TEST AUTO ELETTRICA

Porsche Boxster E

Stesso fascino ad emissioni zero
-

Siamo saliti sulla roadster che anticipa parte del futuro della Casa di Zuffenhausen

Porsche Boxster E

Berlino - Anche per una Casa votata alla sportività come Porsche il Michelin Challenge Bibendum può rappresentare un'ottima occasione per mostrare quale sia il futuro della propria gamma.

SGUARDO AL FUTURO
Preso atto dell'assenza della 918 Spyder, che non è stata portata a Berlino alla stregua di alcuni prototipi come Citroen Survolt e Peugeot EX1, da Zuffenhausen sono arrivate al vecchio aeroporto di Berlino la nuova Panamera S Hybrid e due delle tre Boxster E protagoniste del progetto pilota patrocinato anche dal Ministero dei Trasporti tedesco.

 La vettura, della quale siamo stati ospiti lungo il percorso di prova allestito per la manifestazione, non era però dotata come la terza vettura del programma di sviluppo elettrico di due motori ma di uno singolo montato posteriormente.

122,5 CV, alimentati da un pacco batteria da 29 kWh, la Boxster E pur dotata del singolo motore ha dimostrato di essere particolarmente avanti nello sviluppo, in particolar modo per quanto concerne il confort di bordo - è silenziosissima - e le strategie che guidano l'erogazione dell'energia ed il recupero in frenata.

COME LA STANDARD
Il collaudatore che ci ha accompagnato tra le curve del tortuoso tracciato sviluppato a pochi passi dalle piste di decollo ci ha parlato della vettura in toni entusiastici, in particolar modo di quella con doppio motore, sottolineando che l'autonomia è ben oltre ogni aspettativa ed anche in termini di tempi sul giro la differenza tra la Boxster elettrificata ed una Boxster standard sono del tutto paragonabili.

 Grazie al posizionamento centrale del pacco batterie, infatti, l'influenza del peso del power pack (la vettura pesa 1.650 kg contro i 1.400 della versione di serie) nella dinamica di guida è più limitato di quanto si possa credere, in particolar modo nei cambi di direzione e nella percorrenza delle curve.

SILENZIOSITA' INNATURALE
Estremamente piacevole, oltre alla "innaturale" silenziosità, anche la progressione e la linearità (non vi sono assenze di spinta dovute alla cambiata) con la quale la vettura acquista velocità, che è davvero uno degli elementi che maggiormente differenzia le vetture elettriche, in termini di pura guida, dalle tradizionali soluzioni a motore termico.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche Boxster
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche