Prova su strada

Kia Carens 1.7 CRDi 115 CV

Salto generazionale
-

La nuova Kia Carens è una monovolume a sette posti oggi perfettamente allineata alla migliore concorrenza europea in termini di qualità, stile e prestazioni. Grande abitabilità e sistemi di bordo da prima classe, peccato solo per lo sterzo

Kia Carens 1.7 CRDi 115 CV

Fermarsi a guardare la nuova Kia Carens, anche solo per pochi istanti, permette di comprendere fino in fondo l'incredibile salto generazionale fatto dalla Casa coreana, che oggi appartiene per un terzo a Hyundai, nell'arco di pochissimo tempo. Sulla scia del grandissimo successo riscosso dall'ultima generazione di Sportage infatti, il marchio Kia è riuscito a cambiare radicalmente il proprio volto, rivoluzionando praticamente l'intera gamma nel giro di 3-4 anni e portando sul mercato modelli che per design, qualità e prestazioni hanno tagliato di netto i ponti con il passato e che oggi sono a pari livello con la miglior concorrenza tedesca o francese.

 

Se pensate quindi che la nuova Carens sia ancora la tipica auto coreana di qualche tempo fa, molto economica ma anche anonima e non di grandissima qualità vi sbagliate di grosso. La monovolume targata Kia oggi è un'auto pienamente matura, che garantisce standard qualitativi di prim'ordine e che entra a testa alta sul mercato, pronta a sfidare vetture come Fiat 500L Living, Ford C-Max 7, Citroen C4 Picasso, Chevrolet Orlando, Dacia Lodgy,  Peugeot 5008, Toyota Verso e Volkswagen Touaran.

kia carens (30)
La nuova Kia Carens è una monovolume a sette posti che ha raggiunto standard qualitativi paragonabili alla migliore concorrenza europea
 

Focus sulla 1.7 turbo diesel CRDi da 115 CV in allestimento Class

Dopo il primo contatto avvenuto in occasione della presentazione stampa, dove avevamo guidato la più potente versione a gasolio 1.7 CRDi da 136 CV, oggi ci concentriamo su quella che probabilmente sarà la versione più gettonata sul mercato italiano, equipaggiata sempre con il 1.7 CRDi, ma in versione da 115 CV e in allestimento top di gamma Class, che in Italia viene offerta a partire da 23.500 euro (la versione di ingresso Cool, sempre con motorizzazione CRDi da 115 CV costa invece 21.500 euro). Per quanto riguarda il prezzo non bisgona dimenticare che Kia in Italia è l'unica ad offrire su tutte le versioni 7 anni di garanzia.

Dal vivo: com'è fuori

La Carens di quarta generazione (la versione precedente risale al 2006) è una vettura completamente riprogettata da Kia, che punta molto sullo stile, ereditando il nuovo design della Casa concepito principalmente da Peter Schreyer, Responsabile del Design e oggi divenuto anche primo Presidente di Kia non coreano. La monovolume di oggi quindi si inserisce perfettamente all'interno del nuovo family feeling adottato da tutti i nuovi modelli della Casa, con l'obiettivo di risultare, a fronte di dimensioni non esattamente contenute, un'auto comunque dinamica, filante e capace di attirare lo sguardo.

kia carens confronta modello
Metti a confronto le diverse generazioni di Kia Carens e le dirette concorrenti del modello di nuova generazione con il nostro Confronta Modello

 

Se guardiamo il frontale possiamo dire che l'obiettivo è stato pienamente raggiunto. La tipica calandra a "a naso di tigre" domina l'anteriore, affiancata da elaborati gruppi ottici di grandi dimensioni, che integrano le ormai immancabili luci diurne a LED e che, grazie ad una particolare conformazione piuttosto allungata in profondità aiutano a slanciare notevolmente l'immagine della vettura. Convince anche la zona inferiore del paraurti, movimentata da un presa d'aria dalla forma sinuosa, che si congiunge con i grandi fendinebbia sviluppati in verticali, che in questo caso aiutano a slanciare la vettura verso l'alto.

 

Ben riuscita anche la fiancata, che rimane filante e dinamica, grazie al particolare taglio dei finestrini che va a stringersi leggermente nella zona posteriore, ma anche elegante per merito dell'apprezzabile cromatura che circonda in parte le superfici vetrate. Completano il quadro i grandi cerchi in lega da 17 pollici a cinque razze sdoppiate, mentre la sezione di coda è quella che emerge di meno per originalità, con i grandi gruppi ottici a sviluppo orizzontale, disponibili anche con luci a led, e con il lunotto sovrastato da un piccolo spoiler che contribuisce a rendere meno pesante le proporzioni complessive.

 

Osservare gli accoppiamenti di carrozzeria è un altro di quegli elementi che ci fanno capire i passi da gigante fatti da Kia nel campo della qualità, dal momento che sono davvero precisi. Solo qualche componente della carrozzeria, come la cornice superiore degli sportelli anteriori, è realizzato con troppa superficialità, ma in generale la Carens rivela un rigorosità costruttiva solo impensabile rispetto a poco tempo fa.

Saliti a bordo della nuova Carens appare ancora più evidente lo sforzo intrapreso da Kia per egualiare la migliore concorrenza europea. Materiali ed assemblaggi sono di grande qualità, mentre il design si dimostra moderno ma allo stesso tempo razionale

Dal vivo: com'è dentro

Saliti a bordo della nuova Carens appare ancora più evidente lo sforzo intrapreso da Kia per egualiare la migliore concorrenza europea. Materiali ed assemblaggi sono di grande qualità, mentre il design si dimostra moderno ma allo stesso tempo razionale. Ogni comando si trova proprio dove ci si aspetta, mentre il grande display touchscreen da 7 pollici (opzionale) domina dall'alto la scena.

 

Il Total Connectivity System, di serie su tutte le versioni, rende disponibili collegamenti Bluetooth, Aux-In, iPod e USB che permettono di integrare in maniera immediata e completa il proprio smartphone con il sistema di infotainment, davvero ben fatto e molto semplice da utilizzare. Di serie vengono anche offerti il volante in pelle con comandi al volante (forse un po' troppi, rischiano di distrarre), ma anche il cruise control. Per rendere più ricca la dotazione di serie per ognuno dei due allestimenti Cool e Class si possono scegliere dei pacchetti, che permettono di aggiungere per esempio tutta la serie di optional visibili sull'esemplare in prova come i sedili in pelle, la telecamera posteriore (consigliatissima), i sedili e il volante riscaldati, oltre al tetto panorama in vetro ad azionamento elettrico.

kia carens (2)
L'abitacolo della Carens è realizzato con materiali di alta qualità. Il sistema di infotainment è semplice e davvero ben fatto

E' più compatta ma anche più spaziosa

Con una lunghezza pari a 452 cm, la nuova Carens risulta 2 cm più corta, 1,5 cm più stretta (la larghezza ora è di 181 cm) e 4 cm più bassa (l'altezza ) rispetto al modello di precedente generazione, ma il passo è aumentato di 5 cm, tutto vantaggio dell'abitabilità interna e della possibilità di realizzare un posto guida avanzato. In questo modo il montante A risulta in perfetta corrispondenza con il centro della ruota anteriore e la fiancata risulta molto più slanciata. Il peso invece, si attesta a 1.458 kg, un risultato assolutamente nella norma per questa tipologia di auto e per queste dimensioni.

 

L'avantreno può contare su uno schema MacPherson con glie elementi mobili collegati ad un telaietto supplementare sospeso elasticamente sulla scocca per aumentare il confort, mentre al retrotreno troviamo bracci longitudinali interconnessi. L'impianto frenante si affida a quattro dischi (autoventilanti all'anteriore da 330 mm e posteriori da 284 mm). Uno nota va riservata al servosterzo MDPS ad assistenza elettrica dotato di serie del sistema FlexSteer che offre tre possibilità di regolazione (Normal, Sport e Comfort), che adeguano la risposta e la resistenza dello sterzo a seconda dei gusti e delle esigenze del guidatore.

Sicurezza: non manca nulla

Su Carens Kia tiene a sottolineare il balzo in avanti rispetto ai modelli di precedente generazione puntando molto anche sulla dotazione di sicurezza, come confermano le 5 stelle conquistate nei test Euro NCAP, che recentemente hanno adottato criteri di valutazione ancora più severi.

kia carens (4)
La Carens offre un abitacolo molto spazioso. Il merito è del passo, cresciuto di 5 cm rispetto al precedente modello

 

Oltre ai classici ABS e ESP, la monovolume coreana può contare sul controllo della marcia in corsia LDWS (Lane Departure Warning System), che si serve di una telecamera montata all'anteriore e di un avviso sonoro per comunicare al conducente che ha abbandonato la corretta traiettoria, ma anche sull'assistenza alle manovre in parcheggio SPAS (Smar Parking Assist System), che provvede a muovere autonomamente il volante, lasciando al guidatore solo il compito di azionare acceleratore e frizione.

Davanti si domina la strada, dietro largo alla modularità

La Carens è un'auto che punta a conquistare clienti facendo leva sulla grande disponibilità di spazio a bordo. L'abitabilità, che diventa quindi un criterio di valutazione fondamentale per questo modello, si dimostra ottima per i passeggeri anteriori, che hanno a disposizione sedili ampi e confortevoli, che offrono una seduta alta e davvero piacevole per stare in viaggio, che trasmette una sensazione di dominio della strada.

Al posteriore i passeggeri dispongono di tre sedili distinti (più stretto quello centrale, più ampi i due laterali) ed hanno a disposizione davvero molto spazio per le gambe, oltre ad una bocchetta di ventilazione che su un'auto così spaziosa è davvero apprezzabile nella zona posteriore

 

Al posteriore i passeggeri dispongono di tre sedili distinti (più stretto quello centrale, più ampi i due laterali) ed hanno a disposizione davvero molto spazio per le gambe, oltre ad una bocchetta di ventilazione che su un'auto così spaziosa è davvero apprezzabile nella zona posteriore. Aver separato i tre sedili l'uno dall'altro, in modo tale che siano abbattibili anche singolarmente per ovvie esigenze di modularità, ha però reso ciascuna delle sedute non poi così ampia come ci aspetterebbe da una vettura di queste dimensioni, ma si dimostrano comunque adatti per viaggi mediamente lunghi. I due sedili aggiuntivi collocati nel vano bagagli, che possono essere aperti con un semplice gesto, offrono invece la possibilità di ospitare altri due passeggeri in caso di emergenza o due bambini. Lo spazio per le gambe è certamente limitato, ma anche persone di alta statura possono trovare posto per un breve tragitto.

Bagagliaio sconfinato

La nuova Carens è un'auto perfetta per le famiglie numerose che necessitano di grande versatilità, assicurata dal sistema KiaFlex che permette di abbatterei sedili singolarmente, ma anche di grande capacità di carico. Il bagagliaio offre 536 litri di capacità, ma abbattendo tutti i sedili della fila posteriore è possibile disporre di 1.649 litri.

 

La visibilità della Carens è ottima all'anteriore, complici la posizione di guida rialzata ma anche il montante A posizionato ad arte all'altezza del centro delle ruote anteriori, mentre in retromarcia bisogna fare i conti con dimensioni non esattamente compatte. Niente paura se la vettura, come quella della nostra prova, è dotata di sensori parcheggio e di retrocamera, davvero utile e capace di rendere le manovre di parcheggio davvero semplici.

kia carens (29)
La gamma motorizzazioni per l'Italia prevede un quattro cilindri a benzina ad inizezione diretta GDI da 135 CV e il più gettonato turbo diesel 1.7 CRDi disponibile nella versione da 115 CV e in quella più prestazionale da 136 CV

Un benzina e due diesel

La gamma motorizzazioni per l'Italia prevede un quattro cilindri a benzina ad inizezione diretta GDI da 135 CV e il più gettonato turbo diesel 1.7 CRDi disponibile nella versione da 115 CV e in quella più prestazionale da 136 CV.

 

La motorizzazione protagonista della nostra prova, la 1.7 CRDi da 115 CV a 4.000 giri/min è un quattro cilindri della famiglia U2 già adottato da altri modelli Kia, in gradi di erogare 260 Nm di coppia massima a 1.250 giri/min. Questa unità garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in 10, 4 secondi ed un velocità massima pari a 181 km/h, a fronte di un consumo medio dichiarato che può variare da 4,9 a 5,2 l/100 km a seconda delle versioni, con le emissioni pari a 129 o 137 g/km. Il sistema di trasmissione si affida ad un classico cambio manuale a sei marce, con i primi due rapporti corti e una sesta piuttosto lunga al fine di ottimizzare i consumi, senza penalizzare troppo lo spunto in partenza da fermo. L'automatico a sei marce è disponibile solo in abbinamento al diesel CRDi da 136 CV.

Al volante: le nostre impressioni di guida

Premiamo il tasto Start, di serie sull'allestimento più ricco Class, e diamo vita al quattro cilindri a gasolio coreano, che si dimostra davvero silenzioso al minimo, e praticamente privo di qualsiasi tipo di vibrazione, un risultato già di per sé sorprendente, soprattutto rispetto ai propulsori a gasolio di generazione precedente del Gruppo Hyundai-Kia. Muoversi per la città al volante della nuova Carens è molto piacevole, si viaggia avvolti da una buona silenziosità di marcia, anche perché le sospensioni sono morbide, tarate per favorire al massimo il confort e capaci di assorbire con facilità tutte le sconnessioni tipiche delle nostre città.

 

Anche salendo di giri il 1.7 CRDi da 115 CV rimane tutto sommato silenzioso e non si rende mai invasivo all'interno dell'abitacolo. Certo, non è senza dubbio un motore che nasce per fare lo scatto da 0 a 100. In accelerazione i quasi 1.500 kg della Carens si fanno sentire e bisogna lavorare a fondo con la leva del cambio se si vuole avere un po' di brio nella partenza al semaforo. In ogni caso questo motore si dimostra sufficientemente ricco di coppia ai bassi regimi (260 Nm a 1.250 giri/min) per muovere con una certa disinvoltura la Carens nel traffico cittadino e in definitiva si rivela adatto a chi è disposto a rinunciare a un po' di prestazioni in favore di consumi tutto sommato contenuti per un'auto di questo peso e dimensioni.

kia carens (27)
I consumi di carburante, senza mai esagerare con il pedale del gas, si sono attestati mediamente intorno ad un valore di 6,9 l/100 km

Consuma il giusto

Nel corso della nostra prova abbiamo portato la Carens su diversi tipi di percorso, dalla strada a scorrimento veloce fino alle vie del centro cittadino bloccate dal traffico e in autostrada. I consumi di carburante, senza mai esagerare con il pedale del gas, si sono attestati mediamente intorno ad un valore di 6,9 l/100 km, un valore di certo superiore a quello dichiarato (4,9-5,2 l/100 km), ma comunque più che accettabile per un'auto a sette posti di 4 metri e mezzo.

Se si viaggia a pieno carico, meglio il CRDi da 136 CV

Il CRDi da 115 CV ha un'erogazione corposa intorno ai 2.000-2.500 giri/min ed è proprio intorno a questo regime che esprime il meglio di sé e che permette una guida più vivace. Per favorire al massimo il contenimento dei consumi invece è meglio non superare mai i 2.000 giri/min, seguendo i suggerimenti dell'indicatore di cambiata ottimale. In questo modo la Carens si dimostra un'auto perfetta per viaggiare quando non si ha fretta, in tutta tranquillità e godendosi il tragitto. Chi cerca un più più di brio in ogni situazione, ma soprattutto chi ha intenzione di utilizzare la Carens in condizioni di carico non indifferenti (per esempio con quattro o cinque passeggeri e il vano di carico pieno di bagagli) è meglio che scelga il CRDi da 136 CV, ma naturalmente bisogna mettere in conto consumi sensibilmente più elevati.

 

L'impianto frenante ci ha convinto positivamente. I quattro freni a disco hanno mordente a volontà ed anche in caso di frenate di emergenza non mettono mai in difficoltà chi si trova dietro al volante. Il cambio a sei marce manuale presenta innesti precisi, l'escursione della leva è piuttosto lunga, ma comunque adatta a questa tipologia di auto. Ottima la posizione della leva del cambio, che è sempre a portata di mano e non affatica anche dopo diverse ore di guida.

La nuova Kia Carens è un'auto che fa toccare con mano, sia all'interno che all'esterno ma anche sotto al cofano, il grande salto generazionale compiuto dalla Casa coreana nel giro di pochissimi anni

Sterzo: perfetto in città, troppo morbido in autostrada

Una nota infine va riservata allo sterzo, che si è rivelato fin troppo morbido. In città è perfetto, specialmente per effettuare le manovre di parcheggio perché lo si muove davvero con un dito. Il problema è che anche in autostrada rimane così estremamente leggero, non trasmettendo sempre una sensazione di grande sicurezza alle velocità di codice, intorno ai 130 km/h. Tramite un apposito comando al volante è possibile variare la taratura del servosterzo (Normal, Sport e Comfort), ma in nessuna di queste modalità, nemmeno in Sport, abbiamo trovato la giusta risposta dello sterzo per le andature più elevate.

Conclusioni

La nuova Kia Carens è un'auto che fa toccare con mano, sia all'interno che all'esterno ma anche sotto al cofano, il grande salto generazionale compiuto dalla Casa coreana nel giro di pochissimi anni. Oggi la Carens è una monovolume a sette posti perfettamente paragonabile alla migliore concorrenza europea in termini di qualità e prestazioni. I suoi punti di forza sono senza dubbio la grande abitabilità e la dotazione di bordo davvero completa, ma soprattutto anche i 7 anni di garanzia dal momento dell'acquisto, vera esclusiva della gamma Kia.

 

La versione da prendere a nostro avviso è quella in allestimento base Cool, che comunque offre un equipaggiamento completo di tutto ciò che serve, abbinata però al motore CRDi da 136 CV, che si dimostra più adatto e più scattante a muovere un'auto da quasi 1.500 kg, che presumibilmente verrà guidata spesso in condizioni di carico non indifferenti.

Pregi

- Abitabilità

- Qualità costruttiva
- Sistema di infotainmet ed equipaggiamenti di bordo

Difetti

- Sterzo eccessivamente morbido alle alte velocità

- Sedili posteriori: su un'auto di queste dimensioni potevano essere più generosi
- Motore CRDi 115 CV: se si viaggia a pieno carico meglio il CRDi da 136 CV

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Kia Carens
  • Crash test 2013: cinque stelle per Kia Carens e Qoros 3 Sedan sicurezza 25 set 2013

    Crash test 2013: cinque stelle per Kia Carens e Qoros 3 Sedan

    News | Le ultime verifiche effettuate da EuroNCAP tramite i crash test hanno conferito le cinque stelle a due nuove vetture, ovvero la coreana Kia Carens e la cinese Qoros 3 Sedan
  • Kia Carens 1.7 CRDi 115 CV Prova su strada 24 lug 2013

    Kia Carens 1.7 CRDi 115 CV

    di Matteo Valenti
    Prove | La nuova Kia Carens è una monovolume a sette posti oggi perfettamente allineata alla migliore concorrenza europea in termini di qualità, stile e prestazioni. Grande abitabilità e sistemi di bordo da prima classe, peccato solo per lo sterzo
  • Nuova Kia Carens: prime immagini e informazioni ufficiali Parigi 2012 19 set 2012

    Nuova Kia Carens: prime immagini e informazioni ufficiali

    News | Debutterà ufficialmente al prossimo Salone di Parigi la nuova Kia Carens, monovolume che arriverà sul mercato all'inizio del prossimo anno
Modelli top Kia
Maggiori info
Kia