prova su strada

Mercedes Benz SLK

Abbiamo guidato ai piedi dell'Etna la terza generazione della Ro
-

Tetto rigido, massima cura per il dettaglio e stile inequivocabilmente ispirato alla supercar SLS AMG

Mercedes Benz SLK

Catania - Rivoluzionaria la prima, elegante e ricca la seconda, più sportiva la terza, Mercedes SLK èà un prodotto che tiene banco con le dovute modifiche del caso sin dal lontano 1996, ovvero da quando Bruno Sacco - allora Responsabile dello Stile Mercedes - tirò fuori dal cappello un prodotto in grado di combinare le caratteristiche di una coupè a quelle di una roadster.


Storia di un successo
Inutile dire che fu un vero successo: la SLK da allora ad oggi, infatti, è stata e con ogni probabilità continuerà ad essere la vettura premium del suo segmento più venduta al mondo, visto il mezzo milione di esemplari commercializzati in 15 anni di carriera. Una vettura che non ha certo bisogno di presentazioni anche se, come accadde nel passaggio dalla prima alla seconda generazione (1996-2004), il 2011 ha portato con sé numerose novità, anche concettuali: la SLK mantiene l'hard top elettrico come la prima versione, la "sciarpa d'aria" (Airscarf) che permette di utilizzarla en plein air anche d'inverno della seconda, ma introduce nuovi concetti di stile "SLS oriented" per rendere più maschile e sportivo un prodotto sino a ieri pensato per essere più classico e vicino all'universo femminile.

Una piccola grande rivoluzione, giocata comunque su elementi tipici delle roadster della Stella, come il cofano lungo, l'abitacolo arretrato e la coda compatta. A tutto questo si sommano i fianchi larghi e modellati, proprio come le vetture degli anni '50, ed uno sguardo ispirato alla SLS...ed in quanto tale alle progenitrici 190 e 300 SL.

La nuova Mercedes SLK rappresenta una piccola grande rivoluzione, giocata su elementi tipici roadster della Stella, come il cofano lungo, l'abitacolo arretrato ed i fianchi larghi e modellati


Come sempre avanti
Interessanti novità riguardano anche l'adozione di elementi come i frangivento (Airguide) composti da una coppia di "orecchie" trasparenti che dal retro dei rollbar ruotano di 180° sino ad arrivare a comporre una elegante barriera trasparente o l'eccezionale cristallo Magic Sky Control che vira da scuro a trasparente e viceversa in pochissimi istanti, permettendo di avere abitacolo estremamente luminosa e confortevole d'inverno ma allo stesso tempo fresca e protetta dai raggi solari d'estate.
 

Abitacolo che, alla stregua dell'esterno, è stato rivisto e corretto nello stile adeguandosi ai dettami stilistici della SLS e, più in generale, delle ultime proposte Mercedes. Molto interessante la presenza di un display a colori al centro della plancia anche nelle versioni d'accesso, che può essere "arricchito" di un navigatore satellitare perfettamente integrato all'elettronica della vettura con appena 600 euro.

Una novità, quest'ultima, che viaggia di pari passo con la volontà di rendere la vettura oltre che più maschile anche più giovane ed accessibile: non è un caso, infatti, che il listino d'accesso sia fissato a meno di 40.000 euro...pur senza rinunciare ad ottime caratteristiche dinamiche e ad una dotazione di sicurezza che si fregia di sistemi come l'Attention Assist (controlla lo stato di fatica del guidatore), il Pre-Safe (attiva tutti i sistemi di sicurezza in caso di manovre oltre il limite) e lo Speed Limit Assist (monitora i limiti di velocità riportandoli sul display).

Tre motori
In termini di meccanica, al lancio SLK arriva in concessionaria con tre motori, tutti dotati di stop&start. Seguendo una logica di downsizing il motore di SLK 200 e SLK 250 è un quattro cilindri 1.8 litri turbocompresso, capace di 184 CV sul modello d'accesso e 204 CV su quello intermedio. In abbinamento al cambio 7-Tronic Plus, opzionale solo sulla "piccola", la "200" consuma 6.1 litri di verde (142 g/km di CO2) accelerando da 0 a 100 km/h in 7 secondi (237 km/h la velocità massima) mentre per la SLK 250 lo 0-100 km/h è effettuabile in 6.6 secondi, con consumi si attestano a 6.2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 144 g/km. 243 km/h, in questo caso, la velocità massima.

Per chi vuole qualcosa di più raffinato, Mercedes propone anche il nuovo sei cilindri a V di 60° da 3.5 litri che ha debuttato recentemente su CLS. Iniezione diretta con iniettori piezoelettrici ed accesione a scintilla multipla, il nuovo motore eroga 306 CV ed assicura la capacità di passare da 0 a 100 km/h in 5.6 secondi. 250 km/h, autolimitata, la velocità massima, 7.1 l/100 km il consumo di verde, con emissioni pari a 167 g/km.

Su strada
Iniziamo subito col dire che la terza generazione della SLK non ha molto a che fare con la seconda...e non solo in termini di estetica. Più sportiva, giovanile e maschile, il nuovo modello è anche decisamente più reattivo e piacevole da guidare in ogni frangente. Lo sforzo di Mercedes Benz nel rendere più sportiva la piccola roadster di casa è evidente sin dai primi metri, in particolar modo per quanto concerne lo sterzo, che ora è più preciso e diretto rispetto al passato dimostrandosi perfettamente in grado di orchestrare un telaio che segue le traiettorie con più precisione pur conservando nel taschino la capacità di assicurare confort che è tipico delle vetture della Stella.

 


Nuova Mercedes SLK
La nuova SLK è molto piacevole da guidare, in particolar modo in abbinamento alla motorizzazione V6 da 306 cavalli. Molto completa la dotazione di serie, in particolar modo alla voce sicurezza

Confort che viene esaltato dalla piacevolezza di sistemi come l'avvolgente sciarpa d'aria calda (Airscarf) o l'invisibile frangivento Airguide, che permettono di godersi la vettura anche con temperature lontane da quelle ideali. Stesso principio, ma al contrario, quello con cui è stato concepito il Magic Sky Control: sorprendentemente veloce nel passare da trasparente a scuro, questo elemento permette di toccare le stelle con un dito d'inverno o proteggersi dai raggi solari d'agosto nel bel mezzo di una coda. Tutto questo a tetto chiuso. Geniale.


SLK 350: esaltante
Elementi che rendono indubbiamente unica la SLK, che ci abbiamo trovato addirittura esaltante nella versione SLK 350. Il nuovo V6, ormai tra gli unici aspirati in un panorama di motori sovralimentati, suona benissimo e spinge la vettura con vigore a qualsiasi regime. Come se non bastasse appare ben accoppiato al cambio 7G-Tronic Plus, che vanta una rapportatura davvero ben studiata, assicura passaggi di marcia veloci e permette di godersi le rinnovate caratteristiche della vettura lungo un bel percorso guidato.

 Poca, invece, la differenza tra le due quattro cilindri: tra SLK 200 e 250 la differenza di 20 CV è percepibile da palati raffinati e non appare, dunque, così fondamentale in termini di prestazione, così come confermato dai dati della Casa. L'unica differenza, a nostro parere, riguarda la disponibilità del cambio manuale: ben rapportato e preciso negli innesti, il cambio di "vecchia generazione" è disponibile solo sulla piccola.

Dentro è ben fatta
In termini di abitacolo la nuova SLK ha fatto passi avanti in termini di qualità dei materiali e cura nell'assemblaggio: di scricchiolii o "rumorini" non ne emergono nemmeno sui percorsi più accidentati. Di ottimo livello anche l'ergonomia, la quantità di informazioni "erogate" dai display e la facilità d'uso di tutte le componenti elettroniche.

Rimane un'auto non semplicissima da utilizzare quotidianamente, almeno non come prima auto: la seduta è sportiva (quindi bassa ed allungata), dietro ai sedili non c'è lo spazio per una borsa (anche se è apprezzabile la quantità di vani portaoggetti) ed il bagagliaio è sì di 225 litri ma come in tutte le cabrio è difficilmente sfruttabile.

Quanto costa
Due i livelli di allestimento disponibili. Il modello d'ingresso si chiama Sport e di serie propone i cerchi in lega da 17", il clima, il sensore crepuscolare, al'impianto hi-fi con kit Bluetooth e USB. SLK 200, 250 e 350 Sport costano rispettivamente 39.900, 44.820 e 53.000 euro. Con 7.750 euro in più si accede all'allestimento Premium, che aggiunge il kit estetico AMG, i cerchi da 18 pollici, gli interni in pelle, il navigatore, i fari bixeno e l'assetto sportivo. L'optional dell'anno, il Magic Sky Control, costa 2.100 euro su tutte le versioni.

In occasione del lancio della nuova SLK, è disponibile, inoltre, la versione speciale “EDITION 1”. Questo modello, in aggiunta al già ricco equipaggiamento della versione PREMIUM, dispone di equipaggiamenti di prestigio, tra i quali vi sono, ad esempio, il tetto rigido ripiegabile Panorama, il pacchetto dinamico, il kit aerodinamico AMG, la pelle Nappa bicolore designo con cuciture a contrasto, l'AIRSCARF e le luci soffuse «ambient». La versione speciale EDITION 1 è disponibile a richiesta anche in tonalità speciale grigio ghiaccio magno designo. Il sovrapprezzo per la versione EDITION 1, rispetto alla PREMIUM, è di 5.500 euro.
 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz SLK
Modelli top Mercedes-Benz
Maggiori info
Mercedes-Benz