Economia & Finanza

Crisi dei chip, Toyota ferma due fabbriche in Giappone

-

Nuova conseguenza per la mancanza di componenti elettroniche: il costruttore nipponico costretto a fermare le linee di montaggio

Crisi dei chip, Toyota ferma due fabbriche in Giappone

Tempi duri per i costruttori: la crisi di disponibilità di chip continua ad affliggere l’industria mondiale, causando interruzioni della produzione e rimodulazione della tempistica di consegna dei nuovi veicoli.

L’ultima in ordine di tempo ad annunciare il momentaneo stop della produzione è stata Toyota Motor Corp, che sarà costretta a fermare le linee di montaggio degli impianti domestici di Iwate e Miyagi all’inizio del prossimo mese a causa della carenza di chip.

L’annuncio, arrivato nei giorni scorsi, riguarda le due linee di montaggio di Iwate e l’intero stabilimento di Miyagi Ohira, nel Giappone orientale, che saranno costretti a sospendere le operazioni di allestimento dei nuovi veicoli per un periodo compreso tra tre ed otto giorni, influenzando la produzione di modelli tra cui il C-HR e il piccolo Suv Yaris Cross.

In totale, come ha riferito un portavoce dell’azienda nippponica, la sospensione del lavoro interesserà la produzione di almeno ventimila veicoli.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento