guida - catene neve

Catene da neve e il loro montaggio sull’auto

-

Inverno e fondi ghiacciati impongono le dotazioni necessarie per ruote di auto e di SUV sulle strade italiane, incluse le catene da neve. Montaggio non sempre immediato e prezzi non sempre convenienti, ma l’omologazione è d’obbligo

Quando le condizioni climatiche cambiano, in peggio, prospettando ghiaccio o neve sulle strade, è previsto dalle norme italiane che secondo i casi sull’auto, a bordo disponibili oppure montate alle ruote, si debbano avere le necessarie dotazioni: tra queste appunto le catene da neve.

Ma attenzione: non si stratta di un’alternativa agli pneumatici invernali, ma di un elemento per la sicurezza complementare, che serve quando la vettura transita su percorsi innevati dove l’aderenza e la trazione scendono vertiginosamente. L’obbligo è variabile, segnalato dai gestori delle strade e autostrade, dalla Pubblica Sicurezza, con termini stagionali fissi oppure di volta in volta secondo le condizioni dei fondi stradali o del meteo. L'obbligo viene reso noto anche tramite cartelli stradali e avvisi, divulgati da enti e media.

Il cartello stradale che indica l'obbligo di catene da neve
Il cartello stradale che indica l'obbligo di catene da neve

Montaggio catene da neve

Tutti gli automobilisti lo sanno, anche se non sempre ci sono passati in prima persona: montare le catene da neve sulle ruote di trazione (perché è lì che vanno, ndr) non è sempre facile o immediato, anzi, talvolta si fatica pur quando gli slogan dicano “Montaggio Rapido”.

A prescindere dalla fascia di prezzo o dalla misura, la catena da neve per l’auto si deve prima verificare nella integrità delle parti (ganci, anelli e cavi che siano) poi nella complementarità con le ruote (per misura). Il montaggio prevede in genere di disporre in prossimità della ruota la catena da neve e quindi ben fissare il tutto, secondo i modelli con più o meno passaggi delle parti di catena sul pneumatico e a ridosso del cerchio, esternamente. In ogni caso, anche quelli dove i passaggi e gli agganci sono facilitati, con le catene da neve più moderne, dopo il montaggio alla ruota le stesse vanno ancora controllate e regolate; ovvero spesso tirate, dopo aver percorso i primi metri con cautela.

Catene da neve montate alla ruota, di trazione
Catene da neve montate alla ruota, di trazione

Sono oggetti, le catene da neve, per i quali ci si sporca le mani nel montaggio e smontaggio. Si fa sforzo certo più che quando si cerchi di montare alla ruota delle più semplici calze da neve e occorre possibilmente tenere a disposizione guanti con spazzola per lavorare meglio.

Contrariamente alle calze da neve però, le catene da neve sono ausili riconosciuti e approvati dagli enti pubblici, anche in Italia, molto utili per la sicurezza e validi per essere in regola con la legge. Qualora fermati e controllati dalle forze dell’ordine infatti, le sole calze da neve montate non sono valide per essere in regola, nonostante la maggiore prestazione comunque fornibile rispetto ai soli pneumatici e l’utilità pratica, per chi abbia misure di ruota esagerate (quelle dove la catena classica non si applica, come a ruote da grande SUV 19’’ o 20’’): una sanzione, o il divieto di passaggio sono sempre possibili quando non si abbiano le dovute catene da neve sull’auto.

Tipi, Misure e prezzi

Quando si parli di catene da neve per l’auto, prima che di prezzi o marchi occorre ricordare la necessità dell’omologazione. In Italia il nostro Ministero dei Trasporti approva delle specifiche, verificabili quando si acquistano, come la UNI-11313, CUNA NC 178-01 o equivalenti norme in vigore negli Stati membri dell’Unione. Una volta stimato il rispetto dell’omologazione da parte delle catene a disposizione, obbligatoria da inizio secolo in Italia, basta controllare le misure delle proprie ruote di trazione visibili sulle gomme stesse o meglio da libretto.

Il Costruttore auto indica sempre la possibilità o meno di catene, sui propri modelli, anche secondo la gommatura presente, per scegliere così quelle di misura adeguata.

Scendendo nel dettaglio, tra catena e catena, sempre omologata, possono cambiare anche le maglie: una sezione maggiore, come quella oltre 10 mm, sposa veicoli di maggior massa come grandi SUV e Monovolume, mentre i tagli minimi, come quelli da 7 mm, si adattano meglio a piccole auto su percorsi brevi, poco innevati. Anche la forma stessa della catena, la disposizione delle maglie, cambia da modello a modello di catena da neve: superate quelle “a scala” sono in vendita oggi soprattutto catene da neve romboidali (più costose) o a ipsilon (più economiche, ma meno resistenti).

RAGNO. Quando si sente parlare di ragni invece, nel mondo auto si intende una catena da neve a ragno. Un tipo di catene questo più moderno, che ben si adatta e ben lavora sugli pneumatici, grazie al sistema di fissaggio al cerchio, esterno, semi-permanente.

Una volta fatto il primo step sul cerchio, successivamente si aggancia solo la parte della “catena ragno” in modo pratico, sia nel montaggio sia nello smontaggio, quando serve.

Le catene da neve ragno che facilitano il montaggio per tutte le occasioni di una stagione, rispettano anch’esse l’obbligo previsto dalle norme ma costano però più di quelle classiche, con prezzi che si compensano pensando alla variabilità e maggiore frequenza di utilizzo.

Catene da neve moderne, con aggancio rapido, su una vettura premium elettrica
Catene da neve moderne, con aggancio rapido, su una vettura premium elettrica
  • Tornante 6, Vicenza (VI)

    Notare a 2'06" gli spuntoni delle maglie (dove si collegano i rombi) rivolte all'interno invece che per fuori. A lungo andare andranno a rovinare la spalla del pneumatico compromettendone l'integrità. Immagino poi che sia un modello a trazione posteriore, perché se fosse integrale io le monterei davanti. O no?
Inserisci il tuo commento