curiosità

I sontuosi interni della nuova Bentley Flying Spur

-

Diamo i numeri sull’abitacolo della nuova berlina di Crewe

Una berlina come la Bentley Flying Spur la si compra soprattutto per viaggiare immersi nel lusso. Vale dunque la pena dare uno sguardo alla particolare sontuosità dell’abitacolo della nuova ammiraglia della “B” alata che rappresenta uno dei migliori esempi di artigianato all’inglese quanto a lavorazione delle pelli.

Derivano tutte dal Nord Europa, come sottoprodotto dell’allevamento di capi destinati alla produzione di carni. 14 sono le tonalità disponibili da catalogo standard, a cui possono aggiungersi altre tinte se richieste attraverso il programma di personalizzazione della Casa di Crewe.

L’abitacolo, definito dalla Casa «il più complesso di sempre», è formato da ben 350 tagli diversi, uniti da filati di differente spessore (quelli della zona airbag sono ad esempio più sottili del resto per facilitarne l'apertura) e ben 23 colori da abbinare al pellame, per un totale di ben 3 chilometri di filo.

Solo la manifattura del volante viene eseguita in 3 ore e mezzo: sono necessari 168 punti croce eseguiti rigorosamente a mano, dal momento che il movimento per realizzarli sarebbe troppo complicato per una macchina. Le quattro poltrone individuali richiedono invece 12 ore per applicare il rivestimento.

Ai rivestimenti in pelle di un abitacolo di una Bentley lavorano, contando tutti i processi, ben 141 persone, ognuna delle quali ha ricevuto un training di almeno 5 mesi, sono necessari 5 tipi di macchine da cucito diverse e, quando necessario, aghi per cucire a mano realizzati appositamente.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Bentley Flying Spur
Maggiori info
Bentley