Mi.Mo.TorShow

Il Gran Premio Parco Valentino si corre anche nel 2020: 21 giugno da Arona fino alle sopraelevate del Tempio di Monza

-

Il Mi.Mo. alla sua prima mette in cantiere un'altro tassello con la sesta edizione del Gran Premio Parco Valentino, ovvero: grande passerella di auto pregiate di ogni età. Da Arona, passando per Novara e unendo il Piemonte al circuito di Monza, nuova culla per il Salone dell’auto tricolore. Night Parade da Torino il 18 sera

Il Gran Premio Parco Valentino si corre anche nel 2020: 21 giugno da Arona fino alle sopraelevate del Tempio di Monza

Andrea Levy non finisce mai di meravigliare, come scriviamo già da tempo su queste pagine è forse uno di quelli che oggi incarna meglio lo spirito (con)vincente di Ken Tyrrel ai tempi d’oro. Quello in cui l’inglese mancato pilota era capace di mettere insieme, unendo molti fattori anche “distanti” tra loro, un team F1 da podio pochi mesi prima del via di una stagione del Mondiale F1. Mezzo secolo dopo sempre di auto si parla, pure di pista e di "GP", anche se il target è tutt’altro.

Il patron del Milano Monza Open-air Motor Show (confidenzialmente ribattezzato da noi come Mi.Mo.) combina anche lui fattori sotto un unico cappello quando non te lo aspetteresti e annuncia oggi, direttamente da Torino vecchia sede del Salone, un nuovo contenuto. O meglio: ecco la sesta edizione del classico Gran Premio Parco Valentino. Ma come? Il Salone passa alla Lombardia, con Milano e Monza… No-problem, anzi meglio. Perché quest'anno il percorso è più lungo e godereccio: si parte da Arona, si passa per Novara e infine si arriva a Monza. Facendo transitare le 200 vetture addirittura sull'anello di alta velocità.

Nel calderone della grande kermesse candidata a diventare Salone dell'auto internazionale, si aggiunge quindi una parte che tiene ancora i piedi, pardon le ruote nella Regione Piemonte. Luogo del grande passato che non ci sta a restar fuori e rivendica, giustamente, il lavoro fatto negli scorsi anni con Levy e il ruolo delle grandi Carrozzerie (vedi Giugiaro, Pininfarina e Bertone) oltre che industrie note. “Potrebbe essere l’opportunità di una bella unione”. Come dice lo stesso Assessore al Turismo piemontese, da Palazzo Regione a Torino.

Insomma, il MiMo tira, attira a si arricchisce sempre più. Da questa “difficoltà di perdere” il Salone, divenuto lombardo non senza alcune polemiche, è invece nata un’opportunità che tiene le quattro ruote legate al Piemonte, facendo tornare il sorriso in extremis a membri della Regione, di ACI e pure alcuni sindaci.

Appuntamento allora a fine giugno, inizio estate con tutte le novità auto e le attività, che anche noi di automoto.it metteremo in campo, coinvolgendo gli utenti. Un elenco di contenuti che pare senza fine, come il fiume di persone previste nel Parco (quello Reale, di Monza). Intanto, chi vuole partecipare al prossimo Gran Premio Parco Valentino può candidarsi sul sito ufficiale. Magari fra vent'anni, potrà raccontare di esserci andato con la propria auto in pista, alla prima edizione di quel MiMo che da regionale diventa nazionale, poi forse anche di più. Almeno se noi Italiani faremo risorgere un Salone ora esteso e capace di dar del filo da torcere a quello di Ginevra, usando ben altro che le sole vetture inedite, esposte e lucidate... Dentro a degli affollati e scomodi padiglioni.

ANFIA candiderà per il 2021 il MiMo ad essere parte del calendario internazionale dei Saloni per auto. Vedremo come andranno le cose, se tutto quadra; perchè contano anche le risorse e i supporti, conta il feedback del pubblico. Ne parleremo approfondidatemente più avanti, con chi ha il polso della cosa e spirito anche critico, post-evento. Da subito il MiMo assorbe tutto quanto era rimasto in Italia a livello espositivo (un po' poco) e non solo, grazie alle tante attività dinamiche. Si prende quindi il ruolo che ebbe il Motorshow bolognese, dei migliori tempi.

Da Torino a Monza

I collezionisti si daranno appuntamento ad Arona, Lago Maggiore, da dove partiranno per arrivare al Castello Visconteo Sforzesco di Novara, in pieno centro. Una visita al Castello e poi le auto si muoveranno in parata alla volta di Monza e dell’Autodromo, traguardo dove si festeggia l’arrivo con un giro sulla pista, visitando e vivendo il Milano Monza Motor Show da protagonisti.

Tornerà anche la Supercar Night Parade: giovedì 18 giugno il Tribute ACI Torino Monza Supercar Night Parade, uno speciale road to che porterà le più belle auto sportive dal centro storico di Torino fino al circuito brianzolo, dove si uniranno alle ore 20 alla Supercar Night Parade "globale", parata di hypercar e supercar che chiuderà la giornata inaugurale con una grande festa sulle antiche sopraelevate e sul rettilineo.

Sul sito www.milanomonza.com è possibile candidare la propria vettura per partecipare alla 6a edizione del Gran Premio Parco Valentino e alla Supercar Night Parade.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento