Test Drive

Jaguar I-Pace | 400 cavalli elettrici e un design da urlo [Video]

-

Fuori si fa notare per un design tutto nuovo, figlio della piattaforma creata recentemente da Jaguar. Dentro ne ammiri il lusso... e le prestazioni tipiche dell'elettrico. Con un pizzico di autonomia in più, potrebbe impensierire tanti competitor. Forse invece 250-350 chilometri la limitano, anche in ragione del prezzo elevato. Rimane comunque da ammirare e da conoscere, questa Jaguar iPace

Intro

Potremmo stare qui a discutere per vent'anni se l'auto elettrica ha o meno ragion d'essere, ma al netto di colonnine a gasolio o infrastrutture organizzate per resistere oltre un normale weekend di Gran Premio, quello che ci interessa rimaneva, rimane e rimarrà sempre il progresso; quello su cui ci focalizzeremo sempre sarà l'avanguardia, saranno gli esperimenti, sostenibili o meno che siano. E' sostenibile questa Jaguar I-Pace? Se avesse 100 chilometri in più di autonomia sì. Con i 250-350 chilometri che offre, invece, rischia in alcuni casi di limitare o ledere l'eredità di un marchio luminoso come quello di Jaguar. 

 

Esterni

Partiamo da quello che si vede: una macchina da urlo. Potranno dirvi che a loro piacciono solo i V8 che fanno casino, ma fidatevi: si gireranno a guardarvi se starete al volante di questa I-Pace. Più coupe che SUV, con l'acronimo che punta soprattutto sullo sport più che sull'utility. Solitamente abbiamo davanti vetture alte, capaci di reggere bene anche in fuoristrada. Non fa eccezione questa I-Pace, che sulle strade bianche se la cava, ma che offre proporzioni nuove con un abitacolo più avanzato e un cofano più corto. L'avantreno è in generale più corto, con l'aria che si infila nella parte basse del cofano, esce dalla parte alta, e limita il CX a 0.29. Il tetto è spiovente, e Jaguar ha usato la nuova piattaforma in alluminio e altri materiali alto-resistenti. La batteria è nella parte bassa, a tenere il baricentro schiacciato, con cerchi aerodinamici e una coda tronca tutta da guardare. Il bagagliaio si apre insolitamente a mano, ed è anche piuttosto pesante. Amen. 

Interni

Qualità tipica di Jaguar. Tutto è elettrico, tutto si declina in un ambito di lusso, e altrimenti non potrebbe essere. L'assemblaggio delle plastiche è concreto ed elegante, la plancia ha innesti futuristici, il volante a tre razze ospita un pacchetto di comandi che può cambiare a seconda della modalità impostata. Splendido il cruscotto, un display LCD da vestire come si vuole, ampio e wide il display centrale dell'infotainment, che ha avuto un paio di impuntamenti preoccupanti ma che ospita Android Auto ed Apple CarPlay. Bella l'assenza del pomello del cambio, con i comandi di drive, retro, neutro e parking inseriti direttamente sul generosissimo tunnel centrale. C'è tanto spazio, e i vani portaoggetti sono ben organizzati, così come il secondo livello di comandi touch posti sotto il display centrale dell'infotainment. Piacevole il climatizzatore smart, concentrato esclusivamente su chi siede all'interno dell'abitacolo, comodissima dietro grazie al passo di quasi tre metri. Il baule posteriore offre 656 litri di carico utile, che possono diventa anche 1453 litri a sedili posteriori abbattuti. E davanti, nel cofano, ci sono 27 ulteriori litri che Jaguar destina ai cavi di ricarica. 

La Jaguar I-Pace provata dai nostri Galebordons
La Jaguar I-Pace provata dai nostri Galebordons

Motori e Sensazioni di guida (cambio frizione sterzo)

Per quella che è stata proclamata Auto dell'anno del 2019 durante lo scorso Salone di Ginevra, anche grazie ai voti dei colleghi italiani, Jaguar ha optato per due motori elettrici che offrono un totale di 400 CV e 696 Nm di coppia. Si possono bruciare semafori, asfalto, T-Max incollati al sedere. Insomma, tutto. Nel pieno rispetto dei limiti, si intende. Acceleriamo da zero a cento in 4.8 secondi, e raggiungiamo una velocità di punta di 200 chilometri orari. Abbiamo a disposizione il selettore delle modalità di guida, e le sospensioni ad aria, con altezza regolabile. Da guidare raccoglie su di sè tutte le peculiarità delle vetture elettriche, a parte un fastidioso rumore pompato dalle casse dell'infotainment (poco intuitivo) in fase di accelerazione. Ambito consumi: la batteria è da 90 kWh, e ci consente di percorrere da 250 a 350 chilometri con una carica completa. Di più non se ne fanno, nemmeno con una piuma al posto del piede destro che si usa per accelerare. La batteria? Al nickel-manganese-cobalto. La ricarica? Con presa combo: si va dai 7.2 kWh dalle colonnine con corrente alternata, ai 100 in corrente continua alle colonnine di ricarica fast. Da casa? 2.2 kWh... che significano poco più di 40 ore se l'auto è scarica. Fate voi i calcoli per il resto. Consigliata allora l'installazione di una wallbox direttamente nel proprio garage, e a questo scopo gli E-Angels di Jaguar ci aiuteranno in concessionaria a percorrere tutte le tappe del processo di installazione di una stazione di ricarica presso il proprio box (sempre che sia fattibile, si intende, ma anche in questo saremo supportati). Dobbiamo dire che dall'autonomia ci saremmo aspettati qualcosa di più, anche perché il prezzo non è proprio per tutte le tasche.

Sistemi sicurezza attivi e Altri optional

C'è la frenata automatica, c'è l'assistente di corsia attivo che ci tiene al centro della carreggiata, c'è il cruise adattivo che ci porta fino a zero. C'è il controllo dell'angolo cieco, e il cicalino per i pedoni in città e quando si fa manovra. C'è il recupero dell'energia variabile, e si può quindi guidare quasi con il solo acceleratore. Lo sterzo è diretto così come ce l'aspetteremmo per una vettura di poco inferiore ai 4 metri e 70. Comodissima la telecamera a 360 gradi, che consiglieremmo sempre. Attenzione: gli optional non sono pochi... probabilmente non sceglieremmo i cerchi da 22 pollici da 5.000 euro, che rendono la vettura molto secca sebbene rimanga confortevole. Il tetto panoramico invece lo metteremmo, a 1.300 euro. 

Target, prezzi e conclusioni

Con una personalizzazione estrema si può arrivare a poco meno di 95.000-100.000 euro. Non sono pochi, ma si può anche partire da 80.000, e la meccanica, le prestazioni, la batteria sono uguali. Si può vestire proprio come si vuole, a patto di accontentarsi di 300 chilometri circa di autonomia. Vi bastano?

 

Pro e Contro

  • + Look + Qualità degli interni
  • - Il rumore in accelerazione, drogato dalle casse. Perché? - L'autonomia, che ci fa togliere mezzo punto

Scheda

Motore In prova
Cilindrata: Elettrica
Numero cilindri: 0
Potenza: 400 cavalli grazie ai due motori elettrici che erogano 294kW
Coppia: 696 Nm
Cambio: assente
Trazione: integrale permanente
Consumo: si percorrono 250-350 chilometri grazie alla batteria da 90kWh
Emissioni CO2 per km: 0

Prestazioni:
Velocità Massima: 200 chilometri orari
0-100: 4.8 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 468/214/157
Passo: 299 centimetri
Bagagliaio: 656-1453 litri
Pneumatici: 22 pollici
Peso: 2208 chilogrammi

  • bobo941

    Mah, bella ma non bellissima sinceramente....
    In rapporto alle tesla mi sembra un passo indietro..
    Avendo anche quei soldi, non la comprerei...
Inserisci il tuo commento
Altri su Jaguar I-Pace
Modelli top Jaguar
Maggiori info
Jaguar