intervista

Laurent Blanchet: «Peugeot avrà molto presto una plug-in hybrid»

-

Mentre sta razionalizzando la sua gamma alla ricerca di maggiore redditività, Peugeot è impegnata a raggiungere nuovi traguardi in termini di qualità e design. L'obiettivo, neanche troppo nascosto, è quello di arrivare a comptere con la Volkswagen

Laurent Blanchet: «Peugeot avrà molto presto una plug-in hybrid»

Ginevra – Mentre sta razionalizzando la sua gamma alla ricerca di maggiore redditività, Peugeot è impegnata a raggiungere nuovi traguardi in termini di qualità e design. L'obiettivo, neanche troppo nascosto, è quello di arrivare a comptere con i tedeschi della Volkswagen e se le cose andranno bene, in futuro, potremo tornare ad avere delle vere sportive firmate dal Leone.

 

Ci ha spiegato tutto Laurent Blanchet, Direttore Prodotto Peugeot, in occasione del Salone di Ginevra.

 

Peugeot sta cambiando radicalmente pelle. Sembra proprio che puntata a diventare una “Volkswagen alla francese”, è proprio così?
«È vero, stiamo rivoluzionando l'immagine del nostro marchio. Un impegno che abbiamo intrapreso con la nuova 308 e che intendiamo raggiungere attraverso un nuovo stile, maggiore qualità e tecnologie innovative, anche in ambito motorizzazioni. Ed è sempre in quest'ottica che abbiamo deciso di cambiare la nomenclatura dei nostri modelli, che ora si basano solamente sul numero otto, con uno o due zeri. Stiamo cercando di riposizionare il nostro marchio, puntando ad una clientela più raffinata. Ed è chiaro che l'obiettivo è competere direttamente con Volkswagen».

blanchet peugeot
Laurent Blanchet, Direttore Prodotto Peugeot. In apertura la Peugeot Exalt concept

 

È una strada impervia, non avete paura?
«Non abbiamo paura perché per raggiungere questo obiettivo abbiamo sviluppato una gamma molto coerente e ricca di contenuti. A Ginevra per esempio presentiamo la rinnovata 208 che va nella direzione della sorella maggiore 308 con nuove tecnologie, migliore qualità e un look ancora più raffinato. Stiamo vivendo una crescita molto costante, passo dopo passo, perché vogliamo diventare sempre più raffinati e competitivi ma non vogliamo diventare un brand premium. Il nostro obiettivo è arrivare a competere con i migliori marchi generalisti del mondo e sono sicuro che ce la faremo».

 

Cosa dobbiamo aspettarci dal futuro Peugeot?
«Al momento vogliamo continuare a sviluppare la gamma attuale e non vogliamo presentare modelli in nuovi segmenti di mercato. Nel prossimo futuro, tra uno o due anni, rinnoveremo i nostri modelli e raggiungeremo un livello qualitativo ancora più elevato di oggi».

peugeot 3008 (34)
Presto la 3008, qui in versione restyling, verrà sostituita da un modello di nuova generazione

 

Tutti gli occhi sono puntati sulla nuova 3008, che dovrebbe diventare un vero e proprio SUV, abbandondo l'attuale immagine da crossver. Quando la vedremo?
«Il segmento SUV è importantissimo per noi. Pensate che in termini di vendite una Peugeot su cinque è una crossover. E poi è un segmento che ci garantisce una grande redditività. La prossima generazione? È un po' presto per parlarne ora, ma arriverà senza dubbio nel prossimo futuro».

 

La RCZ è il modello più sfizioso della vostra gamma attuale ma non avrà un'erede. È proprio così?
«Per uscire da un momento difficile abbiamo pensato per prima cosa di razionalizzare la nostra gamma. La RCZ è un'auto davvero ottima, che ha avuto un grande successo. È vero, al momento non ci sono piani per sostiruire questo modello ma in futuro, quando il marchio Peugeot tornerà ad essere sano da un punto di vista finanziario, sono sicuro che tornerà ad avere auto più sportive ed estreme».

Per uscire da un momento difficile abbiamo pensato di razionalizzare la nostra gamma

 

Puegeot e l'intero Gruppo PSA come pensa di rispettare i vincoli sempre più stringenti in materia di lotta all'inquinamento?
«Prima di tutto dobbiamo dire che Peugeot ha appena rivoluzionato la propria gamma motori con l'arrivo dei nuovi benzina PureTech e diesel BlueHdi. Pensate che la 208 a gasolio è riuscita a scendere fino a 78 g/km per quanto riguarda le emissioini di CO2, diventando l'automobile più efficiente del segmento. In secondo luogo abbiamo già confermato che nel prossimo futuro arriverà il nostro primo modello plug-in hybrid, che sarò in grado di percorrere circa 50 km in modalità full electric».

peugeot rcz r (16)
La RCZ non avrà eredi. Ma non è detta l'ultima parola

 

Su quale modello arriverà la tecnologia plug-in?
«Non posso dire quale sarà il nostro primo modello plug-in hybrid, ma vi assicuro che nascerà sulla nuova piattaforma EMP2, la stessa per intenderci della 308».

 

Puntata anche all'elettrico?
«Abbiamo anche già annunciato lo sviluppo di un powertrain completamente elettrico che debutterà sulla nuova piattaforma EMP1, quella destinata alle vetture più compatte della gamma, che manderà in pensione l'attuale piattaforma B (Peugeot 208, Citroen C3, ecc.,).

 

Plug-in ed elettrico. Ma che fine ha fatto la tecnologia Hybrid Air? È morta e sepolta?
«Non abbiamo preso ancora nessuna decisione in merito alla tecnologia Hybrid Air. Ma vi posso dire che non la svilupperemo fino a quando non avremo trovato un partner tecnologico con cui condividere i costi. Sappiamo infatti che se una tecnologia di questo tipo non viene condivisa anche con altri competitor rimarrà sempre troppo costosa, non solo per noi ma anche per i clienti finali. Inoltre molti governi europei hanno deciso di incentivare di più le plug in, quindi l'Hybrid Air si è ritrovata la strada un po' sbarrata. È una tecnologia potenzialmente pronta, che funziona, ma attualmente non ci sono le condizioni per svilupparla».

psa hybrid air (1)
L'Hybrid Air probabilmente non avrà futuro

 

Siete tra i precursori del motore diesel e in Francia quasi l'80% del parco circolante va a gasolio. Ora il governo di Parigi ha dichiarato guerra al diesel, come l'avete presa?
«Credo che il governo francese stia facendo una grande confusione con i diesel. Noi infatti, con la nostra nuova generazione di motori BlueHDi Euro 6 siamo riusciti ad abbattere il 99,9% di Nox grazie alle tecnologie più raffinate del mondo. E sbarrare la strada ai diesel quindi non ha più senso. Il governo francese continua a trasmettere un'immagine dei diesel che forse poteva andar bene anni fa ma che oggi non ha più alcun senso».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 308 SW
Maggiori info
Peugeot