attualità

Milano senza Diesel: primi blocchi dal 2019

-

Si parte con gli Euro 4 senza FAP. Obiettivo eliminare i Diesel nel 2030

Milano senza Diesel: primi blocchi dal 2019

Anche Milano come Roma si appresta a bandire i Diesel dal centro città. Per il momento c'è un ordine del giorno approvato il 26 marzo dal Consiglio comunale che prevede dei divieti progressivi alla circolazione per le motorizzazioni a gasolio, che presto però potrebbe trasformarsi in delibere che diverrebbero esecutive già dal prossimo anno. 

La proposta è stata presentata a Palazzo Marino dalla consigliera Elisabetta Strada di Noi per Milano, la lista civica a sostegno del sindaco Beppe Sala, ed ha ricevuto il voto di sostegno di M5S, PD e Sinistra per Milano.

Il piano della maggioranza vuole anticipare all'ottobre del 2019 il blocco dei Diesel Euro 4 sprovvisti di filtro antiparticolato in tutta la città nei mesi invernali (dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30), anticipando dunque di un anno quanto previsto per questa categoria di vetture. Dal 2021 questo blocco sarà esteso anche al sabato e valido per tutti i dodici mesi dell'anno.

Le restrizioni non riguardano solo le motorizzazioni Diesel: dal 2023, infatti, l'ingresso all'Area C sarà vietato oltre che ai Diesel Euro 5 e 7 anche ai benzina Euro 0, 1 e 2. Sempre nel 2023 dovrebbero essere banditi anche gli impianti di riscaldamento a gasolio, che si stimano siano circa 3.500. 

Dall'ottobre del 2024 il blocco nei mesi invernali dovrebbe toccare ai Diesel Euro 5, mentre dall'ottobre 2025 il divieto di circolazione potrebbe essere esteso ai veicoli Euro 6.

L'obiettivo è quello di vietare la circolazione nel centro cittadino a qualsiasi veicolo con motore endotermico a partire dal 2030.

«Come Gruppo in Consiglio comunale Noi Milano Beppe Sala – spiegano i proponenti dell’odg di Noi per Milano – chiediamo al sindaco e all’amministrazione di essere più coraggiosi, e siamo felici loro abbiano accettato di esserlo, dando parere positivo al nostro Ordine del giorno. Non vogliamo aspettare il 2030 per avere la nostra città pulita e libera dai fattori maggiormente inquinanti e soprattutto maggiormente responsabili dei danni della salute dei cittadini. Ma vogliamo anticipare tutti gli interventi. Sappiamo che abbassando di una percentuale il livello di inquinamento si allunga la vita di 2/3 anni. Non possiamo più attendere. I cittadini di Milano devono sapere che al momento del cambio della propria automobile non devono più prendere in considerazione l’acquisto di un diesel. La forte azione suggerita è Milano 2025, libera dal gasolio e dal diesel».

  • babau551

    Moderazione linguaggio

    questi sono dei xxxxxxx...è facile vero fare i conti con le saccocce degli altri?! Questa si sveglia una mattina e cxxx una legge (o una proposta) e chi ci abita che deve fare...cambiare auto perché lo dice il comune? I soldi li danno loro per cambiare auto? Siamo tornati ai tempi dei feudi....si tornerà anche ai tempi delle rivolte
Inserisci il tuo commento