F1. GP Miami 2024, Vasseur: “Il passo c’era ma ripartiremo da zero ad Imola con gli aggiornamenti”

F1. GP Miami 2024, Vasseur: “Il passo c’era ma ripartiremo da zero ad Imola con gli aggiornamenti”
Pubblicità
Mara Giangregorio
Frédéric Vasseur commenta il Gran Premio di Miami 2024 della Scuderia Ferrari, concluso con il terzo posto di Leclerc e il quarto di Carlos Sainz
6 maggio 2024

Da pochissimo concluso il Gran Premio di Miami 2024, sesto appuntamento stagionale della Formula 1. Dopo la gara in Cina ed una settimana di pausa, il Circus è tornato in pista in Florida per il secondo weekend con format Sprint. I ritmi forsennati hanno messo a dura prova i piloti, soprattutto Charles Leclerc che ha dovuto saltare completamente la prima ed unica sessione di prove libere. Il monegasco nel corso del suo primo tentativo ha perso il controllo della sua SF-24, straordinariamente colorata d’azzurro per celebrare i settanta anni della Ferrari nel mercato americano. Dopo il testacoda ha poi cercato di rimettersi correttamente in pista ma il surriscaldamento della frizione ha costretto il numero #16 a scendere dalla vettura ed osservare dal suo box il continuo della FP1.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Nonostante la mancata sessione, Charles Leclerc, tornato in pista per le qualifiche Shootout, ha conquistato la seconda posizione al fianco del pole man della gara da 100 km, Max Verstappen. Alla bandiera a scacchi della Sprint, il monegasco ha concluso sempre secondo alle spalle del tre volte campione del mondo della Red Bull. Carlos Sainz, invece, è partito ed arrivato quinto dopo aver cercato numerose volte di superare la Visa Cash App di Daniel Ricciardo. Grazie a delle modifiche alla sua monoposto in termini di set-up, il madrileno è riuscito a conquistare la terza posizione nelle qualifiche tradizionali di Miami. Davanti a lui, invece, nella gara lunga sono scattati in prima fila Charles Leclerc e il pole man Max Verstappen.

Carlos Sainz ha conquistato inizialmente la seconda posizione nel momento in cui Charles Leclerc ha avuto un pattinamento in partenza, ma soprattutto la Red Bull di Sergio Perez che gli è passata davanti quasi centrandolo dopo che il messicano aveva sbagliato il punto di frenata di curva 1. Il monegasco è poi riuscito a recuperare la sua posizione, ma il madrileno ha chiesto tramite un team radio di poter passare avanti per raggiungere Oscar Piastri, che nel mentre era salito in seconda posizione alle spalle del leader Max Verstappen. Dopo il valzer dei pit stop, sfalsato in minima parte dopo la Safety Car e la Virutal, Charles Leclerc si è accodato alla Red Bull di Max Verstappen che inseguiva a sua volta la McLaren di Lando Norris, vincitore del Gran Premio di Miami 2024.

Al termine del 57 giri previsti, Charles Leclerc ha conquistato la terza posizione, precedendo il compagno di squadra. Carlos Sainz per arrivare quarto ha dovuto lottare con le unghie e con i denti con Oscar Piastri. Il sorpasso finale non è stato semplice ma soprattutto indolore. Infatti, tra i due c’è stato un contatto ma ad aver avuto la peggio è stato l’australiano della McLaren, mentre la SF-24 del madrileno è uscita sostanzialmente indette. Sicuramente un weekend positivo per la Scuderia Ferrari anche se è stata solamente terza forza, venendo scavalcata, solamente in pista e non in classifica, dal team di Woking. Al prossimo appuntamento, in calendario tra due settimane, ad Imola la situazione potrebbe cambiare ulteriormente in quanto il team di Maranello porterà il primo sostanzioso pacchetto di aggiornamenti.

Siamo in lotta con la McLaren fin da inizio stagione” ha dichiarato Frédéric Vasseur al termine della gara ai microfoni di Sky. “A Melbourne erano vicino a noi e ogni weekend è stato così. Voglio fare le congratulazioni a Lando e alla McLaren, è un passo importante per lui perché è la prima vittoria. Noi abbiamo fatto una buona gara, il passo c’era perchè siamo stati con Max tutto il tempo. Con la Safety Car siamo stati un po’ sfortunati, ma è andata così. Ripartiamo da zero per il prossimo weekend. Credo che ci sia un distacco che varia da pista a pista. Dobbiamo pensare al nostro lavoro e tirare fuori il meglio da quello che abbiamo. Non dobbiamo concentrarci sugli aggiornamenti ma continuare a lavorare duro” ha concluso il team principal della Ferrari.

Pubblicità