prova

Nissan Navara NP300

Potenza e stile
-

Su strada e in offroad con la terza generazione del pick-up giapponese, che convince anche per confort e finiture. Il listino parte da 19.950 euro IVA esclusa

Nissan Navara NP300

In una location adatta al nuovo Navara NP 300, Nissan presenta la terza serie del suo fortunato pick-up multiuso. Palma di Maiorca, come la maggior parte della Spagna, è ricca infatti di strade sterrate e di strade perfettamente asfaltate ed una delle attività principali è l’agricoltura. Quindi, cosa c'è di meglio di un pick-up tuttofare, comodo e spazioso su strada, ma con tanto carico a disposizione e con trazione integrale perfetta per percorrere in tranquillità sterrati e campi? 

 

Progettato partendo dal robusto telaio a longheroni, rivisto ed ottimizzato per poter essere un gran lavoratore, il nuovo Navara ha però una serie di caratteristiche tecniche e dotazioni pensate per migliorare l’esperienza di guida: Nissan  ha voluto dotare NP300 Navara con alcuni elementi prelevati dal  DNA dei crossover Nissan ed introduce nel segmento dei pick-up stile e confort che hanno segnato il successo di veicoli innovativi come QashqaiX-Trail e Juke.  Inoltre, vera chicca per il mercato, Nissan introduce per Navara anche una garanzia di cinque anni o 160.000 km, una novità assoluta per questo segmento. 

nissan navara double cab (4)
Il nuovo Nissan Navara NP300 convince nel look. E' lungo oltre 5,20 metri e vanta una notevole altezza da terra

Dal vivo: com'è fuori 

E’  ufficiale: ormai il Navara è un “bel” pick-up, quasi all’americana, disegnato con molta attenzione per i particolari, cosa rara nei mezzi che nascono per il lavoro. Il look è aggressivo grazie ai fari grandi e moderni dal taglio “giapponese” ed alla grossa calandra cromata, a cui si aggiungono  i marcati passaruota. 

 

Per le cabine ci sono due possibilità: la King Cab e la Double Cab, quindi 2 o 5 posti. Il King Cab ha comunque due piccole porte a “battente” che danno accesso allo spazio dietro i sedili, dotato di due strapuntini per poter accogliere comunque due passeggeri in caso di bisogno. 

 

La lunghezza del vano di carico varia da circa 1,70 metri a 1,50 metri per una larghezza massima di 1,50 metri. Per l’uso “doppio” è da preferire la versione Double Cab anche perché è dotata di sospensioni posteriori multi link; per il King Cab rimangono le più tradizionali, affidabilissime, ma meno “comode” balestre. 

 

Per l’uso “doppio” è da preferire la versione Double Cab anche perché è dotata di sospensioni posteriori multi link; per il King Cab rimangono le più tradizionali, affidabilissime, ma meno “comode” balestre

 

Il Navara è lungo 5,22 o 5,33 metri ed è largo 1,85 metri. Pesa da 1.850 kg circa a quasi 2.000 kg (a seconda delle versioni) , con un'altezza massima di 1,84 metri. Interessante è l’altezza da terra, notevole, che permette al Navara di affrontare in tutta tranquillità anche l’off road più estremo. Da tenere da conto nelle manovre il lungo interasse, ben 3,15 metri, che però rende il pick-up stabile e con i pesi ben distribuiti. La portata massima sul cassone per entrambi i modelli è superiore ai 1.000 kg. 

nissan navara king cab (9)
L'abitacolo è accogliente e ben rifinito, come nei crossover Nissan più "stradali" quali Qashqai, X-Trail e Juke

Dal vivo: com'è dentro

Per essere un pick-up, la Navara è proprio elegante negli interni, al pari dei ben noti SUV di Nissan come Qashqai o X-Trail. Quindi strumentazione moderna, deviatori luci, schermo navigatore e multimedia sono ben rifiniti. Solo nel King Cab, il cambio manuale a 6 marce con la lunga leva, un po’ da autocarro, ci ricorda che si è comunque su un mezzo solido e da lavoro. L’abitacolo della versione con con il cambio automatico, invece, essendo anche meglio insonorizzato, non tradisce la provenienza “lavoratrice”.

 

La strumentazione è chiara e ben gestibile e anche la radio/CD ha un audio discreto. Il navigatore è funzionale e facile da utilizzare. Ai passeggeri posteriori il King Cab offre due strapuntini che si possono utilizzare giusto in caso di emergenza, invece il Double Cab ha un divanetto omologato per tre posti che offre due comodissime sistemazioni nelle quali si potrebbe fare anche un lungo viaggio. 

Motorizzazione unica

Il motore della Navara, per entrambi i modelli di cabina, è il 2.300 cc dell'alleanza Renault Nissan, già montato su altri modelli. Un motore 4 cilindri, generoso, ottimizzato per coppia e consumi, per dare il meglio nei lavori pesanti e lunghe percorrenze, non dimenticando l'impiego in fuoristrada. E’ stato declinato in due potenze: 160 CV a 3.750 giri, con 400 Nm di coppia da 1.500 a 2.500 giri, abbinato al 6 marce manuale, oppure biturbo da 190 CV a 3.750 giri e con 450 Nm sempre da  1.500 a 2.500 giri, abbinato anche al 7 marce automatico.  

 

I consumi dichiarati si attestano su 6,3 litri per 100 km (per la 2WD King Cab) e 7,0 l/100 km per il 190 CV Double Cab con cambio automatico a 7 marce. 

nissan navara king cab (11)
Nella versione a cabina singola "King Cab" sono presenti due strapuntini per eventuali passeggeri

Come si guida

Entrambi i motori sono molto elastici, riprendono in quinta o sesta già da 1.200 giri senza vibrazioni e incertezze e danno il meglio tra 1.500 e 3.000 giri, anche se si può “tirare” il motore fino a 4.500 giri circa.  

 

Il cambio ha una prima corta, mentre la sesta è una over-drive per ottimizzare i consumi. Il 160 cavalli è risultato un po’ rumoroso oltre i 3.500 giri, invece il 190 cavalli è meglio insonorizzato e sono quasi assenti le vibrazioni fino ai 4.000 giri. Abbinato al 7 marce automatico, il Navara risulta veramente morbido e progressivo, quasi una limousine. 

 

Le misure del Navara sono importanti, quindi bisogna prendere bene le misure sia nelle manovre che nelle curve strette. Bisogna dire che grazie allo sterzo molto demoltiplicato, ai sensori anteriori e posteriori di parcheggio e alla esclusiva telecamera 360° si riesce a manovrare bene. La frizione non è pesante e le marce entrano bene, anche se la leva lunga non è precisissima, quindi la guida tranquilla non dà particolari problemi. 

 

Se si spinge, si nota un po’ di imprecisione dello sterzo e se il cassone posteriore è vuoto, nel King Cab, con le balestre posteriori “scariche”, bisogna fare attenzione alle traiettorie. Discorso molto diverso per il Double Cab, dove il multi-link, fa un lavoro egregio: in pratica è come usare un'auto normalissima, con traiettorie precise e un buon confort. 

nissan navara double cab (8)
Il nuovo pick-up Nissan se la cava benissimo anche in fuoristrada, grazie al robusto telaio a longheroni e alla trasmissione 4x4 con ridotte

In offroad

Cosa c'è di meglio di uno sterrato ripidissimo di montagna per provare le capacità off-road di Navara? Eccoci accontentati, in mezzo alle montagne di Maiorca inseriamo le ridotte e via: la trazione sullo sterrato è perfetta e la Navara non scivola quasi mai. Le sospensioni copiano bene il terreno, solo le balestre posteriori saltellano un po’ se il piano di carico è vuoto.

 

Passiamo poi al modello 7 marce automatiche, con le sospensioni multi-link al posteriore. L’abbiamo trovata veramente eccezionale per il fuoristrada, infatti le ruote posteriori copiano il terreno perfettamente e grazie al morbido cambio automatico ed ai 450 Nm di coppia, la Navara sale ovunque anche nelle manovre in marcia indietro. Insomma, un vero “animale” da pista e sterrati, decisamente gustoso e capace. Navara ha una capacità di traino di ben 3,5 tonnellate, altro vantaggio notevole del pick-up giapponese. 

In conclusione

Sebbene in Italia la Navara sia omologata come “autocarro”, quindi come mezzo da lavoro, il nuovo pick.-up Nissan si presta per un uso molto ampio, specialmente nella variante Double Cab che è veramente capace in fuoristrada ma anche comoda e ben guidabile in strada, oltre che bella a vedersi.

 

Sarà in vendita da febbraio 2016 con prezzi di listino a partire da 19.950 euro per il King Cab 2WD, mentre per il Double Cab 4WD i prezzi partiranno da 27.200 euro, esclusa IVA e messa su strada. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento