mostra aiuto
Accedi o registrati
Primo test

Mitsubishi Eclipse Cross. Come va e come è fatta la "ASX Coupé" [Video primo test]

-

La nuova Mitsubishi Eclipse Coupé riprende dal passato il nome Eclipse per declinare il concetto di coupé all'interno del segmento C-SUV

Debutta dopo essersi guadagnata le cinque stelle nei crash test EuroNCAP, la nuova Eclipse Cross, cuv giapponese, sarà disponibile in Italia a partire da gennaio in abbinamento all’inedita motorizzazione 1.5 turbo benzina da 163 CV. Con uno stile che unisce tratti da coupé a quello di una sport utility compatta, con una lunghezza di 4,40 m, la novità del sol levante andrà a sfidare un lungo elenco di concorrenti a partire da Volkswagen Tiguan e Nissan Qashqai. Nome audace che richiama la passata generazione di sportive giapponesi e che vuole dare più appetibilità alla nuova versione della ASX. Sarà poi disponibile con un 2.2 diesel da 150 cv per chi vorrà usarla per fare molti chilometri. 

Dal vivo: com'è fuori

Stile molto personale sia nella zona anteriore che in quella posteriore, dove troviamo dei fari con firma LED dal design spigoloso, posti sopra il gruppo freccia-fendinebbia, a loro volta incorniciati da un boomerang cromato che sta diventando un elemento ricorrente per il brand giapponese. Forti nervature anche nella zona laterale per un design che lateralmente spinge e si innalza verso il faro posteriore molto lavorato. Questo, che nella parte laterale assomiglia a quello Volvo si congiunge orizzontalmente e va a separare le due anime della vettura, quella SUV e quella coupé. Da questo risulta in portello bagagliaio molto incurvato che non presenta l'apertura automatica.

Dal vivo: com'è dentro

Buona l'idea di qualità che deriva dal feedback tattile dei pannelli portiera e del cruscotto, con rivestimenti in pelli e cuciture a contrasto che si integrano bene con le plastiche solidamente accoppiate. La consolle centrale è rifinita in nero lucido e finto carbonio e integra il display del sistema di infotainment con Apple Car Play e Android Auto, ma manca la navigazione. Troviamo inoltre due porte USB i tasti per il riscaldamento dei sedili e il touch pad per il controllo delle funzioni base del sistema di Infotainment. Strumentazione mista digitale analogica più volante multifunzione con il tasto per attivare retrocamera e telecamera a 360°. Buona l'abitabilità sia davanti che dietro, dove troviamo un tunnel centrale non troppo pronunciato data la trazione integrale e i sedile, frazionabili in misura 60:40, che scorrono per consentire la massima abitabilità.

Dal vivo: come si guida

Del nome storico riportato al presente con questa vettura rimane il profumo di sportività che Mitsubishi ha voluto declinare all'interno del segmento C-SUV. Scelta dettata dall'andamento del mercato che ha visto introdurre in questo settore linee spioventi e più sportive, che in questo caso potrebbero aiutare la casa nipponica a incrementare le vendite della ASX. In ogni caso, per quanto riguarda la dinamica, si tratta di una vettura con una discreta altezza da terra sprovvista di sospensioni a controllo elettronico, che quindi non restituisce un feedback sportivo ma una discreta confidenza, data da una meccanica comunque raffinata. Il rollio c'è e si sente nei curvoni in appoggio, ma lo schema multilink posteriore e McPherson anteriore danno all'auto una discreta precisione. Il motore benzina, forte dei 250 Nm di coppia disponibili da 1800 giri è molto progressivo nella spinta e grazie all'accoppiata con un sistema CVT molto intelligente che riesce a simulare gli otto rapporti e che quindi evita il noioso effetto scooterone che di solito contraddistingue questo genere di vetture. Anche la trazione integrale a controllo elettronico permette di affrontare in tutta tranquillità strade bianche, oltre ad avventurarsi in tratti più avventurosi. 

In conclusione

Per quanto riguarda il prezzo si parte da poco meno di 25.000 euro fino ai quasi 36.000 euro della versione provata. Coperta da cinque anni di garanzia o 100.000 km. Inoltre, per i clienti che firmeranno il contratto entro fine anno, la Mitsubishi offrirà gratuitamente la manutenzione ordinaria per i primi 100.000 km.

  1 di 19  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mitsubishi ASX
Maggiori info
Mitsubishi