prova su strada

Porsche Boxster S

Modalità divertimento attivata
-

Abbiamo messo alla prova in diverse condizioni di guida la Porsche Boxster 981, che si è rivelata una vettura pienamente matura, adatta sia al track day che ai viaggi, ma che non disdegna nemmeno l'utilizzo quotidiano in città

Porsche Boxster S

C’era una volta una il Salone di Detroit del 1993 quando Porsche decise di presentare un prototipo che rileggesse in chiave moderna la mitica 550 Spyder degli anni cinquanta. Il successo di questa show car a motore centrale fu tale che meno di un lustro dopo, il costruttore tedesco presentò la versione definitiva, denominata Porsche Boxster, pronta per essere esposta negli autosaloni.

 

La maturità acquisita oggi da questa Porsche la si può leggere sulla scheda tecnica, ma anche semplicemente osservandola e godendosela a “ruote ferme”.

Com'è fuori

La Boxster è cresciuta nel corso degli anni, si è affinata perdendo per strada quel “voglio ma non posso” che ha caratterizzato in parte le prime serie, sia dal punto di vista meccanico che estetico. Linee più tese ed arroganti, spalle più larghe e sguardo più cattivo, rendono la nuova Boxster S (981) un'auto completa e sicura di sé, dal punto di vista dell'immagine, ma anche per quello che si cela sottopelle. Le carreggiate si sono allargate, mentre lo sbalzo anteriore si è accorciato, si è allungato il passo di ben sei centimetri, mentre il parabrezza è arretrato di dieci centimetri ed appare ben più inclinato che in passato.

 

Curata e studiata in ogni singolo particolare la Boxster S passa la prova “osservatore tignoso”, da qualunque angolatura la si osservi. Sa essere aggressiva ed elegante al tempo stesso, adatta per il track day con gli amici, e per l'uscita serale con la fidanzata, ma non si tira indietro se la si deve portare al supermercato a caricare i sacchetti della spesa.

winter marathon 2013 3
La Porsche Boxster 981 con cui abbiamo partecipato alla Winter Marathon 2013

Com'è dentro

La raffinatezza che contraddistingue la spider tedesca esteticamente, la ritroviamo anche una volta che ci siamo seduti all'interno dell'abitacolo. “Due posti secchi”, questa è la prima cosa che viene in mente, ma più che confortevoli! L'apertura della porta è accompagnata dal sedile elettrico che arretra per favorire l'entrata del guidatore, mentre Il volante a 3 razze, regolabile fino a 40 mm sia assialmente sia verticalmente, si sposta automaticamente sempre per favorire l’accesso.

 

In combinazione con il cambio automatico PDK (optional), il volante dispone di due tasti di selezione (premendo col pollice, il PDK passa alla marcia più alta "tirando" con l’indice, il PDK scala la marcia) oltre a 4 tasti funzione e 2 selettori a scorrimento per comandare diverse funzioni audio, telefono e navigazione.

 

La nostra Boxster S era fornita del pacchetto Sport Chrono, incluso PDK, che prevede anche un indicatore supplementare al centro del volante, che indica l’attivazione delle funzioni Sport, Sport Plus e Launch Control. Una volta preso posto al volante della Boxster non si può che apprezzare la sensazione di cura ed ergonomia che offre i suo abitacolo. I materiali sono di ottima qualità, sia quelli plastici che la pelle di rivestimento dei sedili. 

posrche boxster s confronta modello
Metti a confronto le tre generazioni della Porsche Boxster con il nostro Confronta Modello

 

La "nostra Boxster S" ha l'interno in pelle chiara, che se da una parte dona luminosità all'abitacolo, dall'altra fa si che il cruscotto si rifletta in maniera moderatamente fastidiosa nel parabrezza in determinate condizioni di luminosità. La strumentazione tenuta nei tre quadranti è particolarmente ricca, aiutata in questo dal computer di bordo (controllabile direttamente con un comando al volante) che si può visualizzare anche sul comodo schermo da 7 pollici e funzione touch screen, del sistema infotainment.

 

Facile interfacciare il proprio smartphone con il vivavoce montato sulla nostra Boxster S, che tra le altre cose è dotata anche di navigatore, pacchetto Sport Chrono, cambio a doppia frizione PDK (Porsche Doppelkupplung), PSM (Porsche Stability Management) e per non farci mancare nulla, anche del PASM (Porsche Active Suspension Management) che è un sistema di regolazione elettronica degli ammortizzatori, e permette al guidatore di scegliere fra due modalità: selezionando Normale gli ammortizzatori diventano più morbidi e confortevoli, mentre se si sceglie Sportiva gli ammortizzatori si fanno sensibilmente più rigidi.

La Porsche Boxster è adatta per il track day con gli amici, e per l'uscita serale con la fidanzata, ma non si tira indietro se la si deve portare al supermercato a caricare i sacchetti della spesa

 

Per cui sulla nostra spider, possiamo direttamente intervenire sia sulle funzioni di regolazione elettromagnetica di rigidità dei supporti motore, ma possiamo anche modificare l'assetto delle sospensioni o la  risposta del motore, il tutto tramite dei semplici comandi posti sul tunnel centrale.

 

Lo spazio a disposizione di chi guida e di chi gli siede a fianco è più che buono, mentre la possibilità di stivare qualsiasi tipo di oggetto più grosso di un portadocumenti, non è il massimo. I vani portaoggetti non mancano, si possono sfruttare quelli ricavati nelle portiere, oppure il cassetto posto davanti al passeggero o tra i due sedili, sul tunnel, ma se il problema è dove mettere una giacca invernale, ci si può affidare ai due appendini posti dietro agli schienali dei sedili, utilizzabili solo se questi non sono particolarmente arretrati, come quando chi guida o gli sta affianco sia più alto di 185 cm, altrimenti… Ci sono i due vani bagagli. Questi permettono di stivare facilmente valige e borse per un totale di 280 litri (150 anteriori e 130 posteriori), anche grazie ad una forma piuttosto regolare.

porsche boxster s 11 def 1
L'interno della Boxster è rifinito con materiali di prima qualità

Motore e Prestazioni

La Boxster è dotata di un motore boxer a 6 cilindri da 2.7 litri con iniezione diretta (DFI) e VarioCam Plus. Quest’ultimo permette di avere due motori in uno, grazie alla regolazione in continuo degli alberi a camme di aspirazione e relativa alzata delle valvole di aspirazione.

 

La potenza del sei cilindri della Boxster S è di 315 CV a 6.700 giri/min, con una coppia massima di 360 Nm disponibile in un ampio regime compreso fra 4.500 e 5.800 giri/min. Questo si traduce in uno 0 a 100 km/h in 5,0 secondi (4,8 con il pacchetto Sport Chrono Plus) e velocità massima di 279 km/h.

Cambio

La Boxster S esce di serie con un cambio manuale a sei marce, mentre la “nostra” era opzionata con il cambio PDK a 7 marce. Dalla prima alla sesta marcia i rapporti sono piuttosto corti, con la velocità massima che si raggiunge con la sesta marcia. La settima è una marcia di riposo e riduce il numero di giri, e di conseguenza, i consumi.

porsche boxster s 5
La sezione di coda rimane senza dubbio la zona più personale della Boxster 981

 

Il tasto Sport, di serie, posto nella consolle centrale serve a selezionare la modalità di guida più sportiva. Premendolo il motore reagisce in maniera più diretta ai comandi dell’acceleratore, il limitatore di giri passa ad un’impostazione più sportiva e la dinamica del motore si fa più aggressiva. Contemporaneamente, la funzione automatica Start-Stop viene disattivata.

 

Selezionando la modalità Sport Plus invece il Porsche Active Suspension Management (PASM), opzionale, passa alla modalità sportiva: l’assetto si irrigidisce e la sterzata appare più reattiva. La funzione Launch Control, permette un’accelerazione da fermo ottimale, senza particolare impegno da parte del guidatore... anzi del pilota!

Scocca

La scocca dei nuovi modelli Boxster si basa sul principio della costruzione leggera intelligente con struttura composita in alluminio e acciaio. L’impiego di materiali specifici esattamente nel punto in cui sono necessari, comporta, da un lato un’elevata sicurezza passiva, dall’altro una notevole riduzione del peso rispetto alla scocca del modello precedente. La struttura delle porte e dei due cofani dei vani bagagli è completamente realizzata in alluminio.

Il perfetto bilanciamento dei pesi che contraddistingue la Porsche Boxster emerge in tutta la sua trasparenza con inserimenti in curva precisi e rapidissimi e con un posteriore che segue alla lettera ciò che fa l'avantreno, e che a comando, del guidatore, apre e chiude le curve a piacimento

Come va

Ritiriamo la nostra Boxster S direttamente alla Porsche Italia a Padova, due chiacchere e due dritte su come gestire i controlli... E siamo sulla strada. Impostato il navigatore su Madonna di Campiglio, da dove partirà la Winter Marathon 2013, competizione che seguiremo in diretta dall'abitacolo della nostra spider (almeno per questo week end), eccoci in autostrada.

 

Cruise control impostato tenendo conto dell'occhio incorruttibile del Tutor, musica di sottofondo, che non fatica a coprire il sei cilindri che a questi regimi gira sornione, e la Boxster S si trasforma in una perfetta granturismo, che però tira fuori le unghie al primo affondo del piede sul pedale del gas. Una ricarica al cellulare attraverso le prese USB e Aux posizionate nel portaoggetti, connessione bluetooth per sfruttare l'ottimo vivavoce, e i chilometri passano in maniera meno noiosa. Un difetto? Manca un bracciolo per appoggiare “gomito” ... Ma forse sarebbe un'eresia!

porsche boxster s 23
La Porsche Boxster può essere dotata del pacchetto Sport Chrono 

 

Finalmente abbandoniamo l'autostrada, e con essa il desiderio del poggiabraccio e ci troviamo ad affrontare le tipiche strade di montagna del Trentino, che risvegliano dal torpore sia il sei cilindri, che il sottoscritto. Una leggera pressione del dito sul tasto Sport posizionato sul tunnel centrale, ed entriamo in modalità "divertimento".

 

Il perfetto bilanciamento dei pesi che contraddistingue questa Porsche emerge in tutta la sua trasparenza, inserimenti in curva precisi e rapidissimi, a dispetto anche della gommatura "termica" (le ottime Michelin Alpin) che tende a muovere maggiormente rispetto alle estive di serie, un posteriore che segue alla lettera ciò che fa l'avantreno, e che a comando, del guidatore, apre e chiude le curve a piacimento.

 

I controlli di trazione e stabilità sono abbastanza permissivi, e lasciano una moderata libertà di azione alla Boxster e a chi la guida, ma anche dopo averli totalmente esclusi, la sicurezza e la facilità di guida non vengono meno. Avendo avuto modo di guidare la Boxster sia in condizioni di asciutto che di asfalto bagnato, senza tralasciare i chilometri percorsi su strade innevate, se non addirittura ghiacciate, si può affermare che questa Porsche é davvero una gran macchina.

porsche boxster s 24 def
I sedili della Boxster offrono sufficiente confort anche per affrontare viaggi mediamente impegnativi

Consumi umani

Controllando i "parametri vitali" della vettura attraverso il computer di bordo, noto che i consumi non sono poi così male, se si è attenti a non esagerare, in autostrada si riescono a percorrere anche 12 km con un litro di benzina, mentre nell'extraurbano è più facile rimanere attorno ai 10. Dandoci dentro ... Le cose cambiano decisamente in peggio, ma tutto rimane all'interno di numeri più che accettabili.

 

Il confort di questa spider è una bella sorpresa, anche mettendo mano alla regolazione dell'assetto, irrigidendolo quanto possibile, l'assorbimento delle sconnessioni da parte delle sospensioni rimane discreto, così come la silenziosità, di marcia. Il motore non è particolarmente rumoroso, a meno che non si inizino a dare dei gran pestoni al pedale del gas, azione tutt'altro che sconsiderata che porta a un sommo godimento per le orecchie. Un latrato pervade l'abitacolo e avvolge gli occupanti, mentre i rapporti vengono letteralmente sparati uno dietro l'altro dal cambio PDK.

winter marathon 2013 63
Serve un po' di tempo per abituarsi ai comandi al volante del cambio automatico PDK

Comandi al volante: bisogna farci l'abitudine

I comandi al volante sono posizionati in maniera ergonomicamente corretta,  ma la loro logica di funzionamento no. Il fatto che per inserire il rapporto si debba "tirare" il comando e per scalare si debba schiacciare, è atipico e serve po' di tempo per far si che diventi naturale.

 

In compenso il funzionamento di questo cambio è eccellente e perfetto sia nell’uso “normale”, sia nell’utilizzo sportivo. Questo weekend di passione sta volgendo al termine, e la convivenza con questa Porsche si sta facendo troppo piacevole, meglio finirla qui e basta, prima che la cosa si faccia troppo seria ...

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche Boxster
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche