costruttori auto

La Fiat diventa francese? No, grazie. FCA avrebbe respinto le avances PSA

-

Dopo il clamore delle dichiarazioni francesi (Peugeot) sull’acquisto di porzioni tricolori del gruppo FCA, arrivano smentite ufficiose (Fiat)

La Fiat diventa francese? No, grazie. FCA avrebbe respinto le avances PSA

Molti ne parlano da tempo, tutti da qualche giorno, ovvero da quando pubblicamente sono circolate affermazioni francesi favorevoli, per un acquisto di Fiat e “altro” dentro FCA da parte di quelli di PSA. Loro hanno già Citroen, Peugeot, Opel (+ Vauxhall) e DS, con Fiat o altro di complementare nel mercato europeo generalista, farebbero quasi un danno alla libera concorrenza, in certi mercati.

Niente oligopolio però, non temete, sarebbe impossibile per vari motivi e nemmeno poi troppo agevole da mantenere, tra italiani, americani e francesi (più la loro parte di tedeschi e inglesi recentemente assorbiti) il mega-gruppo da 45 miliardi. Oltretutto, dopo le indiscrezioni Peugeot di gradita fusione anche solo parziale tra PSA ed FCA, pare che dall’Italia ci sia voluto poco a far girare, ufficiosamente ma subito riportata come buona da quelli del WSJ (The Wall Street Journal, gente che ha un certo credito, ndr) una smentita secca. Restano salde per ora le leadership di volume globale nel mondo auto per i gruppi VW, Toyota e quello dell’Alleanza.

Fiat Centoventi: la prima piccola elettrica FCA sarà tutta tricolore
Fiat Centoventi: la prima piccola elettrica FCA sarà tutta tricolore

 

Non è però detto che PSA ed FCA non debbano almeno collaborare, anzi, se la tradizione torinese vuole restare forte, almeno quanto lo è ora, nell’aspetto societario e di immagine, dagli USA pare che Manley resti invece "in ascolto" per nuovi sviluppi. Magari con partnership FCA-PSA di progetto, su particolari modelli (è già avvenuto per Monovolume ed LCV, negli anni Novanta) o su nuove tecnologie. Come d’altronde stanno facendo un po' anche quelli di VW e a breve anche Daimler, "mischiando" elementi propri con vecchi e potenziali nuovi rivali, su più fronti; per non restare indietro in un mondo dell'auto che a breve, non sarà più "solamente" auto ma soprattutto quanto ci si fa, sull'auto, mentre le ruote si muovono o attendono ferme, che ci si ritorni a bordo.

I francesi di PSA inoltre, prima o poi vorranno abbordare nuovamente il mercato automotive USA e avere buoni rapporti in Europa con FCA, forti di legami produttivi che spaziano su orizzonte quasi decennale, di certo aiuta.

Stabilimento FCA
Stabilimento FCA

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento