motorsport

ATS Corsa RR Turbo, una GT da corsa “old school”

-

Telaio tubolare e motore da 600 CV di derivazione Honda Civic Type R

Dopo aver rilanciato il marchio con la ATS GT la rinata Automobili Turismo e Sport presenta la nuova divisione racing ATS Corsa, la cui opera prima è la ATS Corsa RR Turbo, una Gran Turismo destinata alle serie che ammettono vetture omologate FIA di classe E2SH, come i vari campionati Challenge, GT Cup, VLN tedesco, VdeV francese, CIVM e tutte le cronoscalate europee.

La ATS Corsa RR Turbo è realizzata su un telaio tubolare in cromo molibdeno. Una struttura in alluminio ergal unisce allo chassis motore e trasmissione, a cui sono collegati a loro volta le sospensioni a triangoli sovrapposti, gli ammortizzatori e l’alettone come sulle sport prototipo o le vetture formula. La carrozzeria è in vetroresina, ma è possibile averla in versione interamente in fibra di carbonio. E’ lunga 4,7 metri, larga 1,90 ed ha un passo di 2,40 metri.

Il motore deriva dalla Honda Civic Type R: è un 4 cilindri turbo da 2 litri che con l’adozione di pistoni forgiati, testata con collettori di aspirazione e scarico dedicati, turbina Garrett maggiorata ed ECO Honda Racing raggiunge la potenza di 600 CV ed una coppia di 530 Nm. E’ abbinato ad un cambio sequenziale a 6 rapporti 3MO FTX con differenziale a slittamento limitato.

Il sistema frenante standard è composto da pinze Brembo a 4 pistoni con dischi in acciaio da 355 e 305 mm, oppure per i più esigenti sono disponibili pinze ATS-Sicom superleggere ricavate dal pieno accoppiate a dischi carboceramici da 350 mm anteriori e posteriori. Il peso è di 780 kg a secco.

Il prezzo di listino parte da 110.000 euro tasse escluse. Le prime consegne sono previste per la primavera 2020.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento