GP Abu Dhabi 2017

F1, GP Abu Dhabi 2017: pole per Bottas. Terzo Vettel

-

Pole position per Valtteri Bottas nelle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi; seguono Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Quinto Kimi Raikkonen

F1, GP Abu Dhabi 2017: pole per Bottas. Terzo Vettel

Nelle qualifiche di Yas Marina ad imporsi è stato Valtteri Bottas: sarà il pilota finlandese a scattare dalla pole position nel Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. 1’36”231 è il crono colto dall’alfiere della Mercedes, al quarto acuto al sabato in carriera. Bottas ha battuto per 172 millesimi il suo compagno di squadra, Lewis Hamilton; terza posizione per il tedesco della Ferrari, Sebastian Vettel.

Hamilton ha suonato la carica sin dalla Q1, ottenendo il miglior tempo davanti al compagno di squadra, Bottas, e ai due piloti della Ferrari, Raikkonen e Vettel. Nel secondo tentativo nella prima tranche delle qualifiche, Bottas ha battuto Hamilton per 35 millesimi. Nella Q2 Hamilton ha ancora surclassato la concorrenza, staccando di 235 millesimi Bottas e di quasi tre decimi Vettel. All’esordio nella Q3 si è fatto vedere Bottas, autore di un crono più rapido di 172 millesimi rispetto ad Hamilton.

Quarta posizione per Daniel Ricciardo, della Red Bull; l’australiano ha preceduto Kimi Raikkonen, della Ferrari, e il suo compagno di squadra, Max Verstappen. Settimo è Nico Hulkenberg, della Renault, davanti ai due alfieri della Force India, Sergio Perez ed Esteban Ocon.

L’ultima qualifica di Felipe Massa in Formula 1 è da incorniciare: il paulista della Williams è riuscito ad approdare alla Q2, dando la paga non solo al compagno di squadra, Stroll, ma anche ad Alonso, apparso piuttosto competitivo oggi. Massa scatterà dalla decima posizione in griglia.

Ha perso la Q3 per soli 71 millesimi Fernando Alonso; lo spagnolo della McLaren ha preceduto il connazionale Carlos Sainz, in forza alla Toro Renault, e il compagno di squadra, Stoffel Vandoorne. Quattordicesima posizione per Kevin Magnussen, approdato alla Q2 a differenza dell’altro alfiere della Haas Racing, Grosjean. Il confronto di Lance Stroll con il suo vicino di box, Felipe Massa, è imbarazzante: il canadese ha pagato addiritttura un secondo di ritardo dal paulista.

Il primo degli esclusi dalla Q2 è Romain Grosjean, della Haas Racing, eliminato per soli 9 millesimi. È notte fonda in casa Toro Rosso: Pierre Gasly e Brendon Hartley sono stati entrambi eliminati alla Q1. Gasly ha colto il sedicesimo tempo di sessione, mentre Hartley è ultimo. Un brutto colpo, questo, per la Toro Rosso, in lotta con la Renault per la sesta posizione nel mondiale costruttori.

La lotta interna alla Sauber tra Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson si è risolta a favore del primo: meno di un decimo ha separato i due alfieri della scuderia di Hinwil. Al neozelandese è stata comminata una penalità di dieci posizioni in griglia per la sostituzione della MGU-H sulla sua STR12: avendo ottenuto l’ultimo tempo, la sanzione non conta. Certo non una qualifica ideale per il neo campione del mondo del WEC.

Le qualifiche minuto per minuto

15.00 Pole position per Valtteri Bottas!

14.56 I piloti scendono in pista per l'ultimo tentativo.

14.52 Vettel è terzo.

14.51 Hamilton è secondo a 172 millesimi da Bottas.

14.51 1'36"985 è il crono di Raikkonen. Bottas lo batte.

14.49 Raikkonen sarà il primo a cogliere il tempo.

14.47 Inizia l'ultima Q3 dell'anno: la lotta per la pole entra nel vivo. 

14.41 Questi gli esclusi dalla Q3: Alonso, Sainz, Vandorne, Magnussen e Stroll.

14.39 Alonso resta in decima posizione. Vandoorne è undicesimo.

14.37 Alonso al momento si trova in decima posizione. 

14.34 La zona eliminazione: Vandoorne, Massa, Magnussen, Sainz e Stroll.

14.32 Questi i primi cinque classificati: Hamilton, Bottas, Vettel, Raikkonen e Ricciardo.

14.29 Vettel è terzo a 292 millesimi.

14.28 1'36"977 è il crono di Bottas. Hamilton lo batte per 235 millesimi.

14.25 Inizia la Q2.

14.18 Questi gli esclusi dalla Q2: Grosjean, Gasly, Wehrlein, Ericsson e Hartley.

14.14 I piloti in zona eliminazione scendono in pista per tentare il passaggio alla Q2.

14.11 Questa la zona eliminazione al momento: Stroll, Wehrlein, Ericsson, Gasly e Hartley.

14.09 Raikkonen si migliora, scalzando Vettel. 

14.08 Vettel sale in terza posizione.

14.08 Bottas balza al comando.

14.07 Questi i primi cinque: Hamilton, Bottas, Raikkonen, Vettel e Verstappen.

14.05 Vettel è terzo, alle spalle di Bottas.

14.05 Hamilton balza davanti a tutti.

14.03 Il primo a cogliere un tempo, 1'40"692, è Ericsson

14.02 Vettel è sceso in pista con le ultrasoft.

14.01 L'oscurità sta per calare a Yas Marina, e i piloti sono scesi in pista in massa.

14.00 Semaforo verde: inizia la Q1.

Al tramonto di Yas Marina si accenderanno le luci sulle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale 2017 di Formula 1. I riflettori saranno inevitabilmente puntati sui due grandi protagonisti della stagione che si avvia alla conclusione, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel: l'inglese ha colto tre pole position in carriera negli Emirati Arabi, mentre Vettel si trova a quota due partenze al palo. 

I risultati delle prove libere suggeriscono un vantaggio di Lewis Hamilton sulla concorrenza: il pilota inglese è apparso particolarmente a suo agio a Yas Marina, aiutato anche da un motore decisamente più fresco rispetto a quello del rivale Vettel. La power unit attualmente montata sulla W08 di Hamilton è stata installata sulla vettura dopo il botto nelle qualifiche di Interlagos. Il propulsore della SF70H di Vettel, invece, si trova sulla monoposto dal weekend di gara in Malesia. 

Sebastian Vettel, dal canto suo, vorrebbe concludere la stagione con una vittoria beneaugurante per la prossima stagione: per farlo, dovrà cercare a tutti i costi la pole position. Vista la superiorità della Mercedes nei long run sia con le supersoft che con le ultrasoft, è lecito pensare che la Rossa abbia poche speranze di successo qualora Vettel scatti dalla seconda posizione, o, peggio, ancora più indietro. La determinazione di Vettel basterà a farlo primeggiare in qualifica?

Più indietro scalpita Fernando Alonso: reduce dai test con la Toyota TS050 Hybrid e la Ligier JSP917, ha abbandonato i prototipi per tornare alla sua MCL32, il cui telaio si dimostra ancora una volta valido. Complice anche il miglioramento del motore Honda, seppur marginale, la McLaren appare piuttosto competitiva a Yas Marina. Lo dimostrano non solo le prestazioni di Alonso, ma anche quelle del suo compagno di squadra, Stoffel Vandoorne, stabile nella top ten.

Le qualifiche prenderanno il via alle 14.00 italiane. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento