idrogeno

La Francia vara un piano da 7 miliardi per usare idrogeno pulito nei trasporti

-

In Francia si investe per utilizzare idrogeno pulito (da energia rinnovabile) nei trasporti e nell'industria. Obiettivo riduzione CO2

La Francia vara un piano da 7 miliardi per usare idrogeno pulito nei trasporti

Dopo la Germania, che in estate aveva pianificato investimenti per 9 miliardi, anche la Francia da il via a un piano, questo da 7 miliardi di euro, per utilizzare idrogeno “pulito”. È quello da elettrolisi, con energia rinnovabile. Serve oltre che nell’industria e nei riscaldamenti, anche nei trasporti. Il governo francese appoggia così una fonte data come valida, anche per la mobilità, da molti. Ma non ancora per tutti, proprio perché occorre investirci.

L’obiettivo del Paese è ridurre di molto le emissioni di anidride carbonica, fino a 6 milioni di tonnellate (di CO2) in meno per gli anni Trenta. Da subito quindi in Francia ci sarà l’appalto per creare impianti produzione e stoccaggio di idrogeno. La capacità energetica stimata è 6,5 gigawatt, sempre come obiettivo per il 2030.

Se tutti gli appassionati di auto conoscono le case che mettono in gamma vetture a idrogeno oggi, come Hyundai, forse non tutti sanno degli attori francesi. Florent Menegaux, presidente e amministratore delegato di Michelin, ha avuto parole di elogio per la mobilità a idrogeno. Proprio Michelin mette sul piatto ora insieme a Faurecia, società francese di componentistica, 140 milioni di euro per la creazione di un impianto di produzione di celle a combustibile vicino Grenoble. La nuova società si chiamerà Symbio ed è prevista operativa nel 2022.

Per produrre fuel cell utili alle centinaia di migliaia di veicoli a idrogeno previsti dai francesi per le strade europee, negli anni Trenta. L’investimento, si basa su ipotesi di fatturato da 1,5 miliardi annui per questa nuova società (entro il 2030).

  • barbasma_521775, Azzate (VA)

    Noi invece agevoliamo le auto elettriche di chi non ha bisogno di alcuna agevolazione, geniale!
  • OsteoRider, Ferrara (FE)

    I 7 miliardi che Macron aveva promesso per l'elettrico saranno quindi convertiti sull'idrogeno? Se così fosse qualcosa si muove e dall'europa qualcuno finalmente vuole smarcarsi dalle pile cinesi. L'unica precisazione è sulla fonte di energia. Parlare di rinnovabile per fare elettrolisi fa ridere, sarebbe impossibile perchè il processo già di per se è svantaggioso energeticamente figuriamoci con un pannello solare, idroelettro o vento. La verità è che l'energia per i processi di estrazione dell'idrogeno verrà o dalle numerosi centrali atomiche francesi oppure dal metano. Quest'ultimo utilizzo è quello più probabile visto che è quello sperimentato attualmente in germania, dove impiegano a livello sperimentale il gas come fonte alternativa anche per il diesel sintetico.
Inserisci il tuo commento