bilanci daimler mercedes

Mercedes svela numeri e piani post-pandemia: crescita, successo e redditività [raddoppio vendite nel 2021]

-

Il gruppo Daimler, che separati i mezzi pesanti per le auto sarà detto solo Mercedes, punta a raddoppiare le vendite elettrificate nel 2021. Intanto la pandemia non ha minato gli utili, anzi: migliorati i numeri delle finanze con +48% nei profitti

Mercedes svela numeri e piani post-pandemia: crescita, successo e redditività [raddoppio vendite nel 2021]

Oggi Mercedes ha letteralmente “dato i numeri”. Quelli dei propri conti attuali e dei bilanci a chiusura del 2020. Soprattutto, il CEO Ola Källenius e i vari dirigenti hanno inquadrato il profilo che il gruppo tedesco manterrà nel 2021 e negli anni seguenti, in base alle tendenze economiche finanziarie. Manco a dirlo, i tedeschi sono andati meglio di quanto si potesse prevedere quando è scoppiata la pandemia. Profitti aumentati del 48% per arrivare ai 4 miliardi (nel 2019 erano 2.7). Liquidità netta di ben 17.9 miliardi, anche questa in crescita. Azionisti remunerati, più dell’anno scorso con dividendo da € 1.35 per azione. L’intero gruppo Daimler ora guarda all’anno in corso attendendosi vendite, ricavi lordi e quindi EBIT molto superiori al livello raggiunto di recente.

Insomma, gente amante dei motori ma poco avvezza alle finanze dichiarate, chi prevede sempre aziende automotive in crisi: a non vedere oltre il foglio di carta con i numeretti esposti oggi, pare che l’anno pandemico con crollo delle immatricolazioni sia un successone per Mercedes. Gli investitori poi non avrebbero di che lamentarsi, se “entrati” di recente beneficiando di un rialzo prossimo al 60% nella valorizzazione di capitale per il gruppo.

A noi però, interessano anche i fatti dentro al settore visto dal basso e i prodotti sul mercato, in arrivo da chi traccia tendenze come Mercedes. Quali novità e fronti battuti dalla Stella per il futuro? Tutto già anticipato più o meno, oggi non sono uscite indiscrezioni rilevanti per il popolo e sui mercati finanziari si è apprezzato un lieve incremento, senza scossoni.

Raddoppio vendite elettrificate

A chi si domanda se dietro alle cifre dei bilanci ci siano “magheggi” viene ricordato come sia stata rigida la disciplina in termini di controllo costi e liquidità. Evidentemente tanto da contrastare il dramma della pandemia per le quattro ruote, meglio di altri. A margine della conferenza, Källenius oltre ai numeri ha ricordato due “piccole cose” evidentemente costate fatiche: Mercedes è oggi il primo marchio premium al mondo e registra una media di 104 g/km per le nuove vetture immatricolate in Europa. Due obiettivi non banali, di cui vantarsi. Soprattutto, il dato forte comunicato è che in Daimler prevedono un raddoppio di vendite per le auto elettriche e ibride nel 2021, mantenendo i target 2025 già fissati.

Le prime novità chiamate a fare bene sul mercato per raggiungere, se si fanno i conti, 320mila immatricolazioni elettrificate nel 2021, sono la regnante delle berline premium, Classe S ma anche la nuova Classe C. Tra i modelli più innovativi poi EQA, EQS e infine, nella seconda metà del 2021, vedremo EQB seguita da EQE. Sul fronte dei veicoli commerciali le batterie sostituiscono il serbatoio di gasolio per eSprinter, EQV ed eVito. Oltre al nuovo Citan.

I dati da cui si parte per il raddoppio sono quelli di vendite 2020, a quota 2,84 milioni (-15% su 2019, questo è insindacabile) con i SUV sempre più popolari rispetto agli altri segmenti.

Europa in ripresa

Tra i mercati citati per la crescita 2021 America ed Europa, meno invece la Cina. Alla faccia dei fornitori asiatici che sono a corto di ricambi necessari (chip) per certi sistemi elettronici delle auto tedesche. Proprio la strada dell’elettrificazione e lo sviluppo di tecnologia SW sono due altri elementi fissi del percorso fissato per Mercedes.

Procede per concludersi nel 2021 lo scorporo dei mezzi pesanti, Daimler Truck, ritenuti un mondo sempre più distante da quello delle auto elettriche e connesse del futuro. Nuova azienda autonoma e quotata in borsa quindi, per i Trucks tedeschi, che si distinguerà nettamente dal mondo auto Daimler. O meglio, cambiando nome il fronte auto sarà solamente quello più noto all'automobilista medio: Mercedes-Benz.

Il trend dell'ultimo anno per le azioni DAI, ovvero il gruppo di Mercedes
Il trend dell'ultimo anno per le azioni DAI, ovvero il gruppo di Mercedes

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento