formula e

La Formula E diventa Mondiale dal 2020/21

-

La serie per monoposto elettriche ottiene dalla FIA lo status di Campionato del Mondo

La Formula E diventa Mondiale dal 2020/21

La Formula E ha ottenuto lo status di Campionato del Mondo dalla FIA a partire dalla stagione 2020/2021. La denominazione ufficiale del campionato cambia dunque in ABB FIA Formula E World Championship.

La Federation Internationale de l'Automobile e i membri del World Motor Sport Council hanno votato e concordato di procedere con la certificazione della Formula E come serie mondiale FIA. Il fondatore e presidente della Formula E Alejandro Agag ed il presidente della FIA Jean Todt hanno firmato l'accordo insieme presso la sede della FIA in Place de la Concorde a Parigi.

«La creazione e lo sviluppo della Formula E è stata una grande avventura. Sono orgoglioso di confermare oggi il suo status di campionato mondiale FIA. Da quando abbiamo iniziato questo viaggio, la Formula E è senza dubbio andata sempre più forte. In breve tempo, la serie si è dimostrata rilevante per l'industria automobilistica con altre due importanti Case automobilistiche che hanno aderito al campionato all'inizio della stagione in corso, portando il numero totale a dieci. Fin dalla sua prima gara a Pechino nel 2014 e successivamente con tutti gli E-Prix, la Formula E ha dimostrato che il concetto di corse elettriche all'avanguardia funziona», ha dichiarato Todt.

«È sempre stata la nostra ambizione diventare un giorno un campionato mondiale FIA. Tutto ciò che abbiamo fatto fino questo punto era rivolto verso questo obiettivo. Raggiungere l'impresa e ottenere lo status di campionato mondiale FIA agiunge più credibilità a quella che è già una formula riconosciuta e un prodotto sportivo spettacolare. Questo accordo e questo annuncio pongono davvero la Formula E ai massimi livelli delle corse internazionali monoposto. È stato uno sforzo tremendo da parte di molte persone coinvolte e nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile senza il sostegno del presidente della FIA Jean Todt e della federazione, nonché l'impegno e l'impegno dimostrati dai nostri team e partner. Ora possiamo dire di averlo fatto», ha commentato Agag.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento