mondiale endurance

WEC 2018 Spa, Come da pronostico: Alonso primo con doppietta Toyota alla 6 ore

-

La prima prova del Mondiale Endurance, sul mitico tracciato in Belgio, vede scattare dalla pole la TS050 ibrida di Alonso davanti alla Rebellion di Senna, ma il trionfo è tutto Toyota. Molto bene la Ford in GTE

Ha preso il via il Mondiale Endurace, il WEC come si definisce nel 2018, in quel di Spa-Francorchamps, con la Sei ore dominata dalle due Toyota ufficiali, esattamente come da pronostico. In Belgio si trova e fortunatamente utilizza ancora a pieno, uno degli ultimi tracciati figli solo della tradizione storica e dell’ambiente circostante, non degli interessi o dei freddi progetti a computer, per la F1 soprattutto. Lo schieramento nella massima classe, i prototipi LMP1, vede Toyota unica grande Casa ufficialmente impegnata, per vincere ovviamente. Dopo le prove libere e le qualifiche, su un tracciato che merita questo Mondiale Marche e viceversa (noi in Italia, non lo abbiamo il WEC, ndr) le due vetture giapponesi ibride da circa 1000 CV, le TS050, hanno sempre occupato i primi posti nella lista dei tempi, ma è solo la numero 8, quella di Fernando Alonso e compagni, che scatta dalla prima fila, causa una irregolarità tecnica (flusso benzina) sulla 7, quella che con Kobaiahsi che aveva invece registrato il miglior crono.

Nelle quattro classi, due per i prototipi e due per le auto GT, non sono i nomi dei piloti sotto i riflettori, star da F1 a parte, ma le squadre e le vetture su cui si alternano vari campioni e professionisti, o talvolta anche gentlemen driver, nella LMGTE Am soprattutto. Tra i giovani professionisti, purtroppo, si conta un serio incidente, quello a Pietro Fittipaldi (membro della dinastia brasiliana e nipote di Emerson) che nelle qualifiche è uscito di pista rimediando fratture a entrambe le gambe. Operato d’urgenza, il ragazzo è un condizioni stabili e non preoccupanti in assoluto, ma certo serie per quanto riguardi le possibilità di un efficiente e rapido recupero.

Prototipi dietro a una sportiva derivata dalla serie, accade nel WEC. In questo scatto la nuovissima M8 BMW, ancora acerba per puntare in alto
Prototipi dietro a una sportiva derivata dalla serie, accade nel WEC. In questo scatto la nuovissima M8 BMW, ancora acerba per puntare in alto

6 ore, 2 ibride e 1 Ford

La sintesi è estrema, per quanto gap sia quello che separa nel budget e nelle prestazioni i due prototipi ibridi made in Japan, dal resto dei partenti, endotermici o meno che siano. Per fortuna gli equipaggi sono 37 e le quattro classifiche premiano non solo Alonso, Buemi e Nakajima, meritevoli vincitori, con Fernando vera star ritrovata sul primo gradino del podio, ma anche altri. Al secondo posto ci sono Conway-Kobayashi-Lopez, autori di una rimonta cominciata dalla pit-lane, un giro dopo tutti, sulla seconda TS050. Terza e quarta le due Rebellion, altre vetture classe LMP1 ovviamente: Lotterer-Jani-Senna e Laurent-Beche-Menezes; sono distccate dalle Toyota di due e tre giri rispettivamente. Alla Ford invece, con la GT condotta da Stefan Mucke-Billy Johnson-Olivier Pla, una inattesa e forte affermazione nella classe GTE Pro, dopo aver dominato anche le qualifiche precedendo sempre la plurititolata 911 Porsche, in versione RSR. Le poche rosse al via? Buon terzo posto di classe, LMGTE Pro, per la 488 GTE Evo di Bird-Rigon, anche se con distacco di un giro dai primi due gradini del podio GT. Nella classifica riservata alle GT Am, infine, uno-due per le Aston Martin Vantage, con con Lamy-DallaLana-Lauda davanti a Yoluc-Eastwood-Alers-Hankey. "Onesto" il debutto iridato della nuova M8 GTE, che per ora ottiene un quinto posto di classe, senza però guasti di rilievo a rallentarne il ritmo.

Con questa prima prova iridata dell'Endurance 2018, il richiamo di attenzione verso Le Mans, per la 24 ore che è parte del WEC oltre che gara principe in tutti i sensi, è lanciato e destinato a crescere, con tutto vantaggio di Toyota e dei suoi piloti, a livello di immagine, incluso però l’onere, assoluto quest’anno, di vincere senza fermarsi a poco dal termine per qualche intoppo.

Il WEC 2018 apre a Spa
Il WEC 2018 apre a Spa

A questo link, la classifica completa in formato .pdf della 6 ore di Spa 2018.

Ordine d'arrivo (top-25) - 6 ore Spa 2018, FIA WEC

Nr. Team Drivers Car Class Ty Laps Total Time Gap Kph Best Lap Pit Lap Time
1 8 Toyota Gazoo Racing S. BUEMI / K. NAKAJIMA / F. ALONSO Toyota TS050 - Hybrid LMP1 H M 163 6:00:50.702 9 7 1:57.805 214.0
2 7 Toyota Gazoo Racing M. CONWAY / K. KOBAYASHI / J. LOPEZ Toyota TS050 - Hybrid LMP1 H M 163 6:00:52.146 1.444 1.444 8 7 1:57.442 214.7
3 1 Rebellion Racing N. JANI / A. LOTTERER / B. SENNA Rebellion R13 - Gibson LMP1 M 161 6:01:21.569 2 Laps 2 Laps 9 5 1:59.027 211.8
4 3 Rebellion Racing M. BECHE / T. LAURENT / G. MENEZES Rebellion R13 - Gibson LMP1 M 161 6:02:02.819 2 Laps 41.250 9 43 1:58.820 212.2
6:00:57.850 15 2:01.768 207.1 ENSO CLM P1/01 - Nismo 5 4 Bykolles Racing Team O. WEBB / D. KRAIHAMER / T. DILLMANN LMP1 M 158 5 Laps 3 Laps 10
6 11 SMP Racing M. ALESHIN / V. PETROV BR Engineering BR1 - AER LMP1 M 158 6:02:51.978 5 Laps1:54.128 10 114 2:01.991 206.7
7 26 G-Drive Racing R. RUSINOV / J. VERGNE / A. PIZZITOLA Oreca 07 - Gibson LMP2 D 156 6:01:05.972 7 Laps 2 Laps 8 41 2:05.605 200.7
8 38 Jackie Chan DC Racing H. TUNG / G. AUBRY / S. RICHELMI Oreca 07 - Gibson LMP2 D 156 6:01:27.686 7 Laps 21.714 8 8 2:06.276 199.7
9 36 Signatech Alpine Matmut N. LAPIERRE / A. NEGRÃO / P. THIRIET Alpine A470 - Gibson LMP2 D 156 6:02:01.709 7 Laps 34.023 9 115 2:06.491 199.3
10 37 Jackie Chan DC Racing J. JAAFAR / W. TAN / N. JEFFRI Oreca 07 - Gibson LMP2 D 155 6:01:09.927 8 Laps 1 Laps 8 95 2:05.523 200.9
11 28 TDS Racing F. PERRODO / M. VAXIVIERE / L. DUVAL Oreca 07 - Gibson LMP2 D 155 6:01:21.103 8 Laps 11.176 8 71 2:05.324 201.2
12 31 DragonSpeed R. GONZALEZ / P. MALDONADO / N. BERTHON Oreca 07 - Gibson LMP2 M 155 6:01:24.273 8 Laps 3.170 9 8 2:05.585 200.8
13 50 Larbre Competition E. CREED / R. RICCI / J. CANAL Ligier JSP217 - Gibson LMP2 M 152 6:02:52.750 11 Laps 3 Laps 12 40 2:06.479 199.4
14 66 Ford Chip Ganassi Team UK S. MÜCKE / O. PLA / B. JOHNSON Ford GT LMGTE Pro M 148 6:02:42.936 15 Laps 4 Laps 5 4 2:15.944 185.5
15 92 Porsche GT Team M. CHRISTENSEN / K. ESTRE Porsche 911 RSR LMGTE Pro M 148 6:02:56.867 15 Laps 13.931 6 6 2:15.921 185.5
16 71 AF Corse D. RIGON / S. BIRD Ferrari 488 GTE EVO LMGTE Pro M 147 6:01:08.069 16 Laps 1 Laps 6 5 2:16.834 184.3
17 91 Porsche GT Team R. LIETZ / G. BRUNI Porsche 911 RSR LMGTE Pro M 147 6:01:11.448 16 Laps 3.379 5 52 2:15.667 185.9
18 82 BMW Team MTEK T. BLOMQVIST / A. DA COSTA BMW M8 GTE LMGTE Pro M 146 6:01:00.174 17 Laps 1 Laps 5 43 2:17.120 183.9
6:01:11.937 5 2:17.988 182.7 Aston Martin Vantage AMR 19 97 Aston Martin Racing A. LYNN / M. MARTIN / J. ADAM LMGTE Pro M 146 17 Laps 11.763 5
6:02:01.162 6 2:18.105 182.6 Aston Martin Vantage AMR 20 95 Aston Martin Racing M. SØRENSEN / N. THIIM / D. TURNER LMGTE Pro M 146 17 Laps 49.225 6
21 81 BMW Team MTEK M. TOMCZYK / N. CATSBURG BMW M8 GTE LMGTE Pro M 145 6:02:07.143 18 Laps 1 Laps 6 5 2:17.747 183.0
22 98 Aston Martin Racing P. DALLA LANA / P. LAMY / M. LAUDA Aston Martin Vantage LMGTE Am M 144 6:01:22.580 19 Laps 1 Laps 5 51 2:17.591 183.3
23 90 TF Sport S. YOLUC / E. ALERS-HANKEY / C. EASTWOOD Aston Martin Vantage LMGTE Am M 144 6:01:22.801 19 Laps 0.221 5 125 2:17.516 183.4
24 61 Clearwater Racing W. MOK / K. SAWA / M. GRIFFIN Ferrari F488 GTE LMGTE Am M 143 6:01:40.138 20 Laps 1 Laps 5 124 2:18.254 182.4
25 77 Dempsey - Proton Racing C. RIED / J. ANDLAUER / M. CAMPBELL Porsche 911 RSR LMGTE Am M 142 6:01:26.797 21 Laps 1 Laps 5 41 2:17.815 183.0

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento