F1, GP Monaco 2021: vince Verstappen

  • di Massimiliano Amato

Max Verstappen vince il Gran Premio di Monaco 2021 di Formula 1 e conquista la leadership del mondiale. Carlos Sainz e Lando Norris completano il podio, Lewis Hamilton settimo

  • di Massimiliano Amato
23 maggio 2021

Dominio di Max Verstappen che si è aggiundicato il Gran Premio di Monaco 2021 di Formula 1. L'olandese oltre a conquistare la seconda vittoria stagionale, per la prima volta nella sua carriera è il nuovo leader del mondiale. Alle sue spalle Carlos Sainz che riporta il sorriso in casa Ferrari dopo che Charles Leclerc non ha potuto prendere parte alla gara di casa, facendola tornare sul podio dopo un anno.

Terzo Lando Norris precedendo Sergio Perez che con una grande rimonta fa completare la giornata perfetta per la Red Bull che per la prima volta dall'inizio dell'era ibrida si porta al primo posto della classifica costruttori.  Settimo come nelle qualifiche Lewis Hamilton, ritirato a causa di un problema al pit stop Valtteri Bottas.

Gran Premio di Monaco che ha regalato subito un grande colpo di scena. Charles Leclerc che soltanto qualche ora prima del via sembrava poter partire regolamente dalla pole, i tecnici della Ferrari nel giro di formazione hanno riscontrato la rottura di un semiasse. Il poco tempo che mancava alla partenza costringeva il monegasco a non schierarsi in griglia di partenza, e confermare ancora una volta la tradizione negativa con la gara di casa.

Non si è lasciato sfuggire l'occasione Max Verstappen che al via difendeva la prima posizione, e spingeva subito per scappare. Nei primi giri Valtteri Bottas riusciva a tenere il suo passo, ma ad un certo punto doveva rallentare per problemi alle gomme con Carlos Sainz che si riporta sul pilota finlandese.

Bottas veniva richiamato ai box, ma i meccanici non riuscivano a smontargli l'anteriore destra costringendolo al ritiro. Sainz conquista la seconda posizione all'inizio del secondo stint si scatenava e sembrava potersi riportare su Verstappen, che avvertendo problemi al motore aveva rallentato il suo ritmo. Risolto il problema il pilota della Red Bull tornava ad allungare mettendo al sicuro la vittoria,  mentre Sainz si accontentava del primo podio con la Ferrari.

Alle loro spalle Sergio Perez che dopo la prima sosta era salito in quarta posizione si lanciava alla caccia e raggiungeva Lando Norris, che nel finale ha difeso il secondo podio del 2021. Dietro al messicano al traguardo è arrivato Sebastian Vettel autore della miglior prestazione stagionale, che dopo il pit stop è uscito davanti a Pierre Gasly e Lewis Hamilton.

Proprio il campione del mondo è il grande sconfitto di Montecarlo a causa di una Mercedes protagonista di uno dei peggiori week end in Formula 1. Infatti la decisione di anticipare la sosta ad Hamilton invece di permettergli di superare Gasly, lo faceva finire in settima posizione. Completano la top ten Lance Stroll, Esteban Ocon e Antonio Giovinazzi che fa conquistare i primi punti del mondiale all'Alfa Romeo. Male anche in gara Daniel Ricciardo dodicesimo e Fernando Alonso tredicesimo. 

 

 

La cronaca della gara minuto per minuto

16.42: Verstappen vince il Gran Premio di Monaco.

16.41: Verstappen transita sul traguardo ad un giro dalla fine con 9 secondi nei confronti di Sainz.

16.39: Verstappen saldamente in testa con Sainz che gestisce la 2° posizione, mentre Perez ha perso contatto da Norris.

16.36: A cinque giri dalla bandiera a scacchi questa è la zona punti: Verstappen, Sainz, Norris, Perez, Vettel, Gasly, Hamilton, Stroll, Ocon, Giovinazzi.

16.32: Nuovo record della pista per Hamilton 1.12.909.

16.30: Secondo pit stop per Hamilton.

16.29: Nessuna penalità per Stroll. Perez si fa vedere negli specchietti da Norris.

16.27: Perez raggiunge Norris, mentre Verstappen aumenta a 7 secondi il vantaggio su Sainz.

16.23: Stroll sotto investigazione per aver oltrepassato la linea gialla all'uscita dai box. Perez è sempre più vicino a Norris.

16.22: Sainz rallentato dai doppiaggi vede il distacco di Verstappen salire a 5 secondi.

16.18: Sainz perde sette decimi da Verstappen. che porta il suo vantaggio a 4 secondi. Pit stop per Stroll.

16.14: Verstappen avvisa via radio di avvertire problemi al motore.

16.12: Sainz facendo il record nel secondo settore guadagna due decimi a Verstappen. Giovinazzi è incollato a Ocon.

16.10: 1.14.8 per Verstappen e Sainz. Perez si porta a 4 secondi da Norris.

16.05: Verstappen mantiene tre secondi nei confronti di Sainz. Tornano a salire i tempi di Hamilton che ha perso contatto da Gasly.

16.00: Girano in focopia Verstappen e Sainz, mentre Giovinazzi dopo il pit stop di Raikkonen torna in top ten.

15.57: Verstappen grazie ai doppiaggi ha riportato sopra ai tre secondi il vantaggio su Sainz. Hamilton cerca di mettere pressione a Gasly.

15.54: Vola Sainz che guadagna un altro secondo a Verstappen.

15.51: Sainz guadagna sette decimi a Verstappen e riduce il distacco a 5.8.

15.49: Prima sosta anche per Perez che rientra in pista 4°. Scatenato via radio Hamilton infuriato con il muretto della Mercedes.

15.47: Pit stop per Verstappen, che cede la leadership della gara a Perez.

15.45: La Ferrari richiama ai box Sainz che rientra in 3° posizione.

15.44: Altro colpo di scena Bottas si ritira, mentre Vettel dopo il pit stop rientra davanti a Gasly e Hamilton.

15.42: Prima sosta anche per Bottas ma i meccanici Mercedes non riescono a levargli l'anteriore destra.

15.41: Hamilton è il primo ad effettuare il pit stop. I meccanici Mercedes gli montano le hard.

15.38: Al termine del 28 giro questa è la classifica: Verstappen, Bottas, Sainz, Norris, Gasly, Hamilton, Vettel, Perez, Giovinazzi, Ocon.

15.35: Sainz mette pressione a Bottas, invece Verstappen aumenta a 4.8 il vantaggio sul finlandese.

15.32: Bottas lamenta problemi con le gomme e Verstappen scappa mentre Sainz riduce il distacco ad 1.6.

15.30: Sale a 2.9 il gap fra Verstappen e Bottas. Invece Sainz si avvicina al pilota della Mercedes.

15.27: Giro veloce di Perez sempre dietro a Vettel.

15.24: Verstappen allunga guadagnando mezzo secondo a Bottas più lento di tre decimi anche di Sainz.

15.23: Verstappen con nuovo giro veloce porta a 1.7 il vantaggio su Bottas.

15.22: Sempre 1.6 il distacco fra Verstappen Bottas, sullo stesso passo del 1.15 alto Sainz.

15.17: Riprende a spingere Verstappen che in 1.16.265 fa il fastest lap.

15.14: Verstappen alza il suo ritmo, mentre Norris toglie il giro veloce a Sainz.

15.12: Continua il botta e risposta fra Bottas e Verstappen, con il finlandese che stabilisce la nuova miglior prestazione della gara.

15.10: Verstappen si riprende giro veloce infliggendo un distacco di quattro decimi a Bottas.

15.09: Risponde Bottas 1.17.154, perde nove decimi Sainz.

15.07: Verstappen migliora il fastest lap ma Bottas non molla. Si avvicina ai loro tempi Sainz.

15.06: Giro veloce di Verstappen che guadagna un decimo a Bottas.

15.04: Bottas non permette a Verstappen di scappare, perde contatto Sainz.

15.02: Verstappen difende la prima posizione, poi Bottas Sainz Norris Gasly Hamilton.

Quando mancano pochi minuti al via del Gran Premio di Monaco cresce l’attesa. Infatti Charles Leclerc che ieri è tornato in pole position a distanza di un anno e mezzo dal Messico, quando sembrava di non aver danneggiato la macchina invece nel giro di formazione la sua SF21 ha evidenziato un problema al semiasse che lo costringerà a vedere la gara dai box.

Grande occasione quindi per Max Verstappen che vuole sfruttare il week end negativo di Lewis Hamilton e conquistare la leadership del mondiale. Proveranno ad impedirglielo, Valtteri Bottas il migliore di una Mercedes a sorpresa in grande difficoltà nel Principato, Carlos Sainz deluso per non essere riuscito a conquistare la pole e la prima fila, vuole salire per la prima volta sul podio con la Ferrari . Invece la McLaren affida il compito di limitare i danni sulla Scuderia di Maranello a Lando Norris, che vuole festeggiare il rinnovo con il Team di Woking, con un’altra grande prestazione.

Invece Pierre Gasly come l’inglese si è confermato la prima guida dell’Alpha Tauri. A caccia di riscatto Lewis Hamilton soltanto settimo in qualifica, che spera di trovare quel feeling non avuto Sabato con la W12, per difendere il primo posto della classifica piloti. Stesso obiettivo di Sergio Perez che viste le difficoltà del campione del mondo, la Red Bull sperava riuscisse a partirgli davanti ed invece ha dimostrato ancora una volta di non riuscire ad essere competitivo sul giro secco.

Puntano a transitare sotto la bandiera a scacchi in top ten come nella Q3, Sebastian Vettel fino a questo momento protagonista del week end migliore con l’Aston Martin, e Antonio Giovinazzi per far ottenere i primi punti del mondiale all’Alfa Romeo. Chiamati al riscatto dopo delle brutte prove ufficiali, Daniel Ricciardo dodicesimo Fernando Alonso diciassettesimo, e Mick Schumacher dopo aver saltato le qualifiche di ieri per l’incidente nelle Fp3.

La gara prenderà il via alle 15.00 italiane.

Ultime da Formula 1

Da Moto.it