con il Campionato vinto da Andrea Bertolini, Victor Shaytar e Aleksey Basov del team SMP Racing, a cui è bastato un quinto posto finale, in una gara vinta dall’Aston Martin grazie a Pedro Lamy, Paul Dalla Lana e Mathias Lauda.

 

A seguire il Report dettagliato…

 

I festeggiamenti dei campioni del mondo - il video: 

 

The new FIA World Endurance Champion.

Posted by FIA WEC on Sabato 21 novembre 2015

 

WEC 2015 - 6h del Bahrain - 21/11/15

1 Romain Dumas Porsche 919 Hybrid 6.00'52''843 199

2 Marcel Fässler Audi R18 e-tron quattro '15 6.02'18''153 199

3 Alexander Wurz Toyota TS040 Hybrid 6.01'01''083 196

4 Anthony Davidson Toyota TS040 Hybrid 6.01'02''260 196

5 Timo Bernhard Porsche 919 Hybrid 6.00'58''243 190

6 Lucas di Grassi Audi R18 e-tron quattro '15 6.01'26''618 188

7 Roman Rusinov Ligier JS P2 6.02'04''418 183

8 Matt Howson ORECA 05 6.02'30''009 183

9 Gustavo Yacamán Ligier JS P2 6.01'14''734 182

10 Nelson Panciatici Alpine A450b 6.01'16''167 182

11 Alexandre Imperatori Rebellion R-One 6.01'58''419 181

12 Simon Trummer CLM P1/01 6.01'26''125 180

13 Mikhail Aleshin BR Engineering BR01 6.01'59''015 179

14 Nicolas Prost Rebellion R-One 6.02'33''081 179

15 Nick Leventis Gibson 015S 6.00'54''835 178

16 Pierre Ragues Morgan LMP2 Evo '15 6.01'54''445 177

17 Scott Sharp Ligier JS P2 6.01'11''027 176

18 Patrick Pilet Porsche 911 RSR 6.01'24''984 173

19 Gianmaria Bruni Ferrari F458 Italia 6.02'04''300 173

20 Ed Brown Ligier JS P2 6.02'34''779 173

21 Darren Turner Aston Martin Vantage V8 6.02'39''044 173

22 Christoffer Nygaard Aston Martin Vantage V8 6.02'44''998 173

23 Richard Lietz Porsche 911 RSR 6.01'03''363 172

24 Davide Rigon Ferrari F458 Italia 6.01'30''152 172

25 Alex MacDowall Aston Martin Vantage V8 6.02'09''553 171

26 Paul Dalla Lana Aston Martin Vantage V8 6.01'54''569 170

27 Marco Mapelli Porsche 911 RSR 6.02'09''055 170

28 Christian Ried Porsche 911 RSR 6.02'34''108 170

29 François Perrodo Ferrari F458 Italia 6.01'30''549 169

30 Viktor Shaitar Ferrari F458 Italia 6.01'39''015 169

31 Gianluca Roda Chevrolet Corvette C7.R 6.01'56''659 169

32 Francesco Castellacci Aston Martin Vantage V8 6.02'46''557 168  

 

Foto: Manrico Martella, FIA WEC, Porsche, Audi, Toyota

  1 di 82  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento