mercato giapponese

Daihatsu Copen 10th Anniversary Edition

-

Il brand nipponico ha divulgato le immagini della Daihatsu Copen 10th Anniversary Edition, una speciale versione prodotta in edizione limitata e riservata al mercato giapponese per celebrare i 10 anni di presenza sul mercato

Daihatsu Copen 10th Anniversary Edition

La casa giapponese ha divulgato tutte le informazioni ufficiali in merito alla Daihatsu Copen 10th Anniversary Edition, una speciale versione prodotta in serie limitata a 500 esemplari riservati esclusivamente al mercato giapponese, per celebrare la fine della propria carriera commerciale e i 10 anni di presenza sul mercato.

La Daihatsu Copen è una spider ultra-compatta che è stata commercializzata anche in Italia a partire dal 2004 fino alla fine del 2010. Le caratteristiche peculiari di questa vettura sono rappresentate principalmente dal peso molto contenuto e dai propulsori di piccola cubatura, che hanno permesso di annoverare la Copen tra le Kei Car, vetture che in Giappone godono di una serie di agevolazioni fiscali e assicurative.

La gamma dei motori prevista per questa curiosa vettura comprende un’unità da 660 cc dotata di turbocompressore capace di sviluppare 64 CV, che può essere abbinata ad un sistema di trasmissione automatica o manuale, mentre in alcuni mercati esteri (Italia compresa) veniva proposta con un motore da 1.3 litri in grado di sviluppare 87 CV.

La versione celebrativa di fine carriera si contraddistingue per l’inedita tinta della carrozzeria di colore bianco e per un abitacolo rifinito con diverse cromature, mentre le sellerie sono state rivestite in pelle nera. Sul battitacco inoltre è possibile notare una targhetta che identifica questa particolare versione, riportando il numero di serie dell'esemplare dell'edizione limitata.

Per il momento la Casa non ha comunicato se la Copen sarà in futuro sostituita da un nuovo modello. Qualora venisse mai realizzato sarà comunque molto difficile vederlo commercializzato in Italia, dal momento che Dahiatsu ha annunciato già da diverso tempo che a partire dal 2013 non importerà più i veicoli della propria gamma sui mercati europei.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento