mostra aiuto
Accedi o registrati
normative

Auto incidentata? Chi compra va sempre avvisato

-

Anche se la riparazione è a regola d'arte. Altrimenti si rischia di dover risarcire

Auto incidentata? Chi compra va sempre avvisato

Chi vende un'automobile riparata dopo aver subito un incidente ed ha intenzione di vendere sappia che deve sempre informare il potenziale compratore sul danno subito e sulla riparazione eseguita. Lo ha stabilito una sentenza del Tribunale di Nola del 2013 confermata dalla Corte di Cassazione pochi giorni fa (sentenza 16886/2017), che stabilisce l'obbligo di informare l'acquirente prima di accordarsi sul prezzo di vendita.

Per i giudici, infatti, bisogna sempre mettere al corrente chi vuole acquistare anche se la riparazione è stata effettuata a regola d'arte e ha ripristinato il veicolo nelle condizioni pari al nuovo, altrimenti quest'ultimo è legittimato ad ottenere un risarcimento.

Nel caso di specie, si legge nella sentenza, il Tribunale «rilevava da un lato l'effettiva sussistenza delle riparazioni lamentate e dall'altro che le suddette riparazioni erano state fatte a regola d'arte e, quindi, il veicolo non presentava difetti in ordine alla sua funzionalità».

«Tuttavia – prosegue la sentenza della Cassazione -, affermava che l'autovettura al momento dell'acquisto si poteva considerare “incidentata” mentre era stata presentata come “praticamente nuova”. Tale comportamento scorretto da parte del venditore era quindi fonte di responsabilità, ai sensi degli art. 1366 e 1175 c.c. , dato che l'acquirente non avrebbe certamente contratto alle condizioni pattuite in caso di conoscenza dell'avvenuto sinistro».

In questo caso il venditore è stato condannato a 1.500 euro di risarcimento (la richiesta era di 2.500), ma protraendosi la controversia fino in Cassazione le spese liquidate dalla Corte sono state di altre 2.200 euro.

  • lucamax62, Milano (MI)

    Mi pare che la sentenza della Cassazione sia una grossa sciocchezza.

    Perché nella pratica commerciale un auti incidentata è un auto che non è stata riparata essendo nelle condizioni post incidente.

    Essendo l'auto un oggetto prodotto in serie la riparazione se eseguita a regola d'arte non differenzia l'oggetto nuovo da quello riparato specie se i pezzi danneggiati sono sono interamente sostituiti.

    Cosa diversa sarebbe se si trattasse per un oggetto unico, ad esempio un opera d'arte come un dipinto, per definizione un opera unica ed irripetibile dove il riparatore non potrà mai essere come l'artista .

    Semmai la Cassazione avrebbe potuto dirimere un altra questione e cioè fino a che punto una riparazione è lecita ed opportuna ?
    Per un auto che ha subito la deformazione dei lamierati della scocca siamo certi che la riparazione anche con l'ausilio della dima ripristina le caratteristiche di una scocca nuova ?
    Io di dubbi ne ho parecchi al riguardo.
Inserisci il tuo commento