GP Azerbaijan

F1, GP Azerbaijan 2021: vince Perez

-

Sergio Perez vince il Gran Premio dell'Azerbaijan 2021 di Formula 1. Sebastian Vettel e Pierre Gasly completano il podio. Charles Leclerc quarto, Lewis Hamilton quindicesimo, Max Verstappen ritirato

Al termine di una gara di ricca di colpi di scena, Sergio Perez si è aggiudicato il Gran Premio dell'Azerbaijan 2021 di Fromula 1. Il messicano ha conquistato la seconda vittoria della carriera precedendo Sebastian Vettel che torna sul podio con l'Aston Martin, e Pierre Gasly. 

Il francese ha vinto il duello nel finale con Charles Leclerc quarto, che non è riuscito a confermarsi sui livelli delle qualifiche. Soltanto quindicesimo Lewis Hamilton che per provare di superare Perez alla ripartenza, non ha approfittato del ritiro di Max Verstappen a cinque giri dalla fine.

Il Gran Premio d'Azerbaijan fin da subito ha regalato tantissimo spettacolo. Al via Leclerc ha difeso la prima posizione, ma la Ferrari come nelle Fp2 non ha avuto il passo di Red Bull e Mercedes, e prima Hamilton poi Verstappen e Perez in rettilineo lo hanno superato senza problemi.

Il primo momento di svolta è arrivato con i pit stop. La Red Bull allungando il primo stint, hanno permesso a Verstappen di andare al comando della gara, e a Perez di rientrare in pista davanti a Hamilton. Il campione del mondo prova a lanciarsi alla caccia di Verstappen, ma la superiorità della RB16 B nel secondo settore non glielo permettono.

Nel frattempo alle loro spalle Gasly supera Leclerc in difficoltà anche con le hard, che viene messo nel mirino da Vettel che era stato l'ultimo a rientrare ai box.  Al 31 giro entra in pista la safety car per il brutto incidente in rettilineo di Lance Stroll per il cedimento delle gomme,

Verstappen quando la safety car torna ai box riallunga e sembra avviato verso la vittoria. Invece a cinque giri dalla bandiera a scacchi arriva un clamoroso colpo di scena, l'olandese per il cedimento dei suoi pneumatici finisce a muro ed è costretto al ritiro, e la gara viene interrotta. 

I commissari decidono di far disputare gli ultimi due giri, con partenza dalla griglia. Hamilton che aveva l'occasione di riprendersi la leadership del mondiale, alla ripartenza brucia Perez ma va lungo in curva 1 rientrando in pista 15. Perez ne approfitta per vincere la prima gara con la Red Bull, davanti a Vettel mvp del Gran Premio dell'Azerbaijan.

Invece Gasly che nel penultimo giro in rettilineo era stato superato da Leclerc, riprendendo la scia al monegasco in curva 1 si riprende la 3° posizione e conquista il primo podio stagionale.

Alle loro spalle Lando Norris fa limitare ancora una volta i danni alla McLaren, precedendo Fernando Alonso che con un grande sorpasso nel finale ha superato Yuki Tsunoda 8°. Completano la zona punti Daniel Ricciardo ancora sottotono, e Kimi Raikkonen. Soltanto 12° Valtteri Bottas, dietro ad Antonio Giovinazzi 11°.

La cronaca della gara minuto per minuto

16.17: Perez vince il Gran Premio dell'Azerbaijan.

16.16: Leclerc supera in rettilineo Gasly che in curva 1 risponde.

16.15: Grande sorpasso all'esterno di Alonso su Tsunoda.

16.14: Hamilton supera Perez ma va lungo.

16.07: La gara ripartirà fra sei minuti con partenza dalla griglia.

15.36. Bandiera rossa viene interrotta la gara.

15.33: Rientra in pista la safety car.

15.32: Colpo di scena Verstappen va a muro. Perez nuovo leader della gara.

15.31. Hamilton non molla Perez, mentre Vettel non riesce più a tenere il loro ritmo.

15.28: Verstappen 1.44.481 risponde a Hamilton stabilendo la nuova miglior prestazione della gara.

15.26: Hamilton toglie il giro veloce a Verstappen.

15.23: A dieci giri dalla bandiera a scacchi questa è la top ten: Verstappen, Perez, Hamilton, Vettel, Gasly, Leclerc, Tsunoda, Norris, Sainz, Ricciardo.

15.21: Verstappen si riprende il giro veloce. Girano in fotocopia Perez e Hamilton. Leclerc deve difendersi da Tsunoda.

15.19: In crisi Bottas superato anche da Giovinazzi.

15.17: Verstappen riallunga mentre Hamilton fa il giro veloce ed è vicinissimo a Perez.

15.14: Vettel è scatenato e passa anche Gasly salendo in 4 posizione.

15.13: Vettel supera Leclerc.

15.12: Rientra ai box la safety car riprende la gara.

14.58: Brutto incidente di Stroll finito a muro in rettilineo. Entra in pista la safety car.

14.55: Leclerc che da un paio di giri aveva cambiato ritmo si sta avvicinando a Gasly. 

14.54: Verstappen guadagna mezzo secondo a Perez e porta il suo vantaggio a 5.9. 

14.51: Verstappen stabilisce la nuova miglior prestazione della gara. Sainz supera Alonso e conquista la 12° posizione.

14.48: Giro veloce di Verstappen che aumenta il suo vantaggio su Perez a 3.4. Hamilton non riesce più a tenere il passo delle Red Bull.

14.45: Sainz all'esterno supera Giovinazzi e sale in 13° posizione.

14.42: Girano sugli stessi Verstappen Perez e Hamilton. Vettel guadagna sette decimi a Leclerc e si porta a 1.6 dal suo ex compagno di squadra.

14.40: La Ferrari come nelle Fp2 fatica sul passo, e Leclerc 6° è a 2.7 da Gasly mentre Sainz 14° non riesce a superare Giovinazzi.

14.36: Pit stop per Vettel. Verstappen nuovo leader della gara alle sue spalle Hamilton mette pressione a Perez.

14.32: Perez risponde a Verstappen togliendogli la miglior prestazione.

14.30: Non si ferma Vettel che fa ancora dei buoni tempi, mentre Verstappen fa il giro veloce.

14.28: Pit stop per Perez che rientra in pista 3 davanti a Hamilton.

14.26: Risponde la Red Bull facendo effettuare la prima sosta a Verstappen che esce dai box davanti a Hamilton.

14.24: Sainz va lungo in curva 3 e rientra in pista in 15 posizione. Pit stop per Hamilton.

14.22: Verstappen riduce a sette decimi il distacco da Hamilton. Prima sosta anche per Sainz.

14.20: Pit stop per Leclerc. I meccanici Ferrari gli montano le hard per provare ad andare fino in fondo.

14.17: In difficoltà Leclerc che viene superato anche da Perez.

14.15: Verstappen approfitta di un piccolo errore in curva 16 di Leclerc per passarlo e andare alla caccia di Hamilton.

14.13: Leclerc dopo il sorpasso subito è vicino a Hamilton e tiene dietro Verstappen.

14.10: Ritiro per Ocon.

14.09: Hamilton prova ad allungare mentre Verstappen tenta di attaccare Leclerc ma in curva 1 alza il piede.

14.08: Hamilton in rettilineo prende la scia a Leclerc e lo supera conquistando la 1 posizione.

14.07: Hamilton inizia a farsi vedere negli specchietti da Leclerc. In difficoltà Norris superato anche da Ricciardo.

14.05: Perez supera Gasly e si lancia all'inseguimento di Verstappen.

14.04: Leclerc difende la prima posizione poi Hamilton Verstappen Gasly Perez Sainz.

Gran Premio dell'Azerbaijan che promette di regalare spettacolo come nelle qualifiche. Infatti a sorpresa, visto che nelle prime gare la Ferrari sui circuiti veloci era lontana da Mercedes e Red Bull, Charles Leclerc ieri ha conquistato la seconda pole consecutiva e proverà a ripetersi per riportare dopo quasi due anni la Ferrari sul gradino più alto del podio.

Il monegasco sarà chiamato ad un'altra magia, visto che al suo fianco partirà Lewis Hamilton che grazie al suo immenso talento ha portato una Mercedes in difficoltà come a Monaco in prima fila, ed alle sue spalle Max Verstappen, deluso per non aver avuto nuovamente la possibilità di fare l'ultimo tentativo nella Q3, i quali nelle Fp2 nella simulazione gara avevano messo in mostra un passo migliore di quello della Ferrari.

Proverà ad inserirsi nella lotta per la vittoria , Pierre Gasly mvp delle qualifiche che scatterà al fianco del suo ex compagno di squadra. A caccia di riscatto Carlos Sainz che vuole cancellare un'altra Q3 non fortunata, in cui aveva il potenziale per partire più avanti della quinta casella, e cercherà di conquistare il secondo podio con la Ferrari, Sergio Perez il quale nelle qualifiche si è sacrificato per dare la scia a Verstappen.

Vuole confermarsi in crescita come in questo week end Yuki Tsunoda, mentre Fernando Alonso il più veloce dell'Alpine in tutti i turni a Baku punta a fare la sua miglior gara stagionale. Chiamati alla rimonta Lando Norris 9°, a causa della penalizzazione di tre posizioni per non aver rispettato le bandiere rosse nella Q2, e Valtteri Bottas 10° che a differenza di Hamilton non ha trovato il feeling nelle prove ufficiali con la W12

Obiettivo zona punti per Sebastian Vettel eliminato in Q2 per pochi millesimi, Esteban Ocon per confermarsi la prima guida dell'Alpine, Daniel Ricciardo che ancora una volta ha perso il duello con Norris. Nella lotta per la top ten proveranno ad inserirsi anche le Alfa Romeo di Kimi Raikkonen,  e Antonio Giovinazzi per cancellare l'errore nella Q1. 

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento