GP Gran Bretagna

F1, Analisi Gp Gran Bretagna 2021: Hamilton Re di Silverstone, Leclerc torna sul podio

-

Lewis Hamilton conquistando l'ottava vittoria a Silverstone, grazie al ritiro di Max Verstappen, riduce ad otto punti il distacco nel mondiale. Grande Domenica per la Ferrari con Charles Leclerc che torna sul podio, e Carlos Sainz dietro alle McLaren a causa di un problema al pit stop

F1, Analisi Gp Gran Bretagna 2021: Hamilton Re di Silverstone, Leclerc torna sul podio

l Gran Premio di Gran Bretagna, verrà ricordato nei prossimi anni come il momento di svolta non solo del mondiale 2021, ma anche dell'esplosione della rivalità fra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Infatti l'inglese mettendo in campo come mai prima nella sua carriera, tutta la sua ferocia agonistica con una manovra al limite, ha costretto al ritiro l'olandese e con un sorpasso altrettanto duro su Charles Leclerc ha riaperto il mondiale.

Per la Ferrari il bilancio del week end, nonostante il ritorno sul gradino più alto del podio sia sfumato nel penultimo giro, rimane positivo. Oltre a portarsi a -15 dalla McLaren grazie al 2° posto di Leclerc, ed al 6° di Carlos Sainz che poteva arrivare di nuovo in top five senza il problema al pit stop, si è vista la miglior SF21 della stagione.

Partiamo dall’analisi della gara dal grafico della Pirelli sulle strategie. A differenza della sprint race tutti tranne Perez hanno fatto la stessa scelta facendo il primo stint con le medie per poi passare alle Hard per andare fino in fondo.

La Ferrari dimostra il suo feeling con le nuove gomme Pirelli, nel 1° stint. Leclerc dopo aver difenso la 1° posizione alla ripartenza a sorpresa ha un passo migliore di Hamilton e riesce ad allungare gestendo meglio le gomme. La forza della SF21 con le medie si vede anche dai tempi fatti segnare da Sainz nel momento in cui nel 20° giro Ricciardo effettua il pit stop, che sono più veloci di quelli del compagno di squadra.

La situazione cambia con le Hard. Leclerc visto l’ampio vantaggio sembrava vicino alla vittoria, ed invece Hamilton si scatena iniziando a martellare sul 1.30 alto guadagna un secondo al giro, e dopo aver superato con facilità Norris e lasciato passare da Bottas, riprende il ferrarista ed al penultimo giro tra il boato del pubblico va in testa e torna alla vittoria.

Il passo di Bottas uguale a quello di Leclerc, dimostra che non sono stati gli aggiornamenti portati dalla Mercedes a fare la differenza, ma Hamilton. Unica nota negativa in casa Ferrari aver ottenuto meno di quello che meritasse, con Sainz che aveva il ritmo per arrivare davanti alle due McLaren.

Week end no per Perez, che partito dalla pit lane non ha avuto un gran passo nel 1° e 2° stint, e nel finale ha cambiato due volte le gomme per togliere il giro veloce a Hamilton.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento