GP Stiria

Formula 1, Sainz colpito dalla reazione della Ferrari dopo la Francia

-

Carlos Sainz non crede che la Ferrari risolverà nelle prossime gare i problemi alle gomme, ma è rimasto colpito dalla voglia di riscatto vista nelle riunioni degli scorsi giorni a Maranello

Formula 1, Sainz colpito dalla reazione della Ferrari dopo la Francia

Nel corso della conferenza stampa del Gran Premio di Stiria, Carlos Sainz ha espresso nuovamente la sua delusione per il crollo della Ferrari in gara al Paul Ricard, dovuto come dichiarato negli scorsi giorni da Mattia Binotto al surriscaldamento dei cerchi.

“Non credo chgle abbiamo risposte sicure su quanto è successo domenica scorsa al Paul Ricard. Abbiamo sicuramente investigato a fondo, ed è anche interessante vedere come una squadra così grande si riunisce e prova a dare tutto quello che ha per ridurre e risolvere questi problemi.

 A breve termine, credo che possiamo ridurre il problema, nel medio-lungo periodo, invece puntiamo a risolverlo, provando varie soluzioni. Sarà interessante, mi darà molto come pilota, mi mostrerà la maniera in cui migliorare tutti insieme, come squadra. Cecherò di essere coinvolto in questi tre giorni con tutto il team”

Lo spagnolo spiega che gli ha dato fastidio che come in Portgallo, una buona qualifica in cui ha battuto Charles Leclerc è stata vanificata dai problemi della SF21. “Sono molto deluso dal fatto che le mie due qualifiche più importanti, quelle di Portimão e Le Castellet, non si siano tradotte in punti la domenica.

In queste gare era molto difficile guidare con le gomme anteriori. In condizioni normali avrei condotto il pacchetto di mischia e avrei concluso intorno alla quinta posizione, ma per qualche ragione quest’anno sembra che sia più difficile avere un weekend totalmente pulito"-

Sainz ribadisce che il passo gara è il punto debole della Ferrari. "Abbiamo delle debolezze in gara, sì, e anche se facciamo delle grandi qualifiche non vuol dire che avremo la vita facile alla domenica. Al Paul Ricard contava molto il davanti, qui è molto più bilanciato. Se però pioverà, allora conteranno di più le gomme anteriori anche qui. Non so dunque dire se soffriremo come in Francia, dipenderà dalle condizioni meteo e dalla capacità di risolvere i nostri problemi nel breve periodo“.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento