Primo test

Porsche 718 Cayman [Video primo test]

-

Il nostro #Masterpilot ha guidato la nuova generazione della compatta coupé di Zuffenhausen. 350 CV la S e 300 la standard si è dimostrata una vettura molto piacevole da guidare, sia su strada che in pista. Ecco com'è andata

La Porsche 718 Cayman rappresenta la nuova generazione della compatta Coupé della casa di Zuffenhausen. La Cayman abbandona il sei cilindri aspirato per passare al nuovo turbo 4 cilindri boxer, e si rinnova anche dal punto di vista estetico che tecnico. 

Esternamente, oltre ai paraurti ridisegnati, spiccano nuovi gruppi ottici anteriori molto sottili, collocati sopra le prese d’aria, che includono luci di posizione e indicatori di direzione. Completano il frontale della 718 Cayman, le prese d’aria maggiorate e i fari principali Bi-Xenon di nuova configurazione con luci diurne a LED integrate (in via opzionale si possono avere i full led).

La parte posteriore, invece, appare più ampia grazie alla fascia di raccordo in colore nero lucido con il logo Porsche integrato. I gruppi ottici posteriori si caratterizzano ora per la particolare tecnica tridimensionale e il design a quattro punti delle luci stop. Passando all’interno il volante sportivo si ispira a quello della 918 Spyder.

La versione di partenza della 718 Cayman è equipaggiata con un motore da 2.0 litri in grado di erogare 300 CV. Il modello S invece sviluppa 350 CV sfruttando una cubatura più generosa, da 2.5 litri. Il motore da 2.0 litri della 718 Cayman raggiunge una coppia di 380 Nm (+ 90 Nm), disponibili fra 1.950 e 4.500 giri/min.

Il nostro #Masterpilot ha guidato la nuova generazione della compatta coupé di Zuffenhausen; si è dimostrata una vettura molto piacevole da guidare, sia su strada che in pista. Ecco com'è andata.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 718 Cabrio
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche