Dakar. Audi lancia l’Astronave RS Q e-tron E2

Pubblicità
Piero Batini
  • di Piero Batini
Prima assoluta dell’arma di Audi per la Dakar 2023. La Macchina che ha strabiliato al debutto della Dakar di gennaio si presenta notevolmente evoluta, anche se a prima vista…
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
1 settembre 2022

Neuburg, Germania, 1 Settembre. Il 30 Novembre 2020 AUDI scuote il mondo annunciando la partecipazione alla Dakar 2022. Il terremoto si rinnova il 31 Maggio 2021 quando, un passo avanti, AUDI annuncia la formazione della Dakar, che è intenzionata a vincere: Stephane Peterhansel, Carlos Sainz, Mattias Ekstrom. Per la logistica Racing è “svelata” la collaborazione con Sven Quandt, con il potenziamento del ramo centrale della sua struttura da dedicare esclusivamente alla missione di AUDI, Q Motorsport. Partendo dal “debuttante”, Ekstom è il versatile genio della velocità che da anni interpreta alla perfezione le ambizioni della Casa, Sainz è il re iberico del WRC e della Dakar, genio e intuito sopraffini quando si parla di sviluppo di Macchine da Rally e Rally-Raid, Peterhansel è il Genio della Lampada, che si parli di BMX, Enduro o Dakar, troppe volte il migliore assoluto. Nel Team da sogno i rispettivi navigatori Emil Bergkvist, Lucas Cruz, Edouard Boulanger.

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

Della Macchina ancora nulla. Si vocifera che sarà un “prototipo elettrico con range extender”, e l’incredulità viene meno quando si scopre che TSO, l’organizzatore della Dakar, ha istituito la classe T1 E, dove “E” è la finestra su un mondo nuovo disseminato di scadenze rigorose sul cammino di switch verso le energie rinnovabili. Il dado (elettrico) è tratto, e non si deve aspettare molto. Neanche due mesi. Il 23 Luglio, in diretta TV da Neckarsulm, vengono diffuse le prime immagini della RS Q e-tron, l’”arma” di Audi per la Dakar Arabia Saudita 2022 e successive. Si è continuato a giocare un poco sull’equivoco, ma finalmente si scopre che la RS Q e-tron ha una impostazione tecnica inedita che riunisce lo stato dell’arte di varie tecnologie sperimentate con successo da AUDI e riunite in un’auto da corsa che non ha precedenti. La RS Q e-tron è spinta da due MGU ereditate dall’impegno AUDI con le E e-tron FEO7 di Formula E. Le due unità sono alimentate da batterie caricate da un convertitore dell’energia che arriva da un motore termico, derivato dall’unità a quattro cilindri TFSI-Turbo a iniezione che AUDI ha utilizzato con successo nel DTM, con funzione di generatore. È un progetto mostruosamente complesso. E altrettanto affascinante.

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

Per farla breve. Dopo una serie di prove “segrete” in Marocco, l’astronave AUDI scende in campo l’1 Gennaio, schierata al via della 45ma Dakar Arabia Saudita. Il 4 Gennaio la RS Q e-tron vince per la prima volta. È la terza Tappa ad Al Qaysuma e Carlos Sainz la proietta nella storia. 3 AUDI nei primi 5. Il 10 Gennaio a Wadi Ad Dawasir, 8a Tappa, vince Ekstrom e Peterhansel è secondo, due giorni dopo Peterhansel vince la sua prima Tappa a Bisha (doppietta con Sainz secondo) e il “Matador” vince ancora la penultima. 10 podi, un successo al debutto senza precedenti. Volendo esagerare, potremmo aggiungere che c’è una disputa piuttosto importante al termine della prima Tappa, un problema di road book, che probabilmente priva Sainz di una vittoria sensazionale, istantanea. La prima campagna Dakar di AUDI è andata oltre qualsiasi aspettativa. Non è finita. Il 10 Marzo Peterhansel e Boulanger vincono l’Abu Dhabi Desert Challenge, 2a prova del neonato Mondiale Rally-Raid dopo la Dakar. È la prima vittoria assoluta della RS Q e-tron!

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

E finalmente è giorni nostri. Ricominciamo. Neuburg, primo Settembre. Competence Center Audi Motorsport di Neuburg, non lontano dall’headquarter di AUDI AG a Ingolstadt. AUDI Presenta ufficialmente la RS Q e-tron E2. È l’evoluzione del prototipo, il primo step (logico) denominato E2.

La macchina si presenta molto simile alla sua progenitrice, eppure ricordando, guardando bene… e immaginando, si scopre che le differenze sono molte, o meglio che sono pochissimi i particolari “confermati”, per lo più solo concettualmente a conferma della bontà del progetto originale. La linea è più filante, anche elegante pur nella sua veste “cattiva” e la carrozzeria, sebbene ricordi l’”originale” è stata completamente ridisegnata per una realizzazione totalmente nuova con nuove tecniche di stratificazione e uso dei compositi. Per esempio ridisegnate le cover delle ruote di scorta, ora più facilmente amovibili e decisamente meno ingombranti, e così i nuovi cerchi a dieci razze realizzati da Rotiform, più facili da maneggiare.

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

Meno evidente, ma è facile fidarsi, che l’aerodinamica è stata migliorata, Non più solo galleria del vento ma fluidodinamica computazionale per ottenere un coefficiente aerodinamico inferiore del 15%. Più la guardi e più è un’altra macchina, totalmente nuova. Le linee di cofano e parafanghi, ora quasi un velo al di sopra delle gigantesche ruote, contribuiscono a creare nuovi effetti aerodinamici, i cui vantaggi sono dedicati alla maggiore abitabilità dell’abitacolo, e quindi ingombro, e all’efficienza in termini di fabbisogno energetico. La velocità massima regolamentare della categoria è limitata in 170 km/h, già abbondantemente alla portata del “vecchio” prototipo, quindi anche in questo caso lo step evolutivo è teso all’ottenimento di fattori di vantaggio in cascata che confluiscono in un unico, grande miglioramento: l’efficienza. Sappiamo che è stata limata la stazza lorda, non di molto perché il nuovo regolamento T1U (Ultimate) impone un peso minimo di 2.100 KG, però è molto se si pensa che il primo prototipo era un carrarmato ridondante di robustezza e già nella fase iniziale del progetto era stato previsto di ridurne i carichi. Così quei chili in meno si moltiplicano per effetto del contenimento delle masse e dell’abbassamento del baricentro.

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

Efficienza. È il leit motov dell’evoluzione E2 della RS Q e-tron. Vale anche per elettronica e motori. “Confermate” le 3 unità elettriche. Due MGU05 (Motor Generator Unit) sugli gli assali per la trazione, e una terza unità come generatore per la ricarica della batteria. Infine, non essendo possibile disporre di energia a calo nel deserto, Audi ha adottato la soluzione “on board”: il range extender. Ovvero il famoso e performante quattro cilindri TFSI – turbo a iniezione diretta di derivazione DTM.

Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023
Audi RS Q e-tron E2 Dakar 2023

Così come per l’aerodinamica, che favorisce una migliore interfaccia con il fabbisogno energetico della RS Q e-tron E2, la gestione dell’energia è cruciale, e lì entra inscena un’elettronica raffinata. I problemi di gioventù, sporadici eccessi di potenza in mancanza di aderenza (salti o fondi dal grip zero), sono stati risolti con l’impiego di due limitatori di potenza, uno per ciascun motore elettrico, la cui soglia viene controllata quasi istantaneamente, secondo una strategia reattiva e predittiva, da un nuovo software.

Stesso criterio per l’evoluzione dei servizi ausiliari, pompa idraulica dello sterzo, sistema di condizionamento dell’abitacolo e elettro ventole. Anche in questo caso è stata disegnata una nuova strategia software di inserimento e controllo in funzione delle differenti richieste energetiche, Speciale o Trasferimento, condizioni di terreno, temperature ambientali e di utilizzo delle parti, tutto in funzione di un obiettivo principale: risparmio di energia.

RS Q e-tron "Original" 2022
RS Q e-tron "Original" 2022

Abitabilità e confort erano un limite (relativo) delle RS Q e-tron prima generazione. Anche qui sono state introdotte modifiche sostanziali in risposta alle indicazioni degli Equipaggi. Il Cockpit è stato razionalizzato e l’impostazione di guida ottimizzata. Come sulla Audi RS Q e-tron tutte le informazioni di funzionamento e di corsa sono riunite sul cruscotto che sembra quello di un aereo. Un display centrale riporta le informazioni di pressione pneumatici, direzione bussola e velocità media, più gli allarmi batteria. Due ulteriori display, sul parabrezza lungo la linea dello sguardo, riportano informazioni essenziali quali la velocità istantanea e la bussola. Gran parte delle informazioni sono riportate sullo schermo al centro della plancia sopra al pannello degli interruttori a pressione che richiamano menù e funzioni.

RS Q e-tron "Original" 2022
RS Q e-tron "Original" 2022

Confermati gli Equipaggi, la marcia di avvicinamento del prototipo AUDI alla Dakar contempla la partecipazione al prossimo Rally del Marocco, 1-6 Ottobre. Formazione al completo e tre RS Q e-tron E2 sulla linea di partenza!

Rolf Michl, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH e Responsabile delle attività sportive. “Abbiamo conquistato quattro vittorie e dieci podi di tappa alla Dakar 2022, esordio assoluto per Audi RS Q e-tron. Subito dopo, a marzo, è arrivato il primo, storico, successo nei rally raid, una disciplina motoristica totalmente nuova per il Brand, trionfando all’Abu Dhabi Desert Challenge. Il team sta lavorando in modo eccellente e con obiettivi condivisi, tanto che piloti, navigatori e tecnici si sono trovati immediatamente d’accordo sulla direzione nella quale indirizzare lo sviluppo della vettura. Il risultato di tanto impegno è il pacchetto evolutivo Audi RS Q e-tron E2”.

Uwe Breuling, Responsabile Interventi Speciali Audi Sport. “Abbiamo recepito gli input da parte degli equipaggi in tempi straordinariamente ridotti. Siamo pronti per la nostra seconda Dakar”.

© Immagini Audi Media – PB.

RS Q e-tron "Original" 2022
RS Q e-tron "Original" 2022

Audi RS Q e-tron E2. La scheda tecnica

Rally Raid Vehicle T1U (Ultimate)

Powertrain

2 Motor Generator Unit MGU05 di derivazione Formula E in corrispondenza di ciascun assale. Potenza max. complessiva in CV/kW: ≤ 392 / 288

Batteria: ioni di litio a celle tonde. Capacità netta: 52 kWh

Range extender: 4 cilindri 2.0 TFSI di derivazione DTM abbinato a una Motor Generator Unit MGU05. Potenza di ricarica range extender: 220 kW

Elettronica di bordo

Tensioni: 12V / 48V / 800V

Gestione powertrain: Bosch ECU MS 7.4, Bosch VCU MS 50.4P

Elettroniche di potenza:               Motec PDM32

Trazione/Trasmissione

Trazione: integrale quattro elettrica, differenziali autobloccanti

Cambio: monomarcia

Telaio/Sterzo/Freni

Struttura: telaio portante a traliccio in tubi di acciaio, telaietti ausiliari in carbonio, Zylon e fibre composite. Assale anteriore e posteriore a sospensioni indipendenti a triangoli sovrapposti, molle elicoidali e ammortizzatori regolabili a gas

Sterzo: a pignone e cremagliera, servoassistenza elettroidraulica

Sistema frenante ant./post.: brake-by-wire, ripartizione variabile, frenata rigenerativa elettroidraulica, pinze in lega leggera, dischi in acciaio autoventilanti

Cerchi: in lega forgiati 8,5j x 17

Pneumatici: BF Goodrich 37x12,5 R17

Masse

Peso minimo senza equipaggio: 2.100 kg

Peso batteria: 370 kg

Dimensioni

Lunghezza: 4.670 mm

Larghezza: 2.300 mm

Altezza: 1.950 mm

Prestazioni

0-100 km/h: <4,5 sec.

Velocità massima: 170 km/h (limitata da regolamento)

RS Q e-tron &quot;Original&quot; 2022
RS Q e-tron "Original" 2022

Ultime da Dakar

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...