Tecnologia & Mobilità

Fiat e Google insieme: nasce la 500 Hey Google

-

Per 500, 500X e 500L arriva la versione Hey Google, per interagire da remoto con la vettura con semplici comandi vocali, grazie all’integrazione dei servizi Mopar Connect con l’Assistente Google nella Action “My Fiat”

Serie speciale, anzi specialissima visto il valore dei partner, per la Famiglia 500: Fiat e Google insieme per una collaborazione esclusiva, hanno dato vita alla 500 Hey Google, dove la tecnologia dell’Assistente Google incontra il mondo 500.

Un colpo di fulmine, che grazie all’integrazione con Mopar Connect e l’Assistente Google nell’Action “My Fiat”, consente di connettersi da remoto anche quando non è a bordo: utilizzando la propria voce, il proprietario dell’auto potrà chiedere e ricevere informazioni sulla vettura e interagire attraverso lo smartphone o utilizzando il Google Nest Hub, lo smart display incluso nel Welcome kit (che comprende anche la cover della chiave e una lettera con i quattro passaggi per completare il set up e iniziare a interagire con la propria auto) che si riceve al momento dell’acquisto di un modello della Famiglia 500 Hey Google per una connettività semplice ed innovativa, capace di semplificare i gesti quotidiani.

La serie speciale Hey Google rappresenta un ulteriore step nell’interazione con l’auto quando non si è alla guida: ovunque ci si trovi, anche  sul divano di casa, basterà pronunciare la magica formula «Hey Google, chiedi a My Fiat…» per conoscere vita, morte e miracoli dell’auto, come dov’è parcheggiata, quanto carburante c’è nel serbatoio, dove si trova l’officina autorizzata più vicina, quanti chilometri abbiamo percorso nella giornata o se abbiamo chiuso le porte o lasciato aperto il bagagliaio.

L’assistente Google non soltanto fornirà tutte le informazioni sui servizi, ma sarà in grado di impartire comandi come il blocco e lo sblocco delle porte e il lampeggio delle luci di emergenza.

Alle funzionalità supportate dall’Assistente Google si aggiunge la possibilità di attivare la ricezione di notifiche sul proprio smartphone se la vettura esce da una zona predefinita o ancora, se chi è alla guida usa l’auto a una velocità troppo elevata rispetto a quella impostata. 

Identificare una 500 della serie Hey Google è facile, a partire dalla livrea, giocata su colori essenziali come il bianco e il nero lucido di tetto e calotte specchi, come richiamo alla pagina bianca del motore di ricerca; per la prima volta nel panorama automotive mondiale, poi, compare il badge Hey Google sui due passaruota, mentre i montanti centrali sono decorati con elementi ispirati ai colori dell’azienda di Mountain View.

All’interno dell’abitacolo si trova lo stesso motivo sul rivestimento dei nuovi sedili con etichetta Hey Google ricamata, mentre la plancia si presenta in argento opaco con logo 500 bianco.

La firma “Hey Google” appare anche sulla schermata di benvenuto del display di bordo 7” touchscreen: l’animazione con la “molecola” lascia poi spazio alla G di Google ed al logo Fiat.

Prevista per i tre modelli della gamma, 500, 500X e 500L, la versione Hey Google per precisa scelta di marketing è abbinata ai classici propulsori termici, benzina e diesel, e non ancora disponibile sulla 500 elettrica; in fase di lancio, è offerta a partire da 12.500 euro grazie agli incentivi statali e al finanziamento FCA Bank, ma fa parte anche del bouquet offerto da Leasys, che comprende in aggiunta alle classiche formule di noleggio anche l’opzione Leasys Miles, la speciale formula “pay per use” indirizzata per chi utilizza l’auto con basse percorrenze annuali, caratterizza per un canone mensile vantaggioso, a cui si aggiunge una quota variabile calcolata in base ai chilometri percorsi, e con i primi 1.000 già inclusi nel canone. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Fiat