F1. Qualifiche GP Cina, Vasseur: “Ci aspettavamo un risultato migliore. Abbiamo un buon passo gara, la rimonta è fattibile”

F1. Qualifiche GP Cina, Vasseur: “Ci aspettavamo un risultato migliore. Abbiamo un buon passo gara, la rimonta è fattibile”
Pubblicità
Mara Giangregorio
Frédéric Vasseur commenta le qualifiche tradizionali del Gran Premio della Cina 2024, concluse con il sesto e settimo posto di Charles Leclerc e Carlos Sainz
20 aprile 2024

Il weekend del Gran Premio della Cina 2024, quinto appuntamento stagionale della Formula 1, procede a gonfie vele con le qualifiche che determineranno la griglia di partenza della gara lunga di domani. A cinque anni di distanza dall’ultima edizione, il Circus è tornato sulla pista di Shangai con il nuovo format Sprint. L’attività è iniziata ieri con la prima ed ultima sessione di prove libere, seguita dalle qualifiche Shootout per la Sprint che è stata disputata questa mattina e vinta da Max Verstappen. Solamente quattro ore dopo, i piloti sono tornati all’attacco per le qualifiche tradizionali che si sono concluse con la pole position di Max Verstappen, davanti a Sergio Perez e Fernando Alonso. Delusione, invece, per la Scuderia Ferrari. Ecco le parole del team principal Frédéric Vasseur.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Al termine della sessione cronometrata del Gran Premio della Cina, Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno conquistato rispettivamente la sesta e la settima posizione di partenza nella griglia della gara lunga di domani. Anche le qualifiche di Shangai confermato che la qualifica, un tempo fiore all’occhiello della Scuderia Ferrari, sia diventata il tallone d’Achille della SF-24. La monoposto, infatti, è stata progettata per performare meglio sul passo gara, che è fondamentalmente mancato nel corso delle scorse stagioni, che nel time attack. Entrambi i piloti del team di Maranello hanno dato il meglio di sé per migliorare questo aspetto, soprattutto la preparazione del giro secco, durante la settimana di pausa al simulatore, ma la pista non ha ripagato i loro sforzi. Durante il Q2, Carlos Sainz ha anche perso il controllo della sua vettura in uscita dell’ultima curva andando ad impattare con le barriere, danneggiando solamente l’ala anteriore. Dopo un piccolo check al box, che ha causato l’ira dell’Aston Martin chiamando la FIA a revisionare le mosse del team della Rossa, il madrileno è tornato in pista conquistando la settima posizione, alle spalle di Charles Leclerc, sesto.

Tuttavia, l’umore non è ancora abbattuto nel box della Scuderia. Il passo gara dimostrato questa mattina nel corso della Sprint fa ben sperare Frédéric Vasseur, convinto che la rimonta domani sia assolutamente alla portata del team. “Ci aspettavamo un risultato migliore. Tanta incostanza per tutti tra una sessione e l’altra” ha commentato il team principal ai microfoni di Sky al termine delle qualifiche. “Nella Sprint avevamo un passo migliore e questo ci aiuterà in gara domani. Abbiamo perso tanto tempo tra curva 1 e 3. Dobbiamo capire perché sia andato così in qualifica e non nella Sprint e bisogna fare chiarezza su questo. Se il podio è possibile? La gara sarà lunga, tutti hanno avuto un discreto degrado e domani sarà diverso perché ognuno avrà la sua strategia. Domani possiamo recuperare. Vedremo se avremo sacrificato troppo in qualifica. L’anno scorso andavamo veloci in qualifica e non in gara, quest’anno è diverso. Domani sarà importante tenere d’occhio il degrado delle gomme”.

Frédéric Vasseur, tra la gara da 100 km e le qualifiche, ha anche dovuto gestire un clima incandescente nei box della Scuderia, innescato dal corpo a corpo avuto tra Charles Leclerc e Carlos Sainz, finito con il quasi contatto tra i due, nel finale della Sprint. A far preoccupare maggiormente il team principal saranno state sicuramente le lamentele del monegasco nei confronti del madrileno. “Ne dobbiamo parlare. Lotta più con me che con gli altri”. La situazione è poi subito rientrata con il briefing post gara.

Pubblicità