Aziende

Brembo si rinnova per diventare sistemista: debuttano dischi Greentive e molle Enesys

-

L’azienda tricolore, con nuovo AD, avvia il percorso per trasformarsi da semplice fornitore di freni a Solution Provider, con servizi per vetture elettrificate connesse

Brembo si rinnova per diventare sistemista: debuttano dischi Greentive e molle Enesys

Tutti e in tutto il mondo, conoscono Brembo come produttore di freni, ma l’azienda italiana oggi, con l’avvento del neo-amministratore delegato Daniele Schillaci, compie un passo evolutivo. Non più solo fornitore di elementi importanti, come i freni, ma parte più estesa del processo di innovazione in corso nel mondo dell’auto. Sappiamo infatti che i sistemi frenata diventano più complessi e legati a esigenze di elettrificazione o ambiente, ora che l’industria automobilistica sta dando maggiore spazio agli EV, alla guida autonoma e alla digitalizzazione. Brembo ha deciso che questo è il momento per aprire nuove strade. La missione dichiarata è diventare Solution Provider, integrando prodotti e servizi in soluzioni ad alto valore aggiunto per soddisfare l’industria automobilistica.

“Siamo entrati in una nuova era, fatta di intelligenza artificiale e big data – spiega Schillaci – abbiamo una nuova visione che ci proietta verso il futuro. Il nostro piano è diventare un’azienda digitale per fornire soluzioni digitali”. Brembo ha quindi intenzione di creare centri di Ricerca e Sviluppo d’eccellenza, per integrare l’intelligenza artificiale e le tecnologie sostenibili nelle proprie soluzioni.

“La nostra missione vuole anticipare l’impatto dei mega trend per contribuire a una mobilità più sostenibile.” Ha concluso l'Amministratore Delegato di Brembo.

Con l’avvento di auto autonome o semi autonome, guidate da una Intelligenza Artificiale connessa, Brembo non si occupa più solo di materiali ed elementi meccanici, ma deve gestire una mole di dati che si legano alla frenata “elettronica” di nuove vetture evolute.

Nota anche per l’impegno sportivo, nei cari campionati, la Casa poi ha confermato per voce del suo nuovo AD che sia per immagine sia per ricerca, l’intenzione circa il Motorport è quella di proseguire.

Nuovi dischi e nuove molle

Con la conferma che ogni nuovo prodotto Brembo sarà più “green” del precedente, l’azienda ha svelato oggi due nuove soluzioni. Il disco Greentive, caratterizzato da uno speciale rivestimento e da un effetto specchiato unico (High-Velocity-Oxy-Fuel) offre un alto livello di resistenza alla corrosione. Lo scopo ottenuto da questi dischi è anche ridurre le emissioni di particelle.

Seconda novità Brembo 2020 è ENESYS, ovvero Energy Saving System. Si tratta di una nuova generazione tecnologica di molle, che diminuisce la coppia residua dei freni. Nelle pinze freno Brembo che ne fanno uso, le pastiglie sono tenute meglio “a bada” evitando frizioni (da contatto tra i materiali, come di norma può avvenire) quando non serve. Il che vuole dire meno consumi, temperature inferiori e inquinamento ridotto (meno emissioni CO2).

Brake-By-Wyre. Brembo ha in gamma, pronti per varie vetture soprattutto elettrificate, anche i Brake by wire, che ha già usato in F1 da oltre 20 anni, prima che venisse regolamentato. Per assurdo i nuovi sistemi frenanti con meno idraulica, sulle auto di serie sono più evoluti di certe monoposto, avendo mano libera per dare solo 100 millisecondi come tempo risposta. I freni elettronici usano un attuatore singolo per ogni ruota, adeguati per auto elettriche ma non solo, con vere e proprie mappature che cambiano le modalità guida attraverso la risposta di frenata.

Tutto l’insieme delle novità Brembo 2020, punta quindi a ridurre di molto le emissioni dei freni, che non si vedono o non si discutono spesso, ma sono importanti.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento