Il Comune di Milano modifica l'Area B, ma è un pannicello caldo

Il Comune di Milano modifica l'Area B, ma è un pannicello caldo
Pubblicità
Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
La famigerata Area B di Milano che sta facendo insorgere cittadini e periferie si ravvede, ma solo un pochino e con nulla di sostanziale. Inascoltate o quasi tutte le richieste
  • Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
4 dicembre 2022

Con una pretesa "necessità di venire incontro alle dificoltà di acquistare un veicolo nuovo" la Giunta del Comune di Milano ha approvato alcuni piccoli correttivi nella possibilità di accedere all'Area B (quasi tutta la città) con le diesel Euro 5, una disposizione in vigore dal 1° ottobre che sta causando e causerà disagi a oltre 400.000 cittadini di Milano e dell'hinterland. 

Nulla di sostanziale, i veri problemi di questo provvedimento non sono stati per nulla affrontati, come il calcolo dei chilometri del sistema Move-in attivo anche al di fuori di orari e giorni di effettiva applicazione dei divieti e delle deroghe per determinate categorie di lavoratori.

In particolare è stato deciso che:

  • Possono chiedere una deroga all'ingresso i proprietari di Euro 5 Diesel che hanno sottoscritto un contratto di acquisto (anche noleggio a lungo termine o leasing) per un'auto nuova, con l'estensione della data di sottoscrizione al 31 marzo 2023. Comunque la durata della deroga non va oltre il 30 settembre 2023, e coi tempi attuali di consegna non è per niente sicuro che questa possa avvenire in tempo.
  • Con una decisione che poteva evidentemente anche essere presa due mesi fa, si è stabilito che le auto "vietate" possono accedere ai parcheggi di interscambio di Lampugnano, Forlanini e Rogoredo (che sono all'interno dell'area B) purché abbiano un abbonamento mensile, che costa come minimo 32 euro. Irrisolta la questione del parcheggio di Via Ripamonti, anch'esso in Area B.
  • Si possono utilizzare le diesel Euro 5 per entrare in Area B in car pooling (minimo 3 persone a bordo) fino al 30 settembre a condizione di seguire regole molto complicate e gestire il tutto attraverso una app
  • Le giornate "ammesse" in ingresso ai proprietari di diesel Euro 5 sono state portate da 50 a 70, ma con con la soglia ISEE di 20.000 euro annui.

Rimandando a vari articoli fatto che trovate qui sotto, rimane la possibilità di aderire al servizio Move-in della Regione Lombardia, che in questo caso è esteso anche al Comune di Milano, ma è una scelta specifica che deve essere attivata attraverso l'apposita App. Ma attenzione, iscrivere la propria auto a Move-in e installare la scatola nera, oltre che una prassi a pagamento, è anche un boomerang! Infatti il chilometraggio massimo superato il quale si è passibili di multa viene calcolato anche fuori dagli orari in vigore per il divieto di circolazione (dalle 7.30 alle 19.30 dei giorni feriali) e viene così a cadere, una volta saturato il limite, il diritto di circolare con qualsiasi auto dopo le 19.30 e nei festivi. È questa una delle falle più evidenti e ingiuste del sistema Area B per il quale il Comune non è disposto a fare retromarcia.

Argomenti

Ultime da News

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...

Hot now